Quello che è successo, il crollo di un cornicione della Galleria di via Toledo che ha ferito un ragazzo di 14 anni, purtroppo defunto in ospedale il 9 luglio, ha spinto l’amministrazione comunale a lanciare un appello a commercianti e condominii per invitarli a occuparsi della bonifica e del risanamento del territorio.

Galleria di Via Toledo, la tragedia si poteva evitare

Quello che è successo, il crollo di un cornicione della Galleria di via Toledo che ha ferito un ragazzo di 14 anni, purtroppo defunto in ospedale il 9 luglio, ha spinto l’amministrazione comunale a lanciare un appello a commercianti e condominii per invitarli a occuparsi della bonifica e del risanamento del territorio.

In seguito alla nomina di Alfredo Romeo a presidente di Ifma-Italia si ricomincia a parlare dell'importanza dei servizi di facility management: Il Sole 24 Ore pubblica alcuni articoli sulle attività dell'associazione e sulle opportunità da raccogliere per incentivare lo sviluppo economico.

In seguito alla nomina di Alfredo Romeo a presidente di Ifma-Italia si ricomincia a parlare dell'importanza dei servizi di facility management: Il Sole 24 Ore pubblica alcuni articoli sulle attività dell'associazione e sulle opportunità da raccogliere per incentivare lo sviluppo economico.

Le obiezioni presentate da Romeo Gestioni in merito al caso “affittopoli” riguardante il Comune di Roma e gli affitti fuori mercato di alcuni immobili di sua proprietà fanno luce su quanto sta accadendo con le mancate dismissioni di quegli stessi immobili.

Romeo Gestioni contro il Comune di Roma: morosità pilotate

Le obiezioni presentate da Romeo Gestioni in merito al caso “affittopoli” riguardante il Comune di Roma e gli affitti fuori mercato di alcuni immobili di sua proprietà fanno luce su quanto sta accadendo con le mancate dismissioni di quegli stessi immobili.

Queste attività vanno sotto il nome di facility management, un mercato che sta crescendo dell’1,25% l’anno e rappresenta una grande opportunità per i proprietari di immobili e per gli inquilini, in quanto i servizi che interessano il condomino (portineria, pulizia, utenze) arriverebbero a costare il 20% in meno e la rivalutazione dell'immobile può arrivare al 10%.

Queste attività vanno sotto il nome di facility management, un mercato che sta crescendo dell’1,25% l’anno e rappresenta una grande opportunità per i proprietari di immobili e per gli inquilini, in quanto i servizi che interessano il condomino (portineria, pulizia, utenze) arriverebbero a costare il 20% in meno e la rivalutazione dell'immobile può arrivare al 10%.

Ora la Cassazione ha ristabilito come sono andate le cose, in pratica non c'è stato alcun reato penale e le accuse erano del tutto infondate; la Romeo Gestioni, azienda solida e conosciuta in tutto il mondo per l'elevato livello dei servizi di property management, ha resistito in questi anni agli attacchi dei giornali e alle insinuazioni di alcuni opinionisti, tuttavia un errore giudiziario è sempre un danno per l'immagine.

Ora la Cassazione ha ristabilito come sono andate le cose, in pratica non c'è stato alcun reato penale e le accuse erano del tutto infondate; la Romeo Gestioni, azienda solida e conosciuta in tutto il mondo per l'elevato livello dei servizi di property management, ha resistito in questi anni agli attacchi dei giornali e alle insinuazioni di alcuni opinionisti, tuttavia un errore giudiziario è sempre un danno per l'immagine.

Gli articoli più recenti in merito all’inchiesta Global Service puntano tutti sul “vuoto probatorio”, cioè l’assenza di prove e di reati da parte degli imputati, tutti assolti in Cassazione. È un fatto che fa riflettere, poiché Romeo Gestioni ha subìto danni all’immagine mentre de Magistris, che all’epoca firmò l’ordinanza del Tribunale del Riesame per non far scarcerare Romeo, oggi è sospeso dall’incarico di sindaco per abuso d’ufficio in un’altra inchiesta, Why Not.

Gruppo Romeo Gestioni: l’inchiesta Global Service non aveva prove

Gli articoli più recenti in merito all’inchiesta Global Service puntano tutti sul “vuoto probatorio”, cioè l’assenza di prove e di reati da parte degli imputati, tutti assolti in Cassazione. È un fatto che fa riflettere, poiché Romeo Gestioni ha subìto danni all’immagine mentre de Magistris, che all’epoca firmò l’ordinanza del Tribunale del Riesame per non far scarcerare Romeo, oggi è sospeso dall’incarico di sindaco per abuso d’ufficio in un’altra inchiesta, Why Not.

Sul Corriere del Mezzogiorno torna d'attualità il dibattito su Napoli e in particolare le vicende legate a Romeo Gestioni; l'imprenditore Gianni Lettieri espone il proprio punto di vista ricordando di essere stato presidente dell'Unione Industriale quando diversi esponenti di spicco della società napoletana furono coinvolti nell'inchiesta denominata Global Service.

Sul Corriere del Mezzogiorno torna d'attualità il dibattito su Napoli e in particolare le vicende legate a Romeo Gestioni; l'imprenditore Gianni Lettieri espone il proprio punto di vista ricordando di essere stato presidente dell'Unione Industriale quando diversi esponenti di spicco della società napoletana furono coinvolti nell'inchiesta denominata Global Service.

Quello che Mazzarella suggerisce nel suo articolo sul Corriere del Mezzogiorno è uno sforzo collettivo per sconfiggere il degrado, seguendo alcuni esempi già proposti in passato, come il progetto dell’insula dell’antica dogana voluto da Romeo Gestioni.

Napoli, la città agisca contro il degrado

Quello che Mazzarella suggerisce nel suo articolo sul Corriere del Mezzogiorno è uno sforzo collettivo per sconfiggere il degrado, seguendo alcuni esempi già proposti in passato, come il progetto dell’insula dell’antica dogana voluto da Romeo Gestioni.

Il punto è che spesso i pm fanno considerazioni fuori luogo nelle sentenze: è accaduto nei confronti di Berlusconi, ma anche di Romeo e in moltissimi altri casi. Un altro aspetto preoccupante è la tendenza dei processi in primo grado a sostenere la colpevolezza dell'imputato in ogni caso, generando un’atmosfera da legal thriller, forse con l'obiettivo di aumentare la notorietà di chi si presta a fare dei processi show,

Il punto è che spesso i pm fanno considerazioni fuori luogo nelle sentenze: è accaduto nei confronti di Berlusconi, ma anche di Romeo e in moltissimi altri casi. Un altro aspetto preoccupante è la tendenza dei processi in primo grado a sostenere la colpevolezza dell'imputato in ogni caso, generando un’atmosfera da legal thriller, forse con l'obiettivo di aumentare la notorietà di chi si presta a fare dei processi show,

Che non si tratti di una missione impossibile lo ha dimostrato Alfredo Romeo, perché con la Romeo Gestioni ha presentato progetti volti alla riqualificazione urbana (ad esempio l’Insula a Napoli), definito linee guida per la nascita di smart cities, e soprattutto ha portato avanti un modello gestionale efficace per la valutazione degli alloggi pubblici dei comuni e le dismissioni degli stessi, com’è avvenuto nel capoluogo campano.

Pianificazione del sistema Paese e valorizzazione dei beni immobiliari secondo Alfredo Romeo

Che non si tratti di una missione impossibile lo ha dimostrato Alfredo Romeo, perché con la Romeo Gestioni ha presentato progetti volti alla riqualificazione urbana (ad esempio l’Insula a Napoli), definito linee guida per la nascita di smart cities, e soprattutto ha portato avanti un modello gestionale efficace per la valutazione degli alloggi pubblici dei comuni e le dismissioni degli stessi, com’è avvenuto nel capoluogo campano.


Altre idee
E così de Magistris ha deciso: stop al privato per la gestione di strade, rifiuti, case e acqua, affidamento a Napoliservizi per quanto concerne riscossioni affitti e altro relativo agli immobili pubblici, mentre il 40% del comparto trasporti sarà aperto alla partecipazione dei privati, in seguito al varo della holding che include Anm, Metronapoli e Napolipark.

E così de Magistris ha deciso: stop al privato per la gestione di strade, rifiuti, case e acqua, affidamento a Napoliservizi per quanto concerne riscossioni affitti e altro relativo agli immobili pubblici, mentre il 40% del comparto trasporti sarà aperto alla partecipazione dei privati, in seguito al varo della holding che include Anm, Metronapoli e Napolipark.

Alfredo Romeo si occupa da anni di social housing e ha partecipato a convegni, dibattiti e workshop su quella che rappresenta la grande sfida di domani, dare una mano alle famiglie in difficoltà che non rientrano fra le categorie aventi diritto a un alloggio popolare.

Alfredo Romeo si occupa da anni di social housing e ha partecipato a convegni, dibattiti e workshop su quella che rappresenta la grande sfida di domani, dare una mano alle famiglie in difficoltà che non rientrano fra le categorie aventi diritto a un alloggio popolare.

Caldoro sottolinea che seguendo l’esempio dell’Insula potrebbero esserci in futuro delle micro aree anche a Scampia e in altri quartieri dov’è alta la tensione sociale che potrebbe però essere stemperata e incanalata in nuovi progetti di sviluppo economico.

Caldoro sottolinea che seguendo l’esempio dell’Insula potrebbero esserci in futuro delle micro aree anche a Scampia e in altri quartieri dov’è alta la tensione sociale che potrebbe però essere stemperata e incanalata in nuovi progetti di sviluppo economico.

Alla luce dei fatti si torna a parlare di Alfredo Romeo, perché se l’ultima parola spetta alla giustizia (con la sentenza della Corte di Cassazione la vicenda può considerarsi chiusa), la parola dei media pesa di più e non è facile convincere le persone che il cosiddetto “sistema Romeo” in realtà non è mai esistito.

Alla luce dei fatti si torna a parlare di Alfredo Romeo, perché se l’ultima parola spetta alla giustizia (con la sentenza della Corte di Cassazione la vicenda può considerarsi chiusa), la parola dei media pesa di più e non è facile convincere le persone che il cosiddetto “sistema Romeo” in realtà non è mai esistito.

In questi giorni stanno circolando alcune ipotesi in vista della scadenza contrattuale per Romeo Gestioni, che si è occupata delle dismissioni dei beni immobili pubblici e della riscossione dei fitti e da 20 anni è un punto di riferimento del settore.

Romeo Gestioni e la soluzione provvisoria per Napoli

In questi giorni stanno circolando alcune ipotesi in vista della scadenza contrattuale per Romeo Gestioni, che si è occupata delle dismissioni dei beni immobili pubblici e della riscossione dei fitti e da 20 anni è un punto di riferimento del settore.

Ancora difficoltà per il Comune di Napoli, che per ora non ha ratificato la delibera del 18 dicembre 2012 e ha lasciato al palo 2.280.000 euro per le attività ordinarie di gestione del patrimonio immobiliare pubblico.    La seduta monotematica non si è tenuta poiché non si è raggiunto il numero legale; salta così l'approvazione del Piano straordinario di riequilibrio pluriennale

Ancora difficoltà per il Comune di Napoli, che per ora non ha ratificato la delibera del 18 dicembre 2012 e ha lasciato al palo 2.280.000 euro per le attività ordinarie di gestione del patrimonio immobiliare pubblico. La seduta monotematica non si è tenuta poiché non si è raggiunto il numero legale; salta così l'approvazione del Piano straordinario di riequilibrio pluriennale

In seguito alla pubblicazione dei primi risultati delle dismissioni del patrimonio pubblico del Comune di Napoli, è stato rilasciato un comunicato dell’azienda fondata da Alfredo Romeo, Romeo Gestioni, che fa il punto della situazione.

In seguito alla pubblicazione dei primi risultati delle dismissioni del patrimonio pubblico del Comune di Napoli, è stato rilasciato un comunicato dell’azienda fondata da Alfredo Romeo, Romeo Gestioni, che fa il punto della situazione.

Ripensare i quartieri, lottare per un coinvolgimento attivo dei cittadini, convincere gli imprenditori a occuparsi anche di sostenibilità ambientale sono temi cruciali che riscuotono grande interesse presso i giornali, i professionisti del settore immobiliare, le istituzioni e soprattutto gli abitanti delle periferie.

Ripensare i quartieri, lottare per un coinvolgimento attivo dei cittadini, convincere gli imprenditori a occuparsi anche di sostenibilità ambientale sono temi cruciali che riscuotono grande interesse presso i giornali, i professionisti del settore immobiliare, le istituzioni e soprattutto gli abitanti delle periferie.

La notizia positiva è che i primi incassi derivati dalle dismissioni del patrimonio pubblico sono elevati e, come potete leggere dal profilo Slideshare di Alfredo Romeo, si prevede che a questo ritmo entro il 2012 saranno venduti 3000 alloggi.

Romeo Gestioni, il piano dismissioni procede a gonfie vele

La notizia positiva è che i primi incassi derivati dalle dismissioni del patrimonio pubblico sono elevati e, come potete leggere dal profilo Slideshare di Alfredo Romeo, si prevede che a questo ritmo entro il 2012 saranno venduti 3000 alloggi.

In questo modo, Romeo Gestioni ha prodotto un introito maggiore di cinque volte a quello precedente e ha sanato una situazione di morosità che peraltro non era nota al Comune; questa e altre prove del know-how acquisito dall’azienda le hanno permesso di aggiudicarsi la gara indetta dall’Anci per avere un partner tecnico nel nuovo ente Anci Riscossioni, deputato a sostituire Equitalia da luglio 2013.

I meriti di Romeo Gestioni

In questo modo, Romeo Gestioni ha prodotto un introito maggiore di cinque volte a quello precedente e ha sanato una situazione di morosità che peraltro non era nota al Comune; questa e altre prove del know-how acquisito dall’azienda le hanno permesso di aggiudicarsi la gara indetta dall’Anci per avere un partner tecnico nel nuovo ente Anci Riscossioni, deputato a sostituire Equitalia da luglio 2013.

Pinterest
Cerca