Simone Cumbo
Altre idee da Simone
Simone Cumbo: Fratelli

Simone Cumbo: Fratelli

ed il cuore ci ricorda sempre chi siamo...

ed il cuore ci ricorda sempre chi siamo...

Goccia dopo goccia nel dolce declinare di un tempo orgoglioso  di essere tale, mi nuovo  Assaporando spazi creduti perduti  In battiti che ricordano chi sono, reincontro me stesso...

Goccia dopo goccia nel dolce declinare di un tempo orgoglioso di essere tale, mi nuovo Assaporando spazi creduti perduti In battiti che ricordano chi sono, reincontro me stesso...

Simone Cumbo - Poesie : Accenti

Simone Cumbo - Poesie : Accenti

"Rifuggo la banalità, nelle relazioni, nelle persone, nelle cose, uno sguardo oltre la quotidianità della vita, alla ricerca della profondità e dell'essenza dell'essere...." Cerco di mettere in prosa le mie emozioni ed i miei pensieri. Un desiderio profondo di sognare scrivendo".

"Rifuggo la banalità, nelle relazioni, nelle persone, nelle cose, uno sguardo oltre la quotidianità della vita, alla ricerca della profondità e dell'essenza dell'essere...." Cerco di mettere in prosa le mie emozioni ed i miei pensieri. Un desiderio profondo di sognare scrivendo".

Simone Cumbo - Poesie : Accenti

Simone Cumbo - Poesie : Accenti

E la civetta risplende nei raggi della luna

E la civetta risplende nei raggi della luna

Donne  --alle donne curde palestinesi italiane che non smettono mai di indicarci il cielo...  Un mondo corrotto insensibile alle foglie  Illuso dalla sua stessa agonia  Incastrato di menzogne, volgare nella luce e nella nebbia  nel nulla di uomini sconfitti nel loro vuoto pensiero  Ma tu insisti a raccontare parole a tratteggiare arcobaleni,  a ridere e sorridere all' inumano che avanza e che ti vuole sempre in ginocchio  Grattalo via in questo bordello di anime perse alla follia umana...

Donne --alle donne curde palestinesi italiane che non smettono mai di indicarci il cielo... Un mondo corrotto insensibile alle foglie Illuso dalla sua stessa agonia Incastrato di menzogne, volgare nella luce e nella nebbia nel nulla di uomini sconfitti nel loro vuoto pensiero Ma tu insisti a raccontare parole a tratteggiare arcobaleni, a ridere e sorridere all' inumano che avanza e che ti vuole sempre in ginocchio Grattalo via in questo bordello di anime perse alla follia umana...

www.simonecumbo.it

www.simonecumbo.it