Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Valli di Saviore, le Valli dei Re - Saviore valleys, the valleys of the kings

È un programma territoriale che coinvolge le comunità e gli operatori economici locali nella tutela della biodiversità e nella promozione di uno sviluppo sostenibile che faccia del turismo una scelta strategica per l’occupazione. Saviore valleys, the valleys of the kings is a territorial programme which aims to involve local communities, business operators and public administrations to work together in order to defend biodiversity, to promote sustainable development and nature-oriented tourism.
12 Pin11 Follower

Lo stambecco (foto di M.Speziari), una specie chiave delle alte terre delle Valli di Saviore, al centro del Progetto Stambecco Adamello (www.uomoeterritoriopronatura.it).

4
1

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

Marmotta (foto di M.Speziari). Specie presente alle quote più elevate nelle valli di Saviore e importante risorsa trofica per la locale popolazione di aquila reale (www.uomoeterritoriopronatura.it).

3

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

Il Rifugio Prudenzini (foto di M.Canziani) in alta Val Salarno. Anche i rifugi concorrono a valorizzare il territorio montano e possono costituire un importante strumento per coinvolgere i numerosi escursionisti nell'interpretazione e nella tutela del territorio alpino (www.uomoeterritoriopronatura.it)

2

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

Il capriolo (foto di M.Speziari) è presente a basse densità alle quote inferiori nelle Valli di Saviore (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

La Capra bionda dell'Adamello (foto di L.Zamprogno), una razza autoctona in pericolo di estinzione alla quale è legata la produzione dell'antico e prelibato Fatulì della Val Saviore, già presidio Slow Food (www.uomoeterritoriopronatura.it).

1

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

Anche il cervo (foto di M.Speziari) è presente a basse densità alle quote più modeste, anche in questo caso le densità sono ancora lontane da quelle poteziali e dunque il programma territoriale lavorerà per consolidarne la presenza in Val Saviore (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

La meravigliosa Valle Adamè (foto di L.Zamprogno), selezionata Sito di Importanza Comunitaria-SIC IT2070007 Vallone del Forcel Rosso ai sensi della Direttiva Comunitaria 92/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

La Malga Salarno (foto di M.Canziani) in Val Salarno. Le attività zootecniche - se opportunamente gestite - costituiscono un importante presidio ed uno strumento strategico per la conservazione della biodiversità in ambito alpino. Anche per questa ragione sono anch'esse al centro del programma territoriale (www.uomoeterritoriopronatura.it)

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

Il Gipeto (foto di M.Speziari), un prezioso avvoltoio che potrà tornare a nidificare nel Parco non appena il contenimento del bracconaggio consentirà alle popolazioni di ungulati di crescere ... (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura

La Val Salarno (foto di M.Canziani), selezionata come Sito di Importanza Comunitaria IT2070004 Monte Maser - Corni di Bos ai sensi della Direttiva Comunitaria 92/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Salvato da

Associazione Uomo e Territorio Pro Natura