Esplora queste idee e molte altre!

Esplora argomenti correlati

Immagine satellitare (tratta da Google Earth) dell'area demaniale golenale di Sannazzaro de' Burgondi (www.uomoeterritoriopronatura.it)

Immagine satellitare (tratta da Google Earth) dell'area demaniale golenale di Sannazzaro de' Burgondi (www.uomoeterritoriopronatura.it)

I mezzi motorizzati non autorizzati e incontrollati non solo distruggono importanti e delicati ambienti naturali e seminaturali e danneggiano i sentieri di accesso al sito, bensì sono anche lo strumento per portare nell'area ed abbandonare rifiuti (foto di M.Canziani) di vario genere.

I mezzi motorizzati non autorizzati e incontrollati non solo distruggono importanti e delicati ambienti naturali e seminaturali e danneggiano i sentieri di accesso al sito, bensì sono anche lo strumento per portare nell'area ed abbandonare rifiuti (foto di M.Canziani) di vario genere.

Il greto del Po di fronte all'area demaniale, regno dell'occhione e di una delle ultime colonie di sterne comuni e fraticelli presenti nel tratto lombardo (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Il greto del Po di fronte all'area demaniale, regno dell'occhione e di una delle ultime colonie di sterne comuni e fraticelli presenti nel tratto lombardo (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Il motocross (foto di M.Canziani) e l'accesso di mezzi motorizzati (non autorizzati) costituiscono importanti criticità per la tutela dell'area (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Il motocross (foto di M.Canziani) e l'accesso di mezzi motorizzati (non autorizzati) costituiscono importanti criticità per la tutela dell'area (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Il confine meridionale dell'area è caratterizzato da fasce boscate (foto di M.Canziani) che segnano il contatto con il fiume (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Il confine meridionale dell'area è caratterizzato da fasce boscate (foto di M.Canziani) che segnano il contatto con il fiume (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Una delle aree aperte (foto di M.Canziani) oggi in parte degradate nelle quali è prevista la creazione di nuove fasce boscate (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Una delle aree aperte (foto di M.Canziani) oggi in parte degradate nelle quali è prevista la creazione di nuove fasce boscate (www.uomoeterritoriopronatura.it).

Incolti abbandonati (foto di M.Canziani) nei quali verranno ricreate nuove fasce boscate, ormai molto rare lungo il fiume (www.uomoeterritoriopronatura.it)

Incolti abbandonati (foto di M.Canziani) nei quali verranno ricreate nuove fasce boscate, ormai molto rare lungo il fiume (www.uomoeterritoriopronatura.it)

Pinterest
Cerca