E poi amare un’altra persona è come dire: d’ora innanzi quest’altra persona penserà alla mia felicità più che alla sua. C’è qualcosa di più imprudente?" Cesare Pavese, Il mestiere di vivere

E poi amare un’altra persona è come dire: d’ora innanzi quest’altra persona penserà alla mia felicità più che alla sua. C’è qualcosa di più imprudente?" Cesare Pavese, Il mestiere di vivere

pin 2
"Orfeo non la sente, ma intanto così le parla. Siamo molto di più che un corpo, Euridice. Non ho più bisogno che tu esista. Ti posso perdere, perché ti posso avere meglio, se mi manchi. E adesso lascia che ti guardi ancora una volta. Siamo fragili. Non abbiamo tutto questo potere di trattenerci. Ci basta un niente per dimenticare". Orfeo ed Euridice. L'amore prima di noi.

"Orfeo non la sente, ma intanto così le parla. Siamo molto di più che un corpo, Euridice. Non ho più bisogno che tu esista. Ti posso perdere, perché ti posso avere meglio, se mi manchi. E adesso lascia che ti guardi ancora una volta. Siamo fragili. Non abbiamo tutto questo potere di trattenerci. Ci basta un niente per dimenticare". Orfeo ed Euridice. L'amore prima di noi.

pin 2
A tutti gli uomini e le donne che difendono le cose fragili, perché sanno che sono le più preziose. Fu un cacciatore di bellezza, intesa come pienezza che si mostra nelle cose di tutti i giorni a chi sa coglierne gli indizi, e cercò di darle spazio con le sue parole, per rendere feconda e felice una vita costellata di imperfezioni...  L'arte di essere fragili

A tutti gli uomini e le donne che difendono le cose fragili, perché sanno che sono le più preziose. Fu un cacciatore di bellezza, intesa come pienezza che si mostra nelle cose di tutti i giorni a chi sa coglierne gli indizi, e cercò di darle spazio con le sue parole, per rendere feconda e felice una vita costellata di imperfezioni... L'arte di essere fragili

pin 1
Salirono su un carro. Era notte. Arrivarono al mare, e lì nel buio videro brillare un'isola, piccolissima, un pezzo di terra, perso come eran spersi loro. Ci voleva un'isola per il loro amore, la perfezione solitaria e inarrivabile di un mondo circolare. Paride non rapì Elena, la portò su un'isola. Fu molto più che un rapimento, Fu una notte fuori dal mondo, uno strappo nell'universo. L'amore è ombra.

Salirono su un carro. Era notte. Arrivarono al mare, e lì nel buio videro brillare un'isola, piccolissima, un pezzo di terra, perso come eran spersi loro. Ci voleva un'isola per il loro amore, la perfezione solitaria e inarrivabile di un mondo circolare. Paride non rapì Elena, la portò su un'isola. Fu molto più che un rapimento, Fu una notte fuori dal mondo, uno strappo nell'universo. L'amore è ombra.

pin 1
Ogni volta le loro carezze si nutrivano di sentimenti inediti e ogni parola reintroduceva la magia del primo abbraccio.

Ogni volta le loro carezze si nutrivano di sentimenti inediti e ogni parola reintroduceva la magia del primo abbraccio.

Esiste l’ora più felice della tua vita? Forse ti deluderò ma ti dico che è impossibile trovarla, nei labirinti del tempo umano. Te lo dimostrerò. Se è nel passato, essa non esiste. Poiché non possiamo prevedere se un’ora ancora più bella non possa esserci riservata nel futuro, e anche se viviamo nella sventura e nell’ombra, non possiamo escludere che domani qualche luce la illumini.” S. Benni, L'ora più bella

Esiste l’ora più felice della tua vita? Forse ti deluderò ma ti dico che è impossibile trovarla, nei labirinti del tempo umano. Te lo dimostrerò. Se è nel passato, essa non esiste. Poiché non possiamo prevedere se un’ora ancora più bella non possa esserci riservata nel futuro, e anche se viviamo nella sventura e nell’ombra, non possiamo escludere che domani qualche luce la illumini.” S. Benni, L'ora più bella

Non avevo mai visto due persone guardarsi negli occhi come loro. Ancora adesso. Ancora oggi. Quando vedo come si guardano sento quasi un imbarazzo, un pudore e penso che bisogna abbassare gli occhi perché abbaglia, quando ha quella luce, l'amore.  Cosa pensano le ragazze, C. De Gregorio

Non avevo mai visto due persone guardarsi negli occhi come loro. Ancora adesso. Ancora oggi. Quando vedo come si guardano sento quasi un imbarazzo, un pudore e penso che bisogna abbassare gli occhi perché abbaglia, quando ha quella luce, l'amore. Cosa pensano le ragazze, C. De Gregorio

Tocco la tua bocca, con un dito tocco il bordo della tua bocca, comincio a disegnarla come se uscisse dalla mia mano, come se per la prima volta la tua bocca si aprisse. Mi basta chiudere gli occhi per disfare tutto e ricominciare. Faccio nascere ogni volta la bocca che desidero, la bocca che la mia mano ha scelto e ti disegna sulla faccia, una bocca scelta tra tutte, con la sovrana libertà che scelgo per disegnarla con la mia mano e che coincide esattamente con la tua bocca che sorride...

Tocco la tua bocca, con un dito tocco il bordo della tua bocca, comincio a disegnarla come se uscisse dalla mia mano, come se per la prima volta la tua bocca si aprisse. Mi basta chiudere gli occhi per disfare tutto e ricominciare. Faccio nascere ogni volta la bocca che desidero, la bocca che la mia mano ha scelto e ti disegna sulla faccia, una bocca scelta tra tutte, con la sovrana libertà che scelgo per disegnarla con la mia mano e che coincide esattamente con la tua bocca che sorride...

E poi fate l'amore. Non sesso, solo amore... perché l'amore è arte....

E poi fate l'amore. Non sesso, solo amore... perché l'amore è arte....

Oceano Mare -Alessandro Baricco_  "Fanno delle cose, le donne, alle volte, che c'è da rimanerci secchi.  Potresti passare una vita a provarci: ma non saresti capace di avere quella leggerezza che hanno loro, alle volte.  Sono leggere dentro. Dentro. "

Oceano Mare -Alessandro Baricco_ "Fanno delle cose, le donne, alle volte, che c'è da rimanerci secchi. Potresti passare una vita a provarci: ma non saresti capace di avere quella leggerezza che hanno loro, alle volte. Sono leggere dentro. Dentro. "

Pinterest • il catalogo mondiale delle idee
Search