Esplora queste idee e molte altre!

Esplora argomenti correlati

Boscimani che mangiano. Disegno di Gustav Fritsch, 1872. Oltre alla grossa selvaggina, anche lucertole, serpenti, cavallette e termiti fanno parte della nutrizione tradizionale dei Boscimani. Il ricercatore tedesco Gustav Fritsch scriveva nel XIX secolo che i San  arrostivano la carne soltanto superficialmente sul fuoco, praticamente la mangiavano quasi cruda. L’acqua veniva conservata nelle uova di struzzo.

Boscimani che mangiano. Disegno di Gustav Fritsch, 1872. Oltre alla grossa selvaggina, anche lucertole, serpenti, cavallette e termiti fanno parte della nutrizione tradizionale dei Boscimani. Il ricercatore tedesco Gustav Fritsch scriveva nel XIX secolo che i San arrostivano la carne soltanto superficialmente sul fuoco, praticamente la mangiavano quasi cruda. L’acqua veniva conservata nelle uova di struzzo.

Armi da caccia dei Boscimani. Disegno storico. Arco, frecce e faretra. Tipiche dei San, sono note per le frecce avvelenate con succo di euforbia o amarillis misto a veleno di serpente o di larve d'insetti. Lo stelo delle frecce misura normalmente ca. 50 cm, la punta può essere di differenti materiali: ossa di animali, ferro, raramente vetro. L'arco misura ca. un metro di lunghezza. Viene tenuto in posizione orizzontale.

Armi da caccia dei Boscimani. Disegno storico. Arco, frecce e faretra. Tipiche dei San, sono note per le frecce avvelenate con succo di euforbia o amarillis misto a veleno di serpente o di larve d'insetti. Lo stelo delle frecce misura normalmente ca. 50 cm, la punta può essere di differenti materiali: ossa di animali, ferro, raramente vetro. L'arco misura ca. un metro di lunghezza. Viene tenuto in posizione orizzontale.

Villaggio di Boscimani Molapo, Central Kalahari Game Reserve, Botswana. 1998. Foto di Sabina Marineo. Una capanna tipica dei San fatta di ramoscelli ed erba secca legati insieme. Le capanne tradizionalmente non venivano usate come abitazione, ma come deposito, per conservare il cibo e i pochi beni personali.

Villaggio di Boscimani Molapo, Central Kalahari Game Reserve, Botswana. 1998. Foto di Sabina Marineo. Una capanna tipica dei San fatta di ramoscelli ed erba secca legati insieme. Le capanne tradizionalmente non venivano usate come abitazione, ma come deposito, per conservare il cibo e i pochi beni personali.

Donne e bambini boscimani del villaggio Molapo. Botswana, Kalahari centrale, 1998. Foto di Sabina Marineo. Queste comunità di San, che possono contare sino a 50 persone, sono molto pacifiche e vivono in una struttura sociale egalitaria.

Donne e bambini boscimani del villaggio Molapo. Botswana, Kalahari centrale, 1998. Foto di Sabina Marineo. Queste comunità di San, che possono contare sino a 50 persone, sono molto pacifiche e vivono in una struttura sociale egalitaria.

San tribe of Southern Africa

San tribe of Southern Africa

Quiver Tree (Aloe dichotoma) . I San ,Boscimani del Kalahari , la usano per costruire faretre per le loro frecce avvelenate. Le faretre vengono realizzate strappando i rami dell'albero e svuotandoli della polpa ; inoltre, i tronchi svuotati vengono utilizzati per riporvi il cibo; il tessuto della pianta è infatti poroso, e il passaggio dell'aria attraverso di esso mantiene la temperatura interna del tronco relativamente fresca.

Quiver Tree (Aloe dichotoma) . I San ,Boscimani del Kalahari , la usano per costruire faretre per le loro frecce avvelenate. Le faretre vengono realizzate strappando i rami dell'albero e svuotandoli della polpa ; inoltre, i tronchi svuotati vengono utilizzati per riporvi il cibo; il tessuto della pianta è infatti poroso, e il passaggio dell'aria attraverso di esso mantiene la temperatura interna del tronco relativamente fresca.

KhoiSan paintings... Learn more about different tribal ethnicities and linguistic families of Africa .

KhoiSan paintings... Learn more about different tribal ethnicities and linguistic families of Africa .

Man-lion ~ An example of rock art by the San Bushmen of Namibia

Man-lion ~ An example of rock art by the San Bushmen of Namibia

Small communities of Kalahari San Bushmen still live in Namibia - a handful of lodges offer an insight into their lives.

Small communities of Kalahari San Bushmen still live in Namibia - a handful of lodges offer an insight into their lives.

Twyfelfontein rock engravings in the Kunene Region of northwestern Namibia:  Most of the engravings and probably all the paintings were created 2,000 to 2,500 years ago by the Khoikhoi, an ethnic group related to the San (Bushmen).  by Rosemary Walden

Twyfelfontein rock engravings in the Kunene Region of northwestern Namibia: Most of the engravings and probably all the paintings were created 2,000 to 2,500 years ago by the Khoikhoi, an ethnic group related to the San (Bushmen). by Rosemary Walden

Pinterest
Cerca