Esplora queste idee e molte altre!

Rosetta’s Final Descent Images of Comet 67P/Churyumov-Gerasimenko

Rosetta’s Final Descent Images of Comet 67P/Churyumov-Gerasimenko

Nel corso del week end il lander Philae ha ripreso a comunicare dalla superficie della cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko. Erano passati quasi esattamente sette mesi da quando Philae aveva esaurito l'energia delle batterie e, siccome la sua posizione non gli permetteva di ricaricarle usando i pannelli solari, era entrato in ibernazione. Leggi i dettagli nell'articolo!

Nel corso del week end il lander Philae ha ripreso a comunicare dalla superficie della cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko. Erano passati quasi esattamente sette mesi da quando Philae aveva esaurito l'energia delle batterie e, siccome la sua posizione non gli permetteva di ricaricarle usando i pannelli solari, era entrato in ibernazione. Leggi i dettagli nell'articolo!

http://www.reportcampania.it/news/sonda-rosetta-oggi-philae-arriva-sulla-cometa/

http://www.reportcampania.it/news/sonda-rosetta-oggi-philae-arriva-sulla-cometa/

Cometa 67P : tanti piccoli getti : Questa foto, scattata dalla wide-angle camera da una distanza di 30 chilometri, con una risoluzione di 2,8 metri per pixel, rivela che quelli che apparivano come singoli getti ...

Cometa 67P : tanti piccoli getti : Questa foto, scattata dalla wide-angle camera da una distanza di 30 chilometri, con una risoluzione di 2,8 metri per pixel, rivela che quelli che apparivano come singoli getti ...

PANSTARRS, una cometa più unica che rara « MEDIA INAF

PANSTARRS, una cometa più unica che rara « MEDIA INAF

L’occhio di Rosetta cattura getti di polvere della cometa 67P

L’occhio di Rosetta cattura getti di polvere della cometa 67P

_50-foto-photoshop__038

_50-foto-photoshop__038

Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

Cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

Le doline della cometa viste da Rosetta

Le doline della cometa viste da Rosetta

Rosetta, ultimi dati prima dell’impatto | MEDIA INAF L’ultima immagine della cometa 67P scattata con la fotocamera grandangolare OSIRIS poco prima dell’impatto, ad una quota stimata di circa 20 metri sopra la superficie. Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Rosetta, ultimi dati prima dell’impatto | MEDIA INAF L’ultima immagine della cometa 67P scattata con la fotocamera grandangolare OSIRIS poco prima dell’impatto, ad una quota stimata di circa 20 metri sopra la superficie. Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Pinterest
Cerca