#Leucò

5 Pin260 Follower
Dioniso - Caravaggio - DIONISO (Διόνυσς o Διώνυσος, Dionȳsus, Bacchus)  Una delle più importanti se non forse la più importante delle divinità terrestri (ctoniche) della Grecia antica. È il dio che rappresenta e riassume in sé tutta la vita vegetale della natura, nelle sue molteplici manifestazioni e della natura egli riproduce nel suo mito, la gioia della rinascita primaverile e del vigoroso rigoglio estivo, come la tristezza del tardo sopore autunnale.

Dioniso - Caravaggio - DIONISO (Διόνυσς o Διώνυσος, Dionȳsus, Bacchus) Una delle più importanti se non forse la più importante delle divinità terrestri (ctoniche) della Grecia antica. È il dio che rappresenta e riassume in sé tutta la vita vegetale della natura, nelle sue molteplici manifestazioni e della natura egli riproduce nel suo mito, la gioia della rinascita primaverile e del vigoroso rigoglio estivo, come la tristezza del tardo sopore autunnale.

Dipinto di Alba Chiodi - Così vicino al dolore, da lontano giacere.  Così dentro ti sento, linfa e sangue, tra la vita e la morte. Come tralcio, avvinto, il mio sangue ti assicura la fede,  		l'appartenenza, risalendo la tua terra, la tua pelle.
Rossa, m'accalora  e odorosa di terra, testimone di tanta estate, è frutto, è l'ora d'amore chiusa in petto. E' questo il luogo.  Nel sangue, di te  il rossobruno.    Narrata e stretta,    madre, figlia,  amante  ti tengo  e sei passione, mia vigna..

Dipinto di Alba Chiodi - Così vicino al dolore, da lontano giacere. Così dentro ti sento, linfa e sangue, tra la vita e la morte. Come tralcio, avvinto, il mio sangue ti assicura la fede, l'appartenenza, risalendo la tua terra, la tua pelle.
Rossa, m'accalora e odorosa di terra, testimone di tanta estate, è frutto, è l'ora d'amore chiusa in petto. E' questo il luogo. Nel sangue, di te il rossobruno. Narrata e stretta, madre, figlia, amante ti tengo e sei passione, mia vigna..

Oh! giardino sei tu  di puro fogliame...    mi seduci d'ombre rossastre,  di vento aperto  e stelle sparse sulle tempie...Di verde e vento, il mio luogo.    Qui s'intona il mio nome  il mio sangue, il mio frutto  e l'autunno mi affronta alla vendemmia.

Oh! giardino sei tu di puro fogliame... mi seduci d'ombre rossastre, di vento aperto e stelle sparse sulle tempie...Di verde e vento, il mio luogo. Qui s'intona il mio nome il mio sangue, il mio frutto e l'autunno mi affronta alla vendemmia.

Il meglio di una terra  e dell’altra  ho innalzato nella mia bocca  con il mio canto:  la libertà del vento,  la pace tra gli acini. Sembravano gli uomini  nemici,  li copriva ed era lo stesso chiarore  quello che li svegliava:  il chiarore del mondo.  Tutti avevano bocca, cantavano rivolti alla primavera.Tutti. Per questo io cercai tra le uve e il vento il meglio degli uomini.  - Las uvas y el viento - Pablo Neruda

Il meglio di una terra e dell’altra ho innalzato nella mia bocca con il mio canto: la libertà del vento, la pace tra gli acini. Sembravano gli uomini nemici, li copriva ed era lo stesso chiarore quello che li svegliava: il chiarore del mondo. Tutti avevano bocca, cantavano rivolti alla primavera.Tutti. Per questo io cercai tra le uve e il vento il meglio degli uomini. - Las uvas y el viento - Pablo Neruda

Bacco e Arianna. Primavere e colline strappate dagli occhi.  Come hanno potuto?  Vieni  appoggia il capo  al mio seno,  moriremo oltre i rossi d'autunni...

Bacco e Arianna. Primavere e colline strappate dagli occhi. Come hanno potuto? Vieni appoggia il capo al mio seno, moriremo oltre i rossi d'autunni...

Pinterest • il catalogo mondiale delle idee
Search