Explore Napoli and more!

Quadruplicati in 12 anni. Sono 200 mila gli immigrati che vivono in Campania, concentrati attorno ai tre capoluoghi Napoli, Salerno e Caserta. Un dato che conferisce alla regione il primato nel Mezzogiorno con la maggiore densità di extracomunitari. Una crescita in valore assoluto che ogni anno assegna ai migranti uno spazio in più.

Boom di immigrati ma senza casa e lavoro - Napoli - Repubblica.it

Quadruplicati in 12 anni. Sono 200 mila gli immigrati che vivono in Campania, concentrati attorno ai tre capoluoghi Napoli, Salerno e Caserta. Un dato che conferisce alla regione il primato nel Mezzogiorno con la maggiore densità di extracomunitari. Una crescita in valore assoluto che ogni anno assegna ai migranti uno spazio in più.

Italia, provincia del bangladesh

Italia, provincia del bangladesh

L’Italia paga dei migranti per andare in Germania

L’Italia paga dei migranti per andare in Germania

Volume Calculator

Lead a discussion on some of the most important issues facing our country by using these guides which break down the issue, provide solid facts and supporting data, and engaging quizzes and other interactive features to help get the conversation started!

In Puglia la prima città dei braccianti neri Così vivono ottocento forzati della terra

In Puglia la prima città dei braccianti neri Così vivono ottocento forzati della terra

Italia, solo lo 0,01% dei rifugiati ha ottenuto lo status “a distanza”

Italia, solo lo dei rifugiati ha ottenuto lo status “a distanza”

Migranti forzati, 72 milioni di persone costrette a fuggire. Rapporto di CRI e Mezzaluna Rossa #FocusImmigrazione

Migranti forzati, 72 milioni di persone costrette a fuggire. Rapporto di CRI e Mezzaluna Rossa #FocusImmigrazione

Sono almeno 400mila, secondo l'ultimo rapporto Flai Cgil, i braccianti che lavorano nell'agricoltura sotto i caporali. Che vuol dire: paghe di 4 euro l'ora, giornate di fatica infinite, spostamenti a seconda delle stagioni. Un plotone di giovani, molti immigrati stranieri, senza diritti. Spesso nelle mani della mafia, che nel settore produce il 10% dei suoi introiti

Nei campi lavorano gli schiavi

Sono almeno 400mila, secondo l'ultimo rapporto Flai Cgil, i braccianti che lavorano nell'agricoltura sotto i caporali. Che vuol dire: paghe di 4 euro l'ora, giornate di fatica infinite, spostamenti a seconda delle stagioni. Un plotone di giovani, molti immigrati stranieri, senza diritti. Spesso nelle mani della mafia, che nel settore produce il 10% dei suoi introiti

Finiti i soldi dei soccorsi ai barconi di migranti «Mare Nostrum» costa 9 milioni al mese #fb

Finiti i soldi dei soccorsi ai barconi di migranti «Mare Nostrum» costa 9 milioni al mese #fb

Emergenza Nord Africa: 59 milioni spesi in Campania. Gli immigrati: "mai visto un euro"

Emergenza Nord Africa: 59 milioni spesi in Campania. Gli immigrati: "mai visto un euro"

Chi specula sui profughi

Chi specula sui profughi

Coops, Chicken Roost, Chicken Coops

Storia di Rashid, 17 anni Si ribella alla schiavitù e ora rischia l' espulsione #fb

Storia di Rashid, 17 anni Si ribella alla schiavitù e ora rischia l' espulsione #fb

"I Cie sono lager, ma chiuderli farebbe perdere il lavoro agli italiani"

"I Cie sono lager, ma chiuderli farebbe perdere il lavoro agli italiani"

A San Prisco, provincia di Caserta, nelle campagne distanti chilometri dal centro abitato vivono da quasi un anno 80 profughi: scarsa assistenza e nessuna informazione. Tra di loro un gruppo di 33 somali, alcuni dei quali hanno già un riconoscimento da rifugiati rilasciato dall'Unhcr in Libia. I profughi: "Aiutate il nostro compagno, sta malissimo".

A San Prisco, provincia di Caserta, nelle campagne distanti chilometri dal centro abitato vivono da quasi un anno 80 profughi: scarsa assistenza e nessuna informazione. Tra di loro un gruppo di 33 somali, alcuni dei quali hanno già un riconoscimento da rifugiati rilasciato dall'Unhcr in Libia. I profughi: "Aiutate il nostro compagno, sta malissimo".

Di origine bosniaca, hanno perso il lavoro. E così anche il permesso di soggiorno, ma non hanno nessuna patria in cui tornare. L'avvocato: "Una situazione paradossale"

Di origine bosniaca, hanno perso il lavoro. E così anche il permesso di soggiorno, ma non hanno nessuna patria in cui tornare. L'avvocato: "Una situazione paradossale"

Immigrati aspettano di essere evacuati da Rosarno dopo gli scontri con gli abitanti, 9 gennaio 2010

Immigrati aspettano di essere evacuati da Rosarno dopo gli scontri con gli abitanti, 9 gennaio 2010

Pinterest
Search