Lecce - Palazzo dei Celestini

5 Pin4 Follower
Complesso della Basilica di Santa Croce e del palazzo dei Celestini, Lecce   _________   A wonderful baroque place in Lecce, capital of Salento (Italy)

Complesso della Basilica di Santa Croce e del palazzo dei Celestini, Lecce _________ A wonderful baroque place in Lecce, capital of Salento (Italy)

Palazzo del Governo (Convento dei Celestini): l'attuale Palazzo del Governo era convento dei Padri Celestini. Nel 1353 il Conte Gualtiero VI fece ai Monaci generose donazioni per la fondazione della loro Chiesa e Convento nel sito ove oggi sorge il castello.

Palazzo del Governo (Convento dei Celestini): l'attuale Palazzo del Governo era convento dei Padri Celestini. Nel 1353 il Conte Gualtiero VI fece ai Monaci generose donazioni per la fondazione della loro Chiesa e Convento nel sito ove oggi sorge il castello.

Lecce Palazzo dei Celestini.JPG

Lecce Palazzo dei Celestini.JPG

Lecce, il Palazzo dei Celestini

Lecce, il Palazzo dei Celestini

Lecce Palazzo dei Celestini.JPG

Lecce Palazzo dei Celestini.JPG


Altre idee
Colonna di Sant’Oronzo: la colonna, intitolata al santo protettore della città, fu eretta per volontà della cittadinanza nel 1666, come ex-voto dopo la funesta epidemia di peste che aveva colpito la città dieci anni prima

Colonna di Sant’Oronzo: la colonna, intitolata al santo protettore della città, fu eretta per volontà della cittadinanza nel 1666, come ex-voto dopo la funesta epidemia di peste che aveva colpito la città dieci anni prima

Porta Napoli:la porta, realizzata nel 1548, rientra nel progetto di ricostruzione delle mura urbane per difendere la città dalle incursioni turche. Essa è costituita da una grande arcata a tutto sesto, fiancheggiata da due colonne con capitelli corinzi e sormontata da un timpano triangolare.

Porta Napoli:la porta, realizzata nel 1548, rientra nel progetto di ricostruzione delle mura urbane per difendere la città dalle incursioni turche. Essa è costituita da una grande arcata a tutto sesto, fiancheggiata da due colonne con capitelli corinzi e sormontata da un timpano triangolare.

Abbazia di Cerrate:si tratta di un tempio romanico dal prospetto di una cuspide singola ornata da fasce di archetti. La fisionomia esterna della facciata è caratterizzata un minuto rosone incastrato nel mezzo, ai cui lati si trovano una monofora e in basso un portone del 200 dove sono incisi rilievi raffiguranti l’Annunciazione della Vergine, la Visita di Santa Elisabetta, i Magi e la Fuga in Egitto.

Abbazia di Cerrate:si tratta di un tempio romanico dal prospetto di una cuspide singola ornata da fasce di archetti. La fisionomia esterna della facciata è caratterizzata un minuto rosone incastrato nel mezzo, ai cui lati si trovano una monofora e in basso un portone del 200 dove sono incisi rilievi raffiguranti l’Annunciazione della Vergine, la Visita di Santa Elisabetta, i Magi e la Fuga in Egitto.

Torre di Belloluogo: si tratta di una maestosa torre cilindrica, realizzata probabilmente nel Trecento, con scopi militari, come fortificazione d'avvistamento.

Torre di Belloluogo: si tratta di una maestosa torre cilindrica, realizzata probabilmente nel Trecento, con scopi militari, come fortificazione d'avvistamento.

Santa croce lecce

Santa croce lecce

Arco di Prato: questo piccolo monumento del Cinquecento leccese è afferente all'omonimo palazzo dei Prato, famiglia nobile molto in vista nella città. Un ampio arco a tutto sesto, sorretto da possenti pilastri quadrangolari, sorregge una loggia con colonnine e paraste scanalate.

Arco di Prato: questo piccolo monumento del Cinquecento leccese è afferente all'omonimo palazzo dei Prato, famiglia nobile molto in vista nella città. Un ampio arco a tutto sesto, sorretto da possenti pilastri quadrangolari, sorregge una loggia con colonnine e paraste scanalate.

Anfiteatro Romano:congiuntamente al teatro, l’ anfiteatro romano è il monumento più rappresentativo della romana Lupiae (l’attuale Lecce). Grazie ad esso la città godette di un notevole prestigio tra il I e il II secolo d.C. Di data non ancora definita, pare si inserisca tra le epoche augusteo e traiano-andrianea.

Anfiteatro Romano:congiuntamente al teatro, l’ anfiteatro romano è il monumento più rappresentativo della romana Lupiae (l’attuale Lecce). Grazie ad esso la città godette di un notevole prestigio tra il I e il II secolo d.C. Di data non ancora definita, pare si inserisca tra le epoche augusteo e traiano-andrianea.

Castello Carlo V:sorto su una superficie complessiva di 13.200 mq, il castello di Lecce si qualifica come il più esteso di tutta la Puglia. La sua progettazione si deve al celebre architetto Gian Giacomo dell'Acaja per volontà del sovrano Carlo V (1500-1558).

Castello Carlo V:sorto su una superficie complessiva di 13.200 mq, il castello di Lecce si qualifica come il più esteso di tutta la Puglia. La sua progettazione si deve al celebre architetto Gian Giacomo dell'Acaja per volontà del sovrano Carlo V (1500-1558).

Ipogeo Palmieri:l'ipogeo, che prende il nome dall'omonima via in cui fu rinvenuto fortuitamente nel 1912 da un appassionato di storia locale, è scavato nel banco roccioso alla profondità di 3 metri ed è composto da tre ambienti disposti a croce intorno a un vestibolo centrale.

Ipogeo Palmieri:l'ipogeo, che prende il nome dall'omonima via in cui fu rinvenuto fortuitamente nel 1912 da un appassionato di storia locale, è scavato nel banco roccioso alla profondità di 3 metri ed è composto da tre ambienti disposti a croce intorno a un vestibolo centrale.

Anfiteatro Romano:iniziato in età augustea (I secolo d.C.) e completato al tempo dell'imperatore Adriano (II secolo d.C.), questo monumentale esempio di architettura romana poteva ospitare circa 20.000 spettatori.

Anfiteatro Romano:iniziato in età augustea (I secolo d.C.) e completato al tempo dell'imperatore Adriano (II secolo d.C.), questo monumentale esempio di architettura romana poteva ospitare circa 20.000 spettatori.

Pinterest
Cerca