Lavoro d’archivio, avanguardia tecnologica e poesia. Flos fa centro con una nuova collezione ampia e diversificata. Oltre alle splendide lampade di Gino Sarfatti, riattualizzate e messe in produzione, incantano le nuove lampade a soffitto String Lights di Michael Anastassiades (in foto): linee sottili che creano geometrie inaspettate e restano in bilico, in un perfetto equilibrio tra movimento e stasi.Foto di Jacopo Farina

Lavoro d’archivio, avanguardia tecnologica e poesia. Flos fa centro con una nuova collezione ampia e diversificata. Oltre alle splendide lampade di Gino Sarfatti, riattualizzate e messe in produzione, incantano le nuove lampade a soffitto String Lights di Michael Anastassiades (in foto): linee sottili che creano geometrie inaspettate e restano in bilico, in un perfetto equilibrio tra movimento e stasi.Foto di Jacopo Farina

#MilanDesignWeek

#MilanDesignWeek

Salone del Mobile 2013: Moroso presenta la  nuova collezione disegnata da Werner Aisslinger

Salone del Mobile 2013: Moroso presenta la nuova collezione disegnata da Werner Aisslinger

Jan Plechac & Henri Wielgus firmano per Lasvit la collezione Neverending Glory. Cinque lampade a sospensione realizzate in cristallo che ricordano nelle singole forme gli chandelier dei teatri più famosi del mondo

Jan Plechac & Henri Wielgus firmano per Lasvit la collezione Neverending Glory. Cinque lampade a sospensione realizzate in cristallo che ricordano nelle singole forme gli chandelier dei teatri più famosi del mondo

Poltroncina disegnata nel 1954 da Gastone Rinaldi, che allora la chiamò DU 55 P, è oggi rieditata da Poltrona Frau con il nome di Letizia: un omaggio alla moglie del designer.

Poltroncina disegnata nel 1954 da Gastone Rinaldi, che allora la chiamò DU 55 P, è oggi rieditata da Poltrona Frau con il nome di Letizia: un omaggio alla moglie del designer.

#MilanDesignWeek #salone2013

#MilanDesignWeek #salone2013

Si chiama My World ed è il nuovo divano disegnato da Philippe Stark per Cassina. Un imbottito che vuole essere prima di tutto comodo e ricco di optional tecnologici: dalla presa USB al caricatore senza fili. Pensato per chi, come il grande designer francese, ama lavorare dove capita, con iPad o smartphone sempre a portata di mano.

Si chiama My World ed è il nuovo divano disegnato da Philippe Stark per Cassina. Un imbottito che vuole essere prima di tutto comodo e ricco di optional tecnologici: dalla presa USB al caricatore senza fili. Pensato per chi, come il grande designer francese, ama lavorare dove capita, con iPad o smartphone sempre a portata di mano.

Toshi, che in giapponese significa città, è un sistema di mobili contenitori disegnato da Luca Nichetto per Casamania che richiama le decorazioni a mosaico presenti in alcuni edifici di Tokyo. La forma pulita ed essenziale risalta e valorizza il disegno geometrico inciso sulle ante dei mobili. A ogni tipologia di madia -distinte per le dimensioni- è associato un pattern specifico che rende unico il modulo. Inoltre, il sistema Toshi si completa di tre contenitori accessori più piccoli -ad…

Toshi, che in giapponese significa città, è un sistema di mobili contenitori disegnato da Luca Nichetto per Casamania che richiama le decorazioni a mosaico presenti in alcuni edifici di Tokyo. La forma pulita ed essenziale risalta e valorizza il disegno geometrico inciso sulle ante dei mobili. A ogni tipologia di madia -distinte per le dimensioni- è associato un pattern specifico che rende unico il modulo. Inoltre, il sistema Toshi si completa di tre contenitori accessori più piccoli -ad…

Desalto presenta Elements di Tokujin Yoshioka: collezione di tavoli e sedute ipergrafici, che con il loro sottile gioco di equilibrismi sembrano sfidare le leggi di gravità. Foto Valentina Sommariva

Desalto presenta Elements di Tokujin Yoshioka: collezione di tavoli e sedute ipergrafici, che con il loro sottile gioco di equilibrismi sembrano sfidare le leggi di gravità. Foto Valentina Sommariva

Sintesi tra due sedute pieghevoli iconiche come la tripolina e la regista, Fionda di Jasper Morrison è il nuovo prodotto presentato per il 2013 da Mattiazzi. Pensato per l’esterno, ha la struttura in legno e la seduta rimovibile in tessuto. L’ispirazione? Il campeggio. Forse non tutti sanno che il designer inglese è un grande appassionato di camping.

Sintesi tra due sedute pieghevoli iconiche come la tripolina e la regista, Fionda di Jasper Morrison è il nuovo prodotto presentato per il 2013 da Mattiazzi. Pensato per l’esterno, ha la struttura in legno e la seduta rimovibile in tessuto. L’ispirazione? Il campeggio. Forse non tutti sanno che il designer inglese è un grande appassionato di camping.


Altre idee
Sintesi tra due sedute pieghevoli iconiche come la tripolina e la regista, Fionda di Jasper Morrison è il nuovo prodotto presentato per il 2013 da Mattiazzi. Pensato per l’esterno, ha la struttura in legno e la seduta rimovibile in tessuto. L’ispirazione? Il campeggio. Forse non tutti sanno che il designer inglese è un grande appassionato di camping.

Sintesi tra due sedute pieghevoli iconiche come la tripolina e la regista, Fionda di Jasper Morrison è il nuovo prodotto presentato per il 2013 da Mattiazzi. Pensato per l’esterno, ha la struttura in legno e la seduta rimovibile in tessuto. L’ispirazione? Il campeggio. Forse non tutti sanno che il designer inglese è un grande appassionato di camping.

Artek riedita le sedute della serie Lukki disegnate nel 1950 da di llmari Tapiovaara, prime di una lunga serie che impiega il metallo curvato e legno: il designer è tra le icone del progetto scandinavo. Spiega Mirkku Kullberg, CEO Artek: “E la loro genesi che rende le Icone Classiche così vive. Nascono da passione ed entusiasmo derivanti dal desiderio di rinnovare la società e lindividuo. I loro creatori hanno visioni di ampia portata ed una scintilla di genio. Le Icone Classiche sono create…

Artek riedita le sedute della serie Lukki disegnate nel 1950 da di llmari Tapiovaara, prime di una lunga serie che impiega il metallo curvato e legno: il designer è tra le icone del progetto scandinavo. Spiega Mirkku Kullberg, CEO Artek: “E la loro genesi che rende le Icone Classiche così vive. Nascono da passione ed entusiasmo derivanti dal desiderio di rinnovare la società e lindividuo. I loro creatori hanno visioni di ampia portata ed una scintilla di genio. Le Icone Classiche sono create…

In zona Tortona, nello spazio Emporio dell’Opificio 31, il brand olandese Prooff, si è presentato al Fuorisalone insieme a due dei suoi designer di punta: Ben Van Berkel e Jurgen Bey. In foto: a sinistra il tavolo Sit Table disegnato da UNStudio è disponibile in diverse taglie e configurabile per adattarsi ad ogni tipo di ambiente lavorativo; a destra la SideSeat, il nuovo progetto di workstation firmato dallo studio Makkink, è un banco su cui appoggiare pc o quant’altro, dotata di cassettie

In zona Tortona, nello spazio Emporio dell’Opificio 31, il brand olandese Prooff, si è presentato al Fuorisalone insieme a due dei suoi designer di punta: Ben Van Berkel e Jurgen Bey. In foto: a sinistra il tavolo Sit Table disegnato da UNStudio è disponibile in diverse taglie e configurabile per adattarsi ad ogni tipo di ambiente lavorativo; a destra la SideSeat, il nuovo progetto di workstation firmato dallo studio Makkink, è un banco su cui appoggiare pc o quant’altro, dotata di cassettie

La seduta Zantilam firmata da Patricia Urquiolaper Very Wood, nuovo brand del Gruppo Gervasoni specializzato nel contract. Realizzata in legno curvato essenze di faggio e frassino è disponibile anche con corda intrecciata.

La seduta Zantilam firmata da Patricia Urquiolaper Very Wood, nuovo brand del Gruppo Gervasoni specializzato nel contract. Realizzata in legno curvato essenze di faggio e frassino è disponibile anche con corda intrecciata.

DESALTO element by Tokujin Yoshioka

DESALTO element by Tokujin Yoshioka

Si nota una nuova attenzione per gli oggetti quotidiani che vengono reinterpretati in chiave design. Ne è un esempio perfetto il cestino gettacarte di Johanna Dehio, tra le novità di Discipline 2013. Un oggetto composto da tre parti, che possono essere staccate o unite grazie a piccole calamite. I colori diversi e la divisione serve per la raccolta differenziata.Foto di Donatella Simonetti

Si nota una nuova attenzione per gli oggetti quotidiani che vengono reinterpretati in chiave design. Ne è un esempio perfetto il cestino gettacarte di Johanna Dehio, tra le novità di Discipline 2013. Un oggetto composto da tre parti, che possono essere staccate o unite grazie a piccole calamite. I colori diversi e la divisione serve per la raccolta differenziata.Foto di Donatella Simonetti

Palm Springs - Mary Costa Photography - Art Deco Miami - Oh Marie

Palm Springs - Mary Costa Photography - Art Deco Miami - Oh Marie

Gigantic bean bag chair for the patio.

Gigantic bean bag chair for the patio.

Avoc - Domestic Madness

Avoc - Domestic Madness

Pinterest
Cerca