Esplora queste idee e molte altre!

Le pelli e le pellicce venivano magistralmente conciate con vari sistemi (affumicate utilizzando l'urina o il cervello dell'animale stesso,…). Per tali operazioni si usavano tutta una serie di strumenti tra cui raschiatoi per la scarnatura, coltelli simili agli ulu esquimesi, speciali tavolette per tendere le pellicce di piccoli animali (scoiattoli, ermellini, martore,…).

Le pelli e le pellicce venivano magistralmente conciate con vari sistemi (affumicate utilizzando l'urina o il cervello dell'animale stesso,…). Per tali operazioni si usavano tutta una serie di strumenti tra cui raschiatoi per la scarnatura, coltelli simili agli ulu esquimesi, speciali tavolette per tendere le pellicce di piccoli animali (scoiattoli, ermellini, martore,…).

Racchette Naskapi. Uomini, donne e bambini per viaggiare in inverno indossavano le racchette da neve, infatti, sarebbe stato impossibile muoversi sul terreno innevato senza sprofondare. La racchetta da neve era una necessità tanto quanto la canoa in estate. Si fabbricavano almeno 8 diversi tipi di racchette da neve tra cui anche un modello a tavoletta (reperto in alto a destra).

Racchette Naskapi. Uomini, donne e bambini per viaggiare in inverno indossavano le racchette da neve, infatti, sarebbe stato impossibile muoversi sul terreno innevato senza sprofondare. La racchetta da neve era una necessità tanto quanto la canoa in estate. Si fabbricavano almeno 8 diversi tipi di racchette da neve tra cui anche un modello a tavoletta (reperto in alto a destra).

Abiti estivi per i cacciatori Naskapi, Montagnais e Cree orientali. Confezionati dalle donne, i cappotti da caccia in pelle (caribù, alce o cervo) nel corso dei secoli si sono evoluti diventando sempre più elaborati. Ci sono circa 150 di questi cappotti esposti in musei e collezioni private di tutto il mondo. Questi abiti nel periodo tra l'inizio del 1700 e la fine del 1800 rappresentano il picco della tradizione artistica, religiosa, e culturale di questi gruppi di persone.

Abiti estivi per i cacciatori Naskapi, Montagnais e Cree orientali. Confezionati dalle donne, i cappotti da caccia in pelle (caribù, alce o cervo) nel corso dei secoli si sono evoluti diventando sempre più elaborati. Ci sono circa 150 di questi cappotti esposti in musei e collezioni private di tutto il mondo. Questi abiti nel periodo tra l'inizio del 1700 e la fine del 1800 rappresentano il picco della tradizione artistica, religiosa, e culturale di questi gruppi di persone.

Mocassini dei WESTERN CREE (CREE, PLAINS). I gruppi più occidentali dei Cree, occupanti l'area settentrionale delle praterie, avevano adottato molte delle caratteristiche peculiarità della cultura delle praterie. Si erano alleati con i Woods Cree, gli Assiniboine e i Saulteaux nella Confederazione di ferro  (Nehiyaw Pwat) monopolizzando il commercio delle pelliccia tra 1730 e il 1870.

Mocassini dei WESTERN CREE (CREE, PLAINS). I gruppi più occidentali dei Cree, occupanti l'area settentrionale delle praterie, avevano adottato molte delle caratteristiche peculiarità della cultura delle praterie. Si erano alleati con i Woods Cree, gli Assiniboine e i Saulteaux nella Confederazione di ferro (Nehiyaw Pwat) monopolizzando il commercio delle pelliccia tra 1730 e il 1870.

Bambole del subartico orientale. A sinistra le tea doll degli Innu (Montagnais e Naskapi). Essi sono stati tra le ultime popolazioni nomadi del Nord America. Per circa 500 anni hanno commerciato con gli europei. Il Tè era molto appezzato. Quando viaggiavano ognuno doveva portare una parte del carico. Anche le bambine facevano la loro parte portando con sé delle bambole riempite di tè. Le bambole indossano gli abiti neotradizionali degli Innu.

Bambole del subartico orientale. A sinistra le tea doll degli Innu (Montagnais e Naskapi). Essi sono stati tra le ultime popolazioni nomadi del Nord America. Per circa 500 anni hanno commerciato con gli europei. Il Tè era molto appezzato. Quando viaggiavano ognuno doveva portare una parte del carico. Anche le bambine facevano la loro parte portando con sé delle bambole riempite di tè. Le bambole indossano gli abiti neotradizionali degli Innu.

Le pelli e le pellicce venivano magistralmente conciate con vari sistemi (affumicate utilizzando l'urina o il cervello dell'animale stesso,…). Per tali operazioni si usavano tutta una serie di strumenti tra cui raschiatoi per la scarnatura

Le pelli e le pellicce venivano magistralmente conciate con vari sistemi (affumicate utilizzando l'urina o il cervello dell'animale stesso,…). Per tali operazioni si usavano tutta una serie di strumenti tra cui raschiatoi per la scarnatura

Borse a tracolla Innu, specialmente Naskapi.

Borse a tracolla Innu, specialmente Naskapi.

Racchette Anishinaabe. I popoli di lingua Anishinaabe, divisi in molti gruppi locali e dialettali, occupavano gran parte della regione dei Grandi Laghi e le zone limitrofe. La cultura dei Northern Ojibwa e Saulteaux viventi sulle sponde nord del lago Superiore e i territori a nord di esso, era di transizione tra quella delle Woodlands nordorientali e quella del subartico, i gruppi più occidentali, come i Plains Cree, risentivano forti influenze culturali provenienti dall'area delle praterie.

Racchette Anishinaabe. I popoli di lingua Anishinaabe, divisi in molti gruppi locali e dialettali, occupavano gran parte della regione dei Grandi Laghi e le zone limitrofe. La cultura dei Northern Ojibwa e Saulteaux viventi sulle sponde nord del lago Superiore e i territori a nord di esso, era di transizione tra quella delle Woodlands nordorientali e quella del subartico, i gruppi più occidentali, come i Plains Cree, risentivano forti influenze culturali provenienti dall'area delle praterie.

Cattail root breakfast! Neanderthals probably ate something like this. ctsuddeth.com

Cattail root breakfast! Neanderthals probably ate something like this. ctsuddeth.com

Racchette Innu (Naskapi-Montagnais). Uomini, donne e bambini per viaggiare in inverno indossavano le racchette da neve, infatti, sarebbe stato impossibile muoversi sul terreno innevato senza sprofondare. La racchetta da neve era una necessità tanto quanto la canoa in estate. Si fabbricavano diversi tipi di racchette da neve a seconda delle zone o dell'uso che se ne doveva fare.

Racchette Innu (Naskapi-Montagnais). Uomini, donne e bambini per viaggiare in inverno indossavano le racchette da neve, infatti, sarebbe stato impossibile muoversi sul terreno innevato senza sprofondare. La racchetta da neve era una necessità tanto quanto la canoa in estate. Si fabbricavano diversi tipi di racchette da neve a seconda delle zone o dell'uso che se ne doveva fare.

Pinterest
Cerca