Esplora queste idee e molte altre!

Boscimani che mangiano. Disegno di Gustav Fritsch, 1872. Oltre alla grossa selvaggina, anche lucertole, serpenti, cavallette e termiti fanno parte della nutrizione tradizionale dei Boscimani. Il ricercatore tedesco Gustav Fritsch scriveva nel XIX secolo che i San  arrostivano la carne soltanto superficialmente sul fuoco, praticamente la mangiavano quasi cruda. L’acqua veniva conservata nelle uova di struzzo.
Armi da caccia dei Boscimani. Disegno storico. Arco, frecce e faretra. Tipiche dei San, sono note per le frecce avvelenate con succo di euforbia o amarillis misto a veleno di serpente o di larve d'insetti. Lo stelo delle frecce misura normalmente ca. 50 cm, la punta può essere di differenti materiali: ossa di animali, ferro, raramente vetro. L'arco misura ca. un metro di lunghezza. Viene tenuto in posizione orizzontale.
Donne boscimane durante la raccolta. Disegno storico di Gustav Fritsch. Mentre la caccia era nelle comunità boscimane tradizionali compito degli uomini, le donne invece si dedicavano alla raccolta. Accucciate al suolo e rimestando con un bastone nel terreno, cercavano radici, noci, meloni e piante.
Bostwana:rapporto svela progetti di sfratto forzato dei Boscimani
Una straordinaria esperienza tra i Bushmen della Nambiai
Villaggio di Boscimani Molapo, Central Kalahari Game Reserve, Botswana. 1998. Foto di Sabina Marineo. Una capanna tipica dei San fatta di ramoscelli ed erba secca legati insieme. Le capanne tradizionalmente non venivano usate come abitazione, ma come deposito, per conservare il cibo e i pochi beni personali.
Una tipica capanna di Boscimani costruita con erba e sterpi tenuti insieme da funi. Fotografia storica.
Donne e bambini boscimani del villaggio Molapo. Botswana, Kalahari centrale, 1998. Foto di Sabina Marineo. Queste comunità di San, che possono contare sino a 50 persone, sono molto pacifiche e vivono in una struttura sociale egalitaria.
Sa-bush-mh_460_landscape
Boscimani - Africa meridionale
Pinterest
Cerca