Carlo Mattioli - Campo di lavanda in Versilia

Carlo Mattioli - Campo di lavanda in Versilia

Carlo Mattioli - Campagna

Carlo Mattioli - Campagna

Carlo Mattioli - Campo di lavanda, 1980

Carlo Mattioli - Campo di lavanda, 1980

Carlo Mattioli -  "Papaveri ai bordi della Versiliana",

Carlo Mattioli - "Papaveri ai bordi della Versiliana",

Art pictures-Artist Massimo Lomi

Art pictures-Artist Massimo Lomi

Catalo generale dipinti Carlo Mattioli

Catalo generale dipinti Carlo Mattioli

Scendendo dalla soglia della vecchia casa di Mattioli di gradino in gradino si scopre alla vista, il profilo del Duomo nella sua arcaica immensità di carena abbandonata sporgente dalla distesa dei coppi digradanti come una sterminata pianura di piantagioni sconosciute così fulve e bionde da dare l’illusione del grano appena mietuto. Nessuno dei colori impiegati da Mattioli si ritroverebbe in natura: sono colori “storici” raffinati e impreziositi dal lungo ed estenuante viaggio che la Pittura…

Scendendo dalla soglia della vecchia casa di Mattioli di gradino in gradino si scopre alla vista, il profilo del Duomo nella sua arcaica immensità di carena abbandonata sporgente dalla distesa dei coppi digradanti come una sterminata pianura di piantagioni sconosciute così fulve e bionde da dare l’illusione del grano appena mietuto. Nessuno dei colori impiegati da Mattioli si ritroverebbe in natura: sono colori “storici” raffinati e impreziositi dal lungo ed estenuante viaggio che la Pittura…

Notte di luna | 1972

Notte di luna | 1972

L’ispirazione notturna di Mattioli inizia presto e, credo, senza suo intendimento o coscienza; anche perché si applica, in quegli inizi, ai nudi e alle nature morte, ai ritratti più che ai paesaggi. Vede il suo culmine, e allora la piena coscienza, negli anni tra il 1970 e il 1973; e continua poi seguendo varie strade fino al termine degli anni Ottanta…Come dice Garboli, “la luce secondo Mattioli, crea una drammaturgia esteriore; mentre i colori dell’universo sono trionfali, ma opachi…

L’ispirazione notturna di Mattioli inizia presto e, credo, senza suo intendimento o coscienza; anche perché si applica, in quegli inizi, ai nudi e alle nature morte, ai ritratti più che ai paesaggi. Vede il suo culmine, e allora la piena coscienza, negli anni tra il 1970 e il 1973; e continua poi seguendo varie strade fino al termine degli anni Ottanta…Come dice Garboli, “la luce secondo Mattioli, crea una drammaturgia esteriore; mentre i colori dell’universo sono trionfali, ma opachi…

Carlo Mattioli | Nature Morte

Carlo Mattioli | Nature Morte

Pinterest
Cerca