Esplora queste idee e molte altre!

Esplora argomenti correlati

In Francia, la questione delle origini è piuttosto importante: se sei un ottimo calciatore sei francese, se la stessa persona ruba al supermercato diventa un arabo. Lo stesso vale per me: se realizzo un film di successo, vengo indicata come “artista francese”, ma se faccio qualcosa che non piace divento subito “francese di origine iraniana”. In fondo, dovremmo ricordarci di avere tutti la stessa origine. Io sono iraniana, francese, svedese e tedesca insieme. Bello, no? Marjane Satrapi

In Francia, la questione delle origini è piuttosto importante: se sei un ottimo calciatore sei francese, se la stessa persona ruba al supermercato diventa un arabo. Lo stesso vale per me: se realizzo un film di successo, vengo indicata come “artista francese”, ma se faccio qualcosa che non piace divento subito “francese di origine iraniana”. In fondo, dovremmo ricordarci di avere tutti la stessa origine. Io sono iraniana, francese, svedese e tedesca insieme. Bello, no? Marjane Satrapi

Il mondo veniva verso di me, sfogliandosi come un libro meraviglioso. Qualcuno dice che la meraviglia appartiene agli ignoranti: io benedico la mia ignoranza che continua a rifornirmi di stupore; forse è per magia d’ignoranza che si intravede l’anima delle cose. Dolores Prato

Il mondo veniva verso di me, sfogliandosi come un libro meraviglioso. Qualcuno dice che la meraviglia appartiene agli ignoranti: io benedico la mia ignoranza che continua a rifornirmi di stupore; forse è per magia d’ignoranza che si intravede l’anima delle cose. Dolores Prato

Non mi sono mai addomesticata, né ammansita. Della mia bellezza non me ne sono fatta uno strumento, anche quando avrei potuto servirmene. Il succo della vita è di viverla. Possibilmente al di là delle transenne. Continuo a farlo. Carla Vasio

Non mi sono mai addomesticata, né ammansita. Della mia bellezza non me ne sono fatta uno strumento, anche quando avrei potuto servirmene. Il succo della vita è di viverla. Possibilmente al di là delle transenne. Continuo a farlo. Carla Vasio

Io sono tutte le persone che ho conosciuto. Sono tutte le storie che ho ascoltato, le case e le città che ho abitato. Come Alghero, di luce e bastioni, che guardo dall'alto mentre sono in balcone a fumare, il rumore costante del mare. Paola Soriga

Io sono tutte le persone che ho conosciuto. Sono tutte le storie che ho ascoltato, le case e le città che ho abitato. Come Alghero, di luce e bastioni, che guardo dall'alto mentre sono in balcone a fumare, il rumore costante del mare. Paola Soriga

Io credo che le cose che ci attraggono e quelle che ci respingono abbiano lo stesso potere sul nostro corpo e sulla nostra mente, e sembrano, almeno a me, ugualmente determinanti nel nostro destino. Continuiamo a camminare verso il frastuono senza riuscire ad accettare ciò che quel rumore ci mostra. Jane Urquhart

Io credo che le cose che ci attraggono e quelle che ci respingono abbiano lo stesso potere sul nostro corpo e sulla nostra mente, e sembrano, almeno a me, ugualmente determinanti nel nostro destino. Continuiamo a camminare verso il frastuono senza riuscire ad accettare ciò che quel rumore ci mostra. Jane Urquhart

Ero una bambina, che poi a quel tempo nemmeno a 10 anni si era più bambini e io mi sentivo una donna. Mamma a quei tempi già mi aveva insegnato ad ascoltare: non le parole, ma i messaggi che mi venivano inviati. Erano ovunque ma prima di allora non avevo mai guardato. Bastava porre una domanda e aspettare tenendo gli occhi bene aperti. Una qualsiasi domanda. Claudia Zedda

Ero una bambina, che poi a quel tempo nemmeno a 10 anni si era più bambini e io mi sentivo una donna. Mamma a quei tempi già mi aveva insegnato ad ascoltare: non le parole, ma i messaggi che mi venivano inviati. Erano ovunque ma prima di allora non avevo mai guardato. Bastava porre una domanda e aspettare tenendo gli occhi bene aperti. Una qualsiasi domanda. Claudia Zedda

Prima di vivere con gli altri, bisogna che viva con me stesso: la coscienza è l'unica cosa che non debba conformarsi al volere della maggioranza.  Il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda. È raro vincere, in questi casi, ma qualche volta succede. Harper Lee

Prima di vivere con gli altri, bisogna che viva con me stesso: la coscienza è l'unica cosa che non debba conformarsi al volere della maggioranza. Il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda. È raro vincere, in questi casi, ma qualche volta succede. Harper Lee

A me piacciono le persone che amano stare al mondo anche se il mondo fa schifo, mi stanno bene quelli che non chiedono altro che di continuare a restare vivi ancora un po’ e poi quando è arrivato il momento riescono a dire au revoir a tutto quanto, senza rancore e senza rimpianti.  È qualcosa su cui mi sto esercitando. Rossana Campo

A me piacciono le persone che amano stare al mondo anche se il mondo fa schifo, mi stanno bene quelli che non chiedono altro che di continuare a restare vivi ancora un po’ e poi quando è arrivato il momento riescono a dire au revoir a tutto quanto, senza rancore e senza rimpianti. È qualcosa su cui mi sto esercitando. Rossana Campo

So true........

So true........

Ho avuto spesso la voglia di mollare, credo sia normale, fa parte del processo di integrazione, della muta d’identità. La nostalgia, più che la mancanza del proprio paese, credo sia la perdita di noi stessi nel contesto dei luoghi e degli affetti familiari, la perdita della pelle protettiva della nostra abituale identità. Ma se da un lato la nostalgia è causa di malessere, dall’altro può diventare uno stimolo di rivincita. Guergana Radeva

Ho avuto spesso la voglia di mollare, credo sia normale, fa parte del processo di integrazione, della muta d’identità. La nostalgia, più che la mancanza del proprio paese, credo sia la perdita di noi stessi nel contesto dei luoghi e degli affetti familiari, la perdita della pelle protettiva della nostra abituale identità. Ma se da un lato la nostalgia è causa di malessere, dall’altro può diventare uno stimolo di rivincita. Guergana Radeva

Pinterest
Cerca