Pinterest

Explore these ideas and more!

I Métis (Bois-brûlés) discendono dalle unioni tra i nativi (Cree, Ojibway, Saulteaux, e Menominee) e persone di origine europea, principalmente Coureurs des bois o Voyageurs franco-canadesi. Straordinaria è la cultura Métis nata dall' incrocio tra gli usi Cree e quelli francesi nella zona del Red River (Manitoba). In questa zona nacque anche un particolare idioma il Michif o Métchif che combina il Plains Cree (dialetto occidentale Cree) e il Metis francese (varietà francese  del Canada).

I Métis (Bois-brûlés) discendono dalle unioni tra i nativi (Cree, Ojibway, Saulteaux, e Menominee) e persone di origine europea, principalmente Coureurs des bois o Voyageurs franco-canadesi. Straordinaria è la cultura Métis nata dall' incrocio tra gli usi Cree e quelli francesi nella zona del Red River (Manitoba). In questa zona nacque anche un particolare idioma il Michif o Métchif che combina il Plains Cree (dialetto occidentale Cree) e il Metis francese (varietà francese del Canada).

Pettorali femminili eseguiti con elementi tubolari. Perline tubolari erano estremamente popolari nel periodo 1880-1910 e sono ancora molto comuni nei raduni tradizionali dei Nativi Americani d'oggi. Queste perle sono utilizzati in girocolli, pettorali, orecchini e collane indossati da uomini e donne.

Pettorali femminili eseguiti con elementi tubolari. Perline tubolari erano estremamente popolari nel periodo 1880-1910 e sono ancora molto comuni nei raduni tradizionali dei Nativi Americani d'oggi. Queste perle sono utilizzati in girocolli, pettorali, orecchini e collane indossati da uomini e donne.

Sulle rive del Mississippi vicino a St. Louis Cahokia (c. 600-1400 DC) è il più grande sito archeologico della cultura Mississippiana. Vicino alla città di Tuscaloosa, in Alabama Moundville(C.1000 dC al 1450 Dc) è il secondo più grande sito degli Stati Uniti. Etowah (1100-1550) lungo il fiume Etowah a sud di Cartersville nella contea di Bartow in Georgia.

Sulle rive del Mississippi vicino a St. Louis Cahokia (c. 600-1400 DC) è il più grande sito archeologico della cultura Mississippiana. Vicino alla città di Tuscaloosa, in Alabama Moundville(C.1000 dC al 1450 Dc) è il secondo più grande sito degli Stati Uniti. Etowah (1100-1550) lungo il fiume Etowah a sud di Cartersville nella contea di Bartow in Georgia.

Uomini, donne e bambini per viaggiare in inverno indossavano le racchette da neve, infatti, sarebbe stato impossibile muoversi sul terreno innevato senza sprofondare. La racchetta da neve era una necessità tanto quanto la canoa in estate. Si fabbricavano diversi tipi di racchette da neve a seconda delle zone o dell'uso che se ne doveva fare.

Uomini, donne e bambini per viaggiare in inverno indossavano le racchette da neve, infatti, sarebbe stato impossibile muoversi sul terreno innevato senza sprofondare. La racchetta da neve era una necessità tanto quanto la canoa in estate. Si fabbricavano diversi tipi di racchette da neve a seconda delle zone o dell'uso che se ne doveva fare.

Gli abiti tradizionali erano privi di tasche,per questo gli Iroquoian usavano borse di varo tipo per gli scopi più vari.

Gli abiti tradizionali erano privi di tasche,per questo gli Iroquoian usavano borse di varo tipo per gli scopi più vari.

Come per la maggior parte delle tribù Native Americane, tra i popoli del sudest le cerimonie includevano delle danze rituali. Oggetti e paramenti usati nelle danze tradizionali Cherokee e Caddo.

Come per la maggior parte delle tribù Native Americane, tra i popoli del sudest le cerimonie includevano delle danze rituali. Oggetti e paramenti usati nelle danze tradizionali Cherokee e Caddo.

Mappe e carte dell'area dei puebloan. Ubicazione, raggruppamenti linguistici, migrazioni.

Mappe e carte dell'area dei puebloan. Ubicazione, raggruppamenti linguistici, migrazioni.

Equipaggiamento per le cavalcature di imitazione spagnola. Prima del contatto con gli Spagnoli gli Apache, come del resto tutte le altre etnie del Nord America, non conoscevano i cavalli. Gli spagnoli nei primi tempi cercarono di impedire agli indigeni di possedere delle cavalcature ma , specie dopo la rivolta Pueblo del 1680, ne persero presto il controllo. Così gli Apache furono tra i primi a servirsene, rendendo i loro spostamenti più rapidi e di più ampio raggio

Equipaggiamento per le cavalcature di imitazione spagnola. Prima del contatto con gli Spagnoli gli Apache, come del resto tutte le altre etnie del Nord America, non conoscevano i cavalli. Gli spagnoli nei primi tempi cercarono di impedire agli indigeni di possedere delle cavalcature ma , specie dopo la rivolta Pueblo del 1680, ne persero presto il controllo. Così gli Apache furono tra i primi a servirsene, rendendo i loro spostamenti più rapidi e di più ampio raggio

L’arte di intrecciare canestri, come del resto presso le altre etnie della Costa Nordoccidentale, aveva raggiunto tra i Coast Salish un altissimo livello. I loro cesti non avevano nulla da invidiare ai migliori prodotti dell’artigianato californiano

L’arte di intrecciare canestri, come del resto presso le altre etnie della Costa Nordoccidentale, aveva raggiunto tra i Coast Salish un altissimo livello. I loro cesti non avevano nulla da invidiare ai migliori prodotti dell’artigianato californiano

La cultura dei Dene Chilcotin (Tsilhqot'in) e Carrier (Dakelh, Witsuwit'en, Babine) stanziati lungo il corso superiore dei fiume Fraser e Skeena, era fortemente influenzata (Produzione artistica, Potlach, stratificazione sociale, commercio su lunghe distanze) dalle società gerarchizzate dei popoli della Costa (Bella Coola e Tsimshian) e del Plateau (Shuswap...).

La cultura dei Dene Chilcotin (Tsilhqot'in) e Carrier (Dakelh, Witsuwit'en, Babine) stanziati lungo il corso superiore dei fiume Fraser e Skeena, era fortemente influenzata (Produzione artistica, Potlach, stratificazione sociale, commercio su lunghe distanze) dalle società gerarchizzate dei popoli della Costa (Bella Coola e Tsimshian) e del Plateau (Shuswap...).

Nei territori dei gruppi Numa più orientali (Shoshone orientali, Shoshone settentrionali, Bannock, Ute), prossimi alle Praterie, dove si cacciava anche il bisonte, si utilizzavano spesso anche i teepee. La copertura di queste tende poteva durare dai 2 ai 4 anni, quindi entro questo periodo dovevano essere cacciati un numero sufficiente di bisonti per procurarsi le pelli sufficienti a costruirne una nuova, a volte si utilizzavano le pelli dei wapiti.

Nei territori dei gruppi Numa più orientali (Shoshone orientali, Shoshone settentrionali, Bannock, Ute), prossimi alle Praterie, dove si cacciava anche il bisonte, si utilizzavano spesso anche i teepee. La copertura di queste tende poteva durare dai 2 ai 4 anni, quindi entro questo periodo dovevano essere cacciati un numero sufficiente di bisonti per procurarsi le pelli sufficienti a costruirne una nuova, a volte si utilizzavano le pelli dei wapiti.

La religione dei Chumash non differiva molto da quella delle altre etnie californiane. I rituali prevedevano danze drammatiche, paramenti spesso vistosi, accompagnamento tramite strumenti musicali particolari, luoghi consacrati al culto (recinti, grandi strutture coperte seminterrate o al livello del suolo, capanne sudatorie, …) purificazioni (sauna) e altro.

La religione dei Chumash non differiva molto da quella delle altre etnie californiane. I rituali prevedevano danze drammatiche, paramenti spesso vistosi, accompagnamento tramite strumenti musicali particolari, luoghi consacrati al culto (recinti, grandi strutture coperte seminterrate o al livello del suolo, capanne sudatorie, …) purificazioni (sauna) e altro.

I Pawnee, popolo di lingua Caddoan erano composti da 4 gruppi indipendenti: i Chaui, i Kitekhahki, i Pitahawaritwa e gli Skidi. Erano un popolo seminomade di agricoltori e cacciatori. I loro villaggi agricoli (permanenti) erano costituiti da earthlodge, mentre gli accampamenti di caccia da teepee.

I Pawnee, popolo di lingua Caddoan erano composti da 4 gruppi indipendenti: i Chaui, i Kitekhahki, i Pitahawaritwa e gli Skidi. Erano un popolo seminomade di agricoltori e cacciatori. I loro villaggi agricoli (permanenti) erano costituiti da earthlodge, mentre gli accampamenti di caccia da teepee.

Il commercio delle pellicce ha avuto un impatto di vasta portata sulle popolazioni indigene. Prima di essere raggiunti dai commercianti europei, le merci europee (oggetti di metallo, perline, stoffa, armi da fuoco) avevano già da tempo raggiunto le praterie attraverso gli scambi intertribali.

Il commercio delle pellicce ha avuto un impatto di vasta portata sulle popolazioni indigene. Prima di essere raggiunti dai commercianti europei, le merci europee (oggetti di metallo, perline, stoffa, armi da fuoco) avevano già da tempo raggiunto le praterie attraverso gli scambi intertribali.

Tra i popoli delle praterie erano rimedi medicamentosi, oltre alle erbe officinali, degli oggetti a cui erano attribuiti poteri sovrannaturali. Queste "medicine" contenute in una apposita borsa, quando non  erano usate, venivano appese sopra il giaciglio del proprietario, era credenza che in questo modo il loro potere benefico proteggesse tutta la famiglia.

Tra i popoli delle praterie erano rimedi medicamentosi, oltre alle erbe officinali, degli oggetti a cui erano attribuiti poteri sovrannaturali. Queste "medicine" contenute in una apposita borsa, quando non erano usate, venivano appese sopra il giaciglio del proprietario, era credenza che in questo modo il loro potere benefico proteggesse tutta la famiglia.

Guanti a forma di muffola. Il clima rigido del subartico imponeva che anche le mani fossero protette dal freddo, i guanti originalmente erano del tipo a muffola, guanti con tutte le 5 dita sono entrati in uso solo dopo i contatti con la civiltà europea.

Guanti a forma di muffola. Il clima rigido del subartico imponeva che anche le mani fossero protette dal freddo, i guanti originalmente erano del tipo a muffola, guanti con tutte le 5 dita sono entrati in uso solo dopo i contatti con la civiltà europea.