Pinterest

LA FOTOSTORIA

60 Pin24 Follower
Tutta la storia di 3 lunghi anni
26 febbraio 2016

26 febbraio 2016

I giorni della vergogna

I giorni della vergogna

Latorre a Taranto, assieme ai familiari (

Latorre a Taranto, assieme ai familiari (

Il giorno dopo, il 17 dicembre 2014, il governo italiano decide di richiamare l’ambasciatore in India, Daniele Mancini, per consultazioni. Anche se «non si tratta di rottura delle relazioni diplomatiche» spiega il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni (in foto insieme alla ministra della Difesa Roberta Pinotti), l’Italia «si riserva tutti i passi necessari» nei confronti delle autorità indiane. Nessun commento possibile.

Il giorno dopo, il 17 dicembre 2014, il governo italiano decide di richiamare l’ambasciatore in India, Daniele Mancini, per consultazioni. Anche se «non si tratta di rottura delle relazioni diplomatiche» spiega il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni (in foto insieme alla ministra della Difesa Roberta Pinotti), l’Italia «si riserva tutti i passi necessari» nei confronti delle autorità indiane. Nessun commento possibile.

Il 16 dicembre 2014 la Corte suprema indiana respinge le richieste dei due fucilieri: Latorre aveva chiesto un’estensione di quattro mesi della sua permanenza in Italia per terminare il percorso terapeutico (il permesso per la convalescenza scadeva il 13 gennaio 2015)

Il 16 dicembre 2014 la Corte suprema indiana respinge le richieste dei due fucilieri: Latorre aveva chiesto un’estensione di quattro mesi della sua permanenza in Italia per terminare il percorso terapeutico (il permesso per la convalescenza scadeva il 13 gennaio 2015)

Il 12 settembre il presidente della Corte suprema indiana, R.M. Lodha, dice sì al rimpatrio di Latorre per 4 mesi. Il 13 settembre Latorre rientra in Italia

Il 12 settembre il presidente della Corte suprema indiana, R.M. Lodha, dice sì al rimpatrio di Latorre per 4 mesi. Il 13 settembre Latorre rientra in Italia

Il 1° settembre 2014 Massimiliano Latorre ha un malore: un’ischemia che rende necessario il ricovero in un ospedale di New Delhi. La ministra della Difesa Roberta Pinotti vola in India e dichiara: «Dopo il malore di Latorre cambia tutto, la situazione è insostenibile». L’8 settembre arrivano nuove accuse dagli indiani («I fucilieri cercarono di coprire il loro operato»), l’udienza è aggiornata al 12

Il 1° settembre 2014 Massimiliano Latorre ha un malore: un’ischemia che rende necessario il ricovero in un ospedale di New Delhi. La ministra della Difesa Roberta Pinotti vola in India e dichiara: «Dopo il malore di Latorre cambia tutto, la situazione è insostenibile». L’8 settembre arrivano nuove accuse dagli indiani («I fucilieri cercarono di coprire il loro operato»), l’udienza è aggiornata al 12

Il 27 gennaio 2014 Latorre e Girone incontrano una delegazione di 16 parlamentari italiani volati a New Delhi. A cosa è servito?

Il 27 gennaio 2014 Latorre e Girone incontrano una delegazione di 16 parlamentari italiani volati a New Delhi. A cosa è servito?

Il sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura con Massimiliano Latorre e Salvatore Girone a New Delhi. «Quello che fa testo - ha dichiarato il sottosegretario il 22 gennaio 2014 - è quello che deciderà la Corte suprema il prossimo 3 febbraio, non le indiscrezioni». Secondo la stampa locale indiana, infatti, i marò rischiano l'accusa di terrorismo, un reato che contempla anche la pena di morte.

Il sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura con Massimiliano Latorre e Salvatore Girone a New Delhi. «Quello che fa testo - ha dichiarato il sottosegretario il 22 gennaio 2014 - è quello che deciderà la Corte suprema il prossimo 3 febbraio, non le indiscrezioni». Secondo la stampa locale indiana, infatti, i marò rischiano l'accusa di terrorismo, un reato che contempla anche la pena di morte.

I due marò si recano al commissariato di polizia di Chanakya Puri a New Delhi per firmare un registro, come è previsto facciano ogni settimana durante la loro permanenza nella capitale indiana

I due marò si recano al commissariato di polizia di Chanakya Puri a New Delhi per firmare un registro, come è previsto facciano ogni settimana durante la loro permanenza nella capitale indiana

I due marò si recano al commissariato di polizia di Chanakya Puri a New Delhi per firmare un registro, come è previsto facciano ogni settimana durante la loro permanenza nella capitale indiana. Siamo ad aprile del 2013 e il ministro indiano degli Esteri Salman Khurshid dichiara che «il caso non sarà trattato come un atto di terrorismo» anche se sarà la polizia antiterrorismo Nia a condurre le indagini

I due marò si recano al commissariato di polizia di Chanakya Puri a New Delhi per firmare un registro, come è previsto facciano ogni settimana durante la loro permanenza nella capitale indiana. Siamo ad aprile del 2013 e il ministro indiano degli Esteri Salman Khurshid dichiara che «il caso non sarà trattato come un atto di terrorismo» anche se sarà la polizia antiterrorismo Nia a condurre le indagini

31 marzo 2013, Latorre e Girone assistono alla messa di Pasqua nella chiesa ospitata dalla Nunziatura

31 marzo 2013, Latorre e Girone assistono alla messa di Pasqua nella chiesa ospitata dalla Nunziatura