Esplora queste idee e molte altre!

Esplora argomenti correlati

L’opera di Martini raffigura Leda, la bella moglie del re di Sparta amata dal dio Giove sotto le sembianze di un cigno. Lo scultore aveva già eseguito altre due versioni del medesimo soggetto. Leda, seduta sopra un alto tronco, tiene una mano su un’ala mentre con l’altra stringe il collo del cigno, adagiato sulle sue ginocchia trattenendolo a sé, come in un amplesso.

L’opera di Martini raffigura Leda, la bella moglie del re di Sparta amata dal dio Giove sotto le sembianze di un cigno. Lo scultore aveva già eseguito altre due versioni del medesimo soggetto. Leda, seduta sopra un alto tronco, tiene una mano su un’ala mentre con l’altra stringe il collo del cigno, adagiato sulle sue ginocchia trattenendolo a sé, come in un amplesso.

Le Raccolte > Ceramiche Classiche  Vaso biansato con satiro e menade. Terracotta con patina. Ceramica Attica, circa 450 a.C. Deposito Museo Archeologico di Ferrara, inv. 9581

Le Raccolte > Ceramiche Classiche Vaso biansato con satiro e menade. Terracotta con patina. Ceramica Attica, circa 450 a.C. Deposito Museo Archeologico di Ferrara, inv. 9581

Il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza ospita  Armonie. Figure tra mito e realtà -  a cura di Claudia Casali, 13 ottobre 2013 – 30 marzo 2014 A Bologna presso Palazzo Fava  Creature. Arturo Martini e il sogno della terracotta -  a cura di Nico Stringa, 23 settembre 2013 – 12 gennaio 2014

Il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza ospita Armonie. Figure tra mito e realtà - a cura di Claudia Casali, 13 ottobre 2013 – 30 marzo 2014 A Bologna presso Palazzo Fava Creature. Arturo Martini e il sogno della terracotta - a cura di Nico Stringa, 23 settembre 2013 – 12 gennaio 2014

Le Raccolte > Ceramiche del Vicino Oriente antico  Mattoni. "Faenza" silicea smaltata. Persia, periodo Achemenide, VI secolo a.C. Deposito Musée du Louvre, 1952, invv. 5480-5483

Le Raccolte > Ceramiche del Vicino Oriente antico Mattoni. "Faenza" silicea smaltata. Persia, periodo Achemenide, VI secolo a.C. Deposito Musée du Louvre, 1952, invv. 5480-5483

Le Raccolte>Ceramiche Precolombiane  Ciotola decorata con il motivo degli "Otto Immortali". Porcellana. Cina, fornaci di Jingdezhen (provincia di Jiangxi) - Dinastia Qing (1644-1911), periodo di regno dell'imperatore Qianlong (1736-1795). Deposito del Museo Orientale di Venezia, inv. 4183

Le Raccolte>Ceramiche Precolombiane Ciotola decorata con il motivo degli "Otto Immortali". Porcellana. Cina, fornaci di Jingdezhen (provincia di Jiangxi) - Dinastia Qing (1644-1911), periodo di regno dell'imperatore Qianlong (1736-1795). Deposito del Museo Orientale di Venezia, inv. 4183

Le Raccolte > Estremo Oriente: Cina, Giappone, sud-est asiatico  Ciotola decorata con il motivo degli "Otto Immortali". Porcellana. Cina, fornaci di Jingdezhen (provincia di Jiangxi) - Dinastia Qing (1644-1911), periodo di regno dell'imperatore Qianlong (1736-1795). Deposito del Museo Orientale di Venezia, inv. 4183

Le Raccolte > Estremo Oriente: Cina, Giappone, sud-est asiatico Ciotola decorata con il motivo degli "Otto Immortali". Porcellana. Cina, fornaci di Jingdezhen (provincia di Jiangxi) - Dinastia Qing (1644-1911), periodo di regno dell'imperatore Qianlong (1736-1795). Deposito del Museo Orientale di Venezia, inv. 4183

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza è stato fondato nel settembre del 1908 alla conclusione della grande Esposizione Internazionale dedicata ad Evangelista Torricelli che ospitò i prodotti di molte manifatture italiane ed europee. La donazione delle opere ceramiche da parte degli espositori costituì il nucleo originario del Museo che progressivamente si arricchì di altri esemplari.   Scorcio di una sala del museo in una foto del 1915 ca.

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza è stato fondato nel settembre del 1908 alla conclusione della grande Esposizione Internazionale dedicata ad Evangelista Torricelli che ospitò i prodotti di molte manifatture italiane ed europee. La donazione delle opere ceramiche da parte degli espositori costituì il nucleo originario del Museo che progressivamente si arricchì di altri esemplari. Scorcio di una sala del museo in una foto del 1915 ca.

Maternità, 1931 terra refrattaria, cm 80x46x56 Fondazione Mari di Savona in deposito presso la Pinacoteca di Savona.  Il tema della madre con il bambino è qui affrontato con una carica di profonda umanità. “il modellato è rapido e agile nelle soluzioni formali, come nella veste del figlioletto i cui nastri sembrano realizzati col taglio di una lama di coltello” (Stringa 1998).

Maternità, 1931 terra refrattaria, cm 80x46x56 Fondazione Mari di Savona in deposito presso la Pinacoteca di Savona. Il tema della madre con il bambino è qui affrontato con una carica di profonda umanità. “il modellato è rapido e agile nelle soluzioni formali, come nella veste del figlioletto i cui nastri sembrano realizzati col taglio di una lama di coltello” (Stringa 1998).

ITO Chiaki(伊藤ちあき Japanese, b.1970)

ITO Chiaki(伊藤ちあき Japanese, b.1970)

Pinterest
Cerca