Testimone Inconsapevole, l'esordio di Gianrico Carofiglio, è ormai un classico del legal trhiller all'italiana che dopo più di 10 anni è ancora capace di sorprendere il lettore.

Testimone Inconsapevole, l'esordio di Gianrico Carofiglio, è ormai un classico del legal trhiller all'italiana che dopo più di 10 anni è ancora capace di sorprendere il lettore.

Era di maggio - Antonio Manzini - 21 recensioni su Anobii

Era di maggio - Antonio Manzini - 21 recensioni su Anobii

Non è stagione di Antonio Manzini, la recensione di Cristiano Idini per @sugarpulp

Non è stagione di Antonio Manzini, la recensione di Cristiano Idini per @sugarpulp

ALLA FINE DI UN GIORNO NOIOSO  Dieci anni dopo il lancio di Arrivederci amore, ciao torna Giorgio Pellegrini.    Dopo 11 anni di vita “onesta” Giorgio Pellegrini, l'indimenticabile protagonista di Arrivederci amore, ciao viene truffato dal suo avvocato che, dopo averlo derubato, lo costringe a diventare un galoppino. Ma le vie del crimine sono infinite e Giorgio Pellegrini è troppo intelligente e crudele per rassegnarsi al ruolo di vittima.

ALLA FINE DI UN GIORNO NOIOSO Dieci anni dopo il lancio di Arrivederci amore, ciao torna Giorgio Pellegrini. Dopo 11 anni di vita “onesta” Giorgio Pellegrini, l'indimenticabile protagonista di Arrivederci amore, ciao viene truffato dal suo avvocato che, dopo averlo derubato, lo costringe a diventare un galoppino. Ma le vie del crimine sono infinite e Giorgio Pellegrini è troppo intelligente e crudele per rassegnarsi al ruolo di vittima.

L’OSCURA IMMENSITÀ DELLA MORTE  Nel corso di una rapina, un malvivente prende in ostaggio una donna e il figlio di otto anni e li uccide. L'uomo, Raffaello Beggiato, viene condannato all'ergastolo, mentre il suo complice riesce a fuggire. Il marito della donna assassinata e padre del bambino, Stefano Contin, non si dà pace. Per quindici anni vive con l'ossessione di quella che lui chiama “l'oscura immensità della morte”. E della vendetta per cui architetta piano machiavellico...

L’OSCURA IMMENSITÀ DELLA MORTE Nel corso di una rapina, un malvivente prende in ostaggio una donna e il figlio di otto anni e li uccide. L'uomo, Raffaello Beggiato, viene condannato all'ergastolo, mentre il suo complice riesce a fuggire. Il marito della donna assassinata e padre del bambino, Stefano Contin, non si dà pace. Per quindici anni vive con l'ossessione di quella che lui chiama “l'oscura immensità della morte”. E della vendetta per cui architetta piano machiavellico...

ARRIVEDERCI AMORE, CIAO.  Questo romanzo di Massimo Carlotto è il compimento di un ciclo sull'Italia nera, un romanzo dove l'autore , con il suo stile asciutto, sarcastico, lapidario, racconta la storia di un protagonista negativo di questi anni: un anti-eroe che racchiude in sé i vizi e le perversioni di un uomo simbolo di una certa Italia laida e rampante che vuole vincere ad ogni costo.

ARRIVEDERCI AMORE, CIAO. Questo romanzo di Massimo Carlotto è il compimento di un ciclo sull'Italia nera, un romanzo dove l'autore , con il suo stile asciutto, sarcastico, lapidario, racconta la storia di un protagonista negativo di questi anni: un anti-eroe che racchiude in sé i vizi e le perversioni di un uomo simbolo di una certa Italia laida e rampante che vuole vincere ad ogni costo.

2004. Dall'Istituto di medicina legale di Padova spariscono 44 chili di sostanze stupefacenti. Criminalità organizzata da un lato e forze dell'ordine dall'altro si scatenano. L'Alligatore riceve pressioni per indagare e scoprire l'identità dei responsabili del furto.   2006. Due anni più tardi scompare Sylvie, la donna di Beniamino Rossini, conosciuta anni prima in un night del Nordest. Il vecchio gangster non si dà pace e la cerca ovunque.

2004. Dall'Istituto di medicina legale di Padova spariscono 44 chili di sostanze stupefacenti. Criminalità organizzata da un lato e forze dell'ordine dall'altro si scatenano. L'Alligatore riceve pressioni per indagare e scoprire l'identità dei responsabili del furto. 2006. Due anni più tardi scompare Sylvie, la donna di Beniamino Rossini, conosciuta anni prima in un night del Nordest. Il vecchio gangster non si dà pace e la cerca ovunque.

Ti prendo e ti porto via

Ti prendo e ti porto via

"Piantala con questi mostri, Michele. I mostri non esistono. I fantasmi, i lupi mannari, le streghe sono fesserie inventate per mettere paura ai creduloni come te. Devi avere paura degli uomini, non dei mostri"

"Piantala con questi mostri, Michele. I mostri non esistono. I fantasmi, i lupi mannari, le streghe sono fesserie inventate per mettere paura ai creduloni come te. Devi avere paura degli uomini, non dei mostri"

Pinterest
Cerca