Explore Umbria Italy, Perugia Italy, and more!

Explore related topics

La Chiesa di San Francesco presenta un imponente portale esterno, in pietra peperino duro e lucido, considerato il più ricco portale francescano della Valnerina. Sul fianco destro i possenti contrafforti con finali scolpiti conferiscono alla Chiesa di San Francesco un carattere di luogo fortificato, accentuato anche dalla sua giacitura e dalla vicinanza alla porta del castello di Monteleone di Spoleto, lungo le mura....http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=65

La Chiesa di San Francesco presenta un imponente portale esterno, in pietra peperino duro e lucido, considerato il più ricco portale francescano della Valnerina. Sul fianco destro i possenti contrafforti con finali scolpiti conferiscono alla Chiesa di San Francesco un carattere di luogo fortificato, accentuato anche dalla sua giacitura e dalla vicinanza alla porta del castello di Monteleone di Spoleto, lungo le mura....http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=65

Nella chiesina dello Scoglio di Roccaporena, emerge dalla struttura architettonica la roccia sulla quale la tradizione vuole che Santa Rita, ormai vedova, sostasse a pregare. Le due concavità contigue scavate, in basso, nella tavola rocciosa inclinata, vengono mostrate ai fedeli come impronte delle ginocchia di Rita.

Nella chiesina dello Scoglio di Roccaporena, emerge dalla struttura architettonica la roccia sulla quale la tradizione vuole che Santa Rita, ormai vedova, sostasse a pregare. Le due concavità contigue scavate, in basso, nella tavola rocciosa inclinata, vengono mostrate ai fedeli come impronte delle ginocchia di Rita.

Lasciando la Valle del Nera, per risalire la Valle Campiano verso il paese di Preci, si entra nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. L’aspetto cinquecentesco del castello di Preci è, il diretto risultato delle vicende storiche, che sempre rimangono iscritte nel volto dei luoghi. Ribellatasi a Norcia alla fine del sec. XV, Preci diventò luogo di rifugio di fuoriusciti e fu distrutta per ben due volte nel XVI sec.

Lasciando la Valle del Nera, per risalire la Valle Campiano verso il paese di Preci, si entra nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. L’aspetto cinquecentesco del castello di Preci è, il diretto risultato delle vicende storiche, che sempre rimangono iscritte nel volto dei luoghi. Ribellatasi a Norcia alla fine del sec. XV, Preci diventò luogo di rifugio di fuoriusciti e fu distrutta per ben due volte nel XVI sec.

La Chiesa di Santa Cristina si trova nei pressi di Caso. Piccolo ed elegante edificio romanico, con portale arcuato, monofora e campanile a vela. Interno coperto a capriate, a navata unica, con abside. La ricca decorazione a fresco è interessante per più motivi: per il vivace linguaggio popolare che caratterizza la rappresentazione del Giudizio; per il racconto figurato delle Storie di Santa Cristina; per la presenza di artisti largamente impiegati in Umbria come il Maestro di Eggi e lo…

La Chiesa di Santa Cristina si trova nei pressi di Caso. Piccolo ed elegante edificio romanico, con portale arcuato, monofora e campanile a vela. Interno coperto a capriate, a navata unica, con abside. La ricca decorazione a fresco è interessante per più motivi: per il vivace linguaggio popolare che caratterizza la rappresentazione del Giudizio; per il racconto figurato delle Storie di Santa Cristina; per la presenza di artisti largamente impiegati in Umbria come il Maestro di Eggi e lo…

Monteleone di Spoleto, la Torre dell'orologio e la scalinata che conduce alla parte alta del borgo.

Monteleone di Spoleto, la Torre dell'orologio e la scalinata che conduce alla parte alta del borgo.

Prima tappa: Scheggino.   Per chi apprezza i piaceri di una cucina genuina e fortemente radicata nella cultura del territorio, Scheggino offre un paniere ricchissimo di prodotti della terra e del fiume. Il tartufo è il fiore all’occhiello di Scheggino, qui è nata la prima azienda per la conservazione e la lavorazione del pregiato fungo ipogeo: da assaggiare “le lumachine al tartufo”. Le limpide acque del fiume Nera offrono in dono la gustosa Trota della Valnerina.

Prima tappa: Scheggino. Per chi apprezza i piaceri di una cucina genuina e fortemente radicata nella cultura del territorio, Scheggino offre un paniere ricchissimo di prodotti della terra e del fiume. Il tartufo è il fiore all’occhiello di Scheggino, qui è nata la prima azienda per la conservazione e la lavorazione del pregiato fungo ipogeo: da assaggiare “le lumachine al tartufo”. Le limpide acque del fiume Nera offrono in dono la gustosa Trota della Valnerina.

Monteleone di Spoleto. la Chiesa di San Francesco e la torre dell'orologio.

Chiesa di San Francesco e la torre dell'orologio.

Preci ( Perugia )

Preci ( Perugia )

monteleone di spoleto

monteleone di spoleto

Monteleone di Spoleto in Perugia, Umbria

See 11 photos from 31 visitors to Monteleone di Spoleto.

Pinterest
Search