serge noiret

serge noiret

dph.hypotheses.org
Florence, Italy / History Information Specialist (Ph.D.), EUI, Florence, Italy. My research interests are Information Science, (Digital) Public History and Photography.
serge noiret
More ideas from serge
immagine news

immagine news

MUSEODIFFUSO | MUSEI DI STORIA E PUBLIC HISTORY

MUSEODIFFUSO | MUSEI DI STORIA E PUBLIC HISTORY

Fotografie della riunione di redazione. Memoria e Ricerca, Casola Valsenio, 26 maggio 2017 - Google Photos

Fotografie della riunione di redazione. Memoria e Ricerca, Casola Valsenio, 26 maggio 2017 - Google Photos

https://www.flickr.com/photos/sergenoiret/albums/72157668856766662 Founding the Associazione degli Amici di MR, 2015

https://www.flickr.com/photos/sergenoiret/albums/72157668856766662 Founding the Associazione degli Amici di MR, 2015

Fondata nel 1993 e promossa dalla Fondazione Casa di Oriani di Ravenna, Memoria e Ricerca persegue alcune direttrici di fondo: la comparazione e l’approccio interdisciplinare nel «laboratorio» dello storico dell’età contemporanea. Ogni fascicolo è aperto da una parte monografica che, di volta in volta, raccoglie contributi originali su tematiche di frontiera della ricerca storica.

Fondata nel 1993 e promossa dalla Fondazione Casa di Oriani di Ravenna, Memoria e Ricerca persegue alcune direttrici di fondo: la comparazione e l’approccio interdisciplinare nel «laboratorio» dello storico dell’età contemporanea. Ogni fascicolo è aperto da una parte monografica che, di volta in volta, raccoglie contributi originali su tematiche di frontiera della ricerca storica.

Questo Blog sostiene le attività dell'associazione «Amici di "Memoria e Ricerca"», rivista di storia contemporanea pubblicata dalla casa editrice Il Mulino. Il sito integra con discussioni, presentazioni, segnalazioni di convegni, seminari, conferenze e novità editoriali, le tematiche e i saggi di "Memoria e Ricerca".

Questo Blog sostiene le attività dell'associazione «Amici di "Memoria e Ricerca"», rivista di storia contemporanea pubblicata dalla casa editrice Il Mulino. Il sito integra con discussioni, presentazioni, segnalazioni di convegni, seminari, conferenze e novità editoriali, le tematiche e i saggi di "Memoria e Ricerca".

Irina Savelieva and Alexandra Kolesnik participated in the international conference on public history in Italy — News — Poletayev Institute for Theoretical and Historical Studies in the Humanities — National Research University Higher School of Economics

Irina Savelieva and Alexandra Kolesnik participated in the international conference on public history in Italy — News — Poletayev Institute for Theoretical and Historical Studies in the Humanities — National Research University Higher School of Economics

Poletayev Institute for Theoretical and Historical Studies in the Humanities

Poletayev Institute for Theoretical and Historical Studies in the Humanities

ISCRIZIONI APERTE fino al 29 settembre 2017 Luogo: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Università degli Studi di Milano   Senza dubbio, anche se la storia dovesse essere giudicata incapace d’altri compiti, rimarrebbe da far valere, in suo favore, ch’essa è divertente. Marc Bloch, Apologia della storia o il mestiere di storico Università degli Studi di Milano e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, istituzioni...

ISCRIZIONI APERTE fino al 29 settembre 2017 Luogo: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Università degli Studi di Milano Senza dubbio, anche se la storia dovesse essere giudicata incapace d’altri compiti, rimarrebbe da far valere, in suo favore, ch’essa è divertente. Marc Bloch, Apologia della storia o il mestiere di storico Università degli Studi di Milano e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, istituzioni...

La prima conferenza dell’Associazione Italiana di Public History, che si è tenuta a Ravenna in concomitanza con la quarta conferenza della Federazione internazionale.

La prima conferenza dell’Associazione Italiana di Public History, che si è tenuta a Ravenna in concomitanza con la quarta conferenza della Federazione internazionale.

Diffondere la conoscenza della storia per cancellare l’idea che essa non sia altro che una successione di date o di discussioni erudite interne al mondo accademico: fare della public history significa questo. Significa assumere pienamente la dimensione civica del lavoro di storico mettendo al centro il pubblico, il lettore, il consumatore di prodotti culturali. E farlo partendo dal presupposto che...

Diffondere la conoscenza della storia per cancellare l’idea che essa non sia altro che una successione di date o di discussioni erudite interne al mondo accademico: fare della public history significa questo. Significa assumere pienamente la dimensione civica del lavoro di storico mettendo al centro il pubblico, il lettore, il consumatore di prodotti culturali. E farlo partendo dal presupposto che...

Su iniziativa del Parlamento europeo, il 6 maggio 2017 a Bruxelles è nata la Casa della Storia Europea, un museo che – in 4.000 mq di superficie espositiva – racconta il processo di integrazione europea, aspirando a diventare il nuovo punto di riferimento per la storia degli abitanti del vecchio continente. Trovare un modo per narrare nello stesso luogo la...

Su iniziativa del Parlamento europeo, il 6 maggio 2017 a Bruxelles è nata la Casa della Storia Europea, un museo che – in 4.000 mq di superficie espositiva – racconta il processo di integrazione europea, aspirando a diventare il nuovo punto di riferimento per la storia degli abitanti del vecchio continente. Trovare un modo per narrare nello stesso luogo la...

Il lavoro sociale del public historian non è solo disinnescare la costruzione di leggende nazionali, ma deve diventare proattivo. La public history deve favorire una migliore comprensione degli sviluppi della storia europea contemporanea, scegliendo di favorire valori positivi che vengono rinforzati da una lettura attenta del passato violento del ventesimo secolo europeo.

Il lavoro sociale del public historian non è solo disinnescare la costruzione di leggende nazionali, ma deve diventare proattivo. La public history deve favorire una migliore comprensione degli sviluppi della storia europea contemporanea, scegliendo di favorire valori positivi che vengono rinforzati da una lettura attenta del passato violento del ventesimo secolo europeo.

Il lavoro sociale del public historian non è solo disinnescare la costruzione di leggende nazionali, ma deve diventare proattivo. La public history deve favorire una migliore comprensione degli sviluppi della storia europea contemporanea, scegliendo di favorire valori positivi che vengono rinforzati da una lettura attenta del passato violento del ventesimo secolo europeo.

Il lavoro sociale del public historian non è solo disinnescare la costruzione di leggende nazionali, ma deve diventare proattivo. La public history deve favorire una migliore comprensione degli sviluppi della storia europea contemporanea, scegliendo di favorire valori positivi che vengono rinforzati da una lettura attenta del passato violento del ventesimo secolo europeo.

Il lavoro sociale del public historian non è solo disinnescare la costruzione di leggende nazionali, ma deve diventare proattivo. La public history deve favorire una migliore comprensione degli sviluppi della storia europea contemporanea, scegliendo di favorire valori positivi che vengono rinforzati da una lettura attenta del passato violento del ventesimo secolo europeo.

Il lavoro sociale del public historian non è solo disinnescare la costruzione di leggende nazionali, ma deve diventare proattivo. La public history deve favorire una migliore comprensione degli sviluppi della storia europea contemporanea, scegliendo di favorire valori positivi che vengono rinforzati da una lettura attenta del passato violento del ventesimo secolo europeo.