Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

MARIO GALZIGNA: che ci fa un filosofo nella casa dei pazzi?

I suppliziati del linguaggio. Recensione di Mario Galzigna a "Louis Wolfson. Cronache da un pianeta infernale" (il manifesto, 2014) a cura di Pietro Barbetta ed Enrico Valtellina. Galzigna terrà la conferenza inaugurale di Siena e il suo doppio giovedi 16 aprile alle 17 al Collegio Santa Chiara.

Giovedì scorso Mario Galzigna ha ricordato la primità della storia, secondo Foucault, rispetto alla filosofia, ma di una storia che è essa stessa problema, densa e opaca. Ieri Francesca Vannozzi ci ha calati in questa densità: durante la visita al "villaggio manicomiale di San Niccolò", ha illustrato con lucidità chirurgica le relazioni fra architettura e disciplina, la nascita della follia in quanto malattia e le sue ricadute sull'intero assetto sociale.

Mario Galzigna - Visibilità e strategie del controllo. Già l’analisi foucaultiana dedicata alla nascita della prigione aveva scelto come bersaglio fondamentale: dal corpo del condannato, sottoposto a pena e punito, all’anima del condannato, sottoposta a specifiche tecnologie di potere, che rappresentano l’esito di una «metamorfosi dei metodi punitivi», messa a tema da Foucault già nel primo capitolo del grande libro del 1975, "Sorvegliare e punire".

Storia della follia: Mario Galzigna parla dell'attualità del libro di Michel Foucault (video)