Explore Iran, Html, and more!

Explore related topics

Se ci sono bambini educati all’odio, ce ne devono essere altri educati all’amore e al perdono. E quale migliore scuola si potrebbe immaginare per i nostri figli? ("Il giardino persiano", Chiara Mezzalama) Iran 1981, Teheran e Farmanieh, un giardino blindato, una casa celeste, una famiglia come non ce ne sono tante, fatta di un ambasciatore, quello italiano (Francesco), la moglie Elena e i due giovani figli Chiara e Paolo. Il padre della protagonista Chiara, che è la stessa autrice, viene…

Se ci sono bambini educati all’odio, ce ne devono essere altri educati all’amore e al perdono. E quale migliore scuola si potrebbe immaginare per i nostri figli? ("Il giardino persiano", Chiara Mezzalama) Iran 1981, Teheran e Farmanieh, un giardino blindato, una casa celeste, una famiglia come non ce ne sono tante, fatta di un ambasciatore, quello italiano (Francesco), la moglie Elena e i due giovani figli Chiara e Paolo. Il padre della protagonista Chiara, che è la stessa autrice, viene…

GERMOGLI <br />Bambini. <br />L’aforisma di oggi

GERMOGLI <br />Bambini. <br />L’aforisma di oggi

Essere tra gli spettatori di questo premio internazionale non ha prezzo. E’ un privilegio, quello di poter osservare il palcoscenico di uno dei premi di danza più prestigiosi al mondo, fondato al teatro Bolshoi di Mosca il 29 aprile 1992 dall’International Dance Association, oggi International Dance Union: il Premio Benois de la Danse. Presidente e direttore artistico, nonché presidente della giuria, il coreografo pietroburghese Yuri Grigorovich, oggi novantenne, ma sempre energico ed…

Essere tra gli spettatori di questo premio internazionale non ha prezzo. E’ un privilegio, quello di poter osservare il palcoscenico di uno dei premi di danza più prestigiosi al mondo, fondato al teatro Bolshoi di Mosca il 29 aprile 1992 dall’International Dance Association, oggi International Dance Union: il Premio Benois de la Danse. Presidente e direttore artistico, nonché presidente della giuria, il coreografo pietroburghese Yuri Grigorovich, oggi novantenne, ma sempre energico ed…

Volare nonostante le difficoltà, nonostante le diversità, nonostante le avversità. Ma volare, anche senza l’uso delle gambe, anche in un mondo per molti difficile e diverso.  Il volo da sempre ha significato libertà, curiosità, coraggio, sfida, voglia di tiepida primavera. La rondine ha sempre simboleggiato felicità e prosperità, salute, speranza, purezza, messaggi dagli altri mondi, rinascita e anch’essa libertà. Cosa li unisce, allora? Ancora l’onlus Vola nel Cuore (vedi il sito…

Volare nonostante le difficoltà, nonostante le diversità, nonostante le avversità. Ma volare, anche senza l’uso delle gambe, anche in un mondo per molti difficile e diverso. Il volo da sempre ha significato libertà, curiosità, coraggio, sfida, voglia di tiepida primavera. La rondine ha sempre simboleggiato felicità e prosperità, salute, speranza, purezza, messaggi dagli altri mondi, rinascita e anch’essa libertà. Cosa li unisce, allora? Ancora l’onlus Vola nel Cuore (vedi il sito…

IL FATTO <br />Quando le notizie sono a fumetti

IL FATTO <br />Quando le notizie sono a fumetti

schermata storie

schermata storie

LA RICORRENZA <br />Bambini, per Halloween dolcetto e tesoretto: <br />è il giorno del risparmio

LA RICORRENZA <br />Bambini, per Halloween dolcetto e tesoretto: <br />è il giorno del risparmio

LA SEGNALAZIONE <br /> E’ tempo di leggere

LA SEGNALAZIONE <br /> E’ tempo di leggere

Due uomini su scalini, Italia, settembre 1900 Un fotografo dilettante, così si dice, ma guardando i suoi scatti abbiamo tutt’altra sensazione. Forse vengono definiti dilettanti coloro che non hanno avuto grandi riconoscimenti pubblici (alcuni erano arrivati, prima della Rivoluzione) o eclatante successo, in tal caso possiamo anche concordare con l’utilizzo di tale sostantivo, ma se invece l’appellativo viene affibbiato a chi non abbia particolare tecnica, fantasia, curiosità o inventiva…

Due uomini su scalini, Italia, settembre 1900 Un fotografo dilettante, così si dice, ma guardando i suoi scatti abbiamo tutt’altra sensazione. Forse vengono definiti dilettanti coloro che non hanno avuto grandi riconoscimenti pubblici (alcuni erano arrivati, prima della Rivoluzione) o eclatante successo, in tal caso possiamo anche concordare con l’utilizzo di tale sostantivo, ma se invece l’appellativo viene affibbiato a chi non abbia particolare tecnica, fantasia, curiosità o inventiva…

Pinterest
Search