Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Esplora queste idee e molte altre!

Una mattinata di ordinaria follia

Una mattinata di ordinaria follia

RuvoLibera Euro

RuvoLibera Euro

Avvocato, Faccia l'Esame di Coscienza

Avvocato, Faccia l'Esame di Coscienza

Vincent van Gogh - Notte stellata sul Reno

Vincent van Gogh - Notte stellata sul Reno

Brindisi, il video del presunto attentatore

Brindisi, il video del presunto attentatore

LE DANZATRICI DI RUVO DI PUGLIA. Alcuni studiosi ritengono che sia la "danza di gioia” legata ai misteri ctonii della morte e della rinascita cui alluderebbe il mito di Teseo ritrovata a Ruvo di Puglia (Bari) il 15 novembre del 1833. La tomba, detta per questo motivo “delle danzatrici”, e il relativo fregio dipinto, si trovano oggi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

LE DANZATRICI DI RUVO DI PUGLIA. Alcuni studiosi ritengono che sia la "danza di gioia” legata ai misteri ctonii della morte e della rinascita cui alluderebbe il mito di Teseo ritrovata a Ruvo di Puglia (Bari) il 15 novembre del 1833. La tomba, detta per questo motivo “delle danzatrici”, e il relativo fregio dipinto, si trovano oggi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Ruvo Libera - APPUNTI PER UN DISCORSO SU RUVO DI PUGLIA

Ruvo Libera - APPUNTI PER UN DISCORSO SU RUVO DI PUGLIA

Gli indirizzi del Liceo

Gli indirizzi del Liceo

Bilancio Ai Confini della realtà

Bilancio Ai Confini della realtà

Il rosso ancestrale

Il rosso ancestrale

Nasce RuvoCerca! Il motore di ricerca focalizzato sulla Tua Città.

Nasce RuvoCerca! Il motore di ricerca focalizzato sulla Tua Città.

RUVESI SI DIVENTA

RUVESI SI DIVENTA

Tutto il Mondo è Siria

Tutto il Mondo è Siria

Un rosso piacentino. Un vino Triple "A".

Un rosso piacentino. Un vino Triple "A".

Il Maestro vive ancora

Il Maestro vive ancora

La domanda del momento. Lo zolfo abbonda ultimamente più nei discorsi a sfondo vinoso che negli oscuri anfratti dell’Inferno. O meglio il diossido di zolfo, aka E220, aka anidride solforosa.

La domanda del momento. Lo zolfo abbonda ultimamente più nei discorsi a sfondo vinoso che negli oscuri anfratti dell’Inferno. O meglio il diossido di zolfo, aka E220, aka anidride solforosa.