Explore Covo, Salute, and more!

Explore related topics

Uno dei pizzini ritrovati nel covo di Bernando Provenzano parlava di un certo codice 60, indicando con quella cifra l'uomo che si prendeva cura della salute del boss di Cosa Nostra. Gli investigatori riuscirono a identificarlo e nel dicembre del 2007 il numero 60 venne arrestato: era Gaetano Michele Arcangelo Lipari, un infermiere dell'azienda sanitaria di Bagheria.

Il codice Provenzano e i pizzini trovati nel covo del boss

This is a fine art giclée print made from my original watercolor painting Fern Study 1.  PRINT DESCRIPTION - Printed on Epson Stylus Inkjet

This is a fine art giclée print made from my original watercolor painting Fern Study PRINT DESCRIPTION - Printed on Epson Stylus Inkjet

Clicca sull'immagine per andare avanti

Clicca sull'immagine per andare avanti

Cartelería de cine minimalista por Chiara Tovazzi

Cartelería de cine minimalista por Chiara Tovazzi (Blog de diseño gráfico y creatividad. El Blog de las Ideas)

I messaggi si riferivano a discariche, imprese, capannoni, agli affari a tutto tondo del boss. Ma non solo.

Il codice Provenzano e i pizzini trovati nel covo del boss

Clicca sull'immagine per andare avanti

Clicca sull'immagine per andare avanti

Alcune erano scritte in codice, in cifre e lettere ricopiate anche sulle pagine della Bibbia che il capo di Cosa Nostra teneva con sé. Per interpretare quello che venne chiamato il codice Provenzano ci misero un anno e mezzo.

Il codice Provenzano e i pizzini trovati nel covo del boss

Con sé il boss teneva le lettere e gli accordi scambiati negli anni della latitanza.

Il codice Provenzano e i pizzini trovati nel covo del boss

Uno dei messaggi ritrovati nel covo di Provenzano.

Il codice Provenzano e i pizzini trovati nel covo del boss

Pinterest
Search