Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Culture popolari e rituali sociali

"La tradizione non è qualcosa che viene dalla terra, che si mangia o che si respira, e neppure è qualcosa che discende verso di noi da determinate alture: essa è prima di tutto qualcosa che si costituisce e che si apprende. Senza un continuo lavoro di apprendimento qualsiasi tradizione si spegne in breve tempo.” - Maurizio Bettini, “Contro le radici. Tradizione, identità, memoria”
31 Pin56 Follower

Antica usanza: costruire muri a secco

2

Moderna usanza: auto costruirsi un forno in terra cruda

2

Antica usanza: fare i ravioli (o la pasta ripiena) in casa

1

antica usanza: portare la bricola - sacco di merci con caffè, sigarette, sale, etc. portate dai contrabbandieri- fotografia di copertina "La carga - Contrabbando in Valtellina e Valchiavenna - Di Massimo Mandelli,Diego Zoia, Editore: L'Officina del Libro

Antica usanza: sgranare

Montagna e modernità - folclorizzazione e invenzione della tradizione La subalternità culturale di chi non è più in grado di elaborare autonomamente modelli di riferimento si manifesta nelle risposte kitsch della “folclorizzazione”, la messa in scena del proprio sé sociale al cospetto della clientela turistica. Il folclorismo, infatti, quando non è espressione del vissuto quotidiano delle comunità, assolve a due funzioni antitetiche.

moderna usanza: fare l'autostop

l pranzo collettivo durante la mietitura a San Giorgio Lucano (1965) Lo scambio di aiuto reciproco nei lavori tra le famiglie contadine rappresentava uno dei più importanti aspetti sociali e non poteva mancare il momento della socialità e del convivio per le squadre di lavoratori e le loro famiglie.

Antica e moderna usanza: caseificare

« Se ti senti parte di un insieme, puoi anche sfidare la paura per il mondo che cambia. Se ti vedi da solo sulla scena della storia, avverti la necessità di protezione come un bene primario.» Giuseppe De Rita