Esplora queste idee e molte altre!

La forza delle immagini

La forza delle immagini

L' italiano che resta. Le parole e le storie

L' italiano che resta. Le parole e le storie

Senza adulti

Senza adulti

Un esercito di adulatori in servizio permanente effettivo. Marco Travaglio racconta come giornalisti e opinionisti di chiara fama hanno beatificato politici e imprenditori.

Un esercito di adulatori in servizio permanente effettivo. Marco Travaglio racconta come giornalisti e opinionisti di chiara fama hanno beatificato politici e imprenditori.

Mallarmé tende a manipolare il tempo della natura, sottopone i fenomeni fisici a paradossali distorsioni. Le sue poesie offrono un insieme di scene cosmiche alterate. Interrompere, ritardare, modificare, rimodulare i ruoli degli attori del “mito solare”: sono queste le operazioni che il poeta predilige. Tramite un’ampia gamma di infrazioni al corso naturale degli eventi, Mallarmé immagina di poter rimuovere le origini dei suoi dolori: il lutto, l’assenza, l’amore mancato.

Mallarmé tende a manipolare il tempo della natura, sottopone i fenomeni fisici a paradossali distorsioni. Le sue poesie offrono un insieme di scene cosmiche alterate. Interrompere, ritardare, modificare, rimodulare i ruoli degli attori del “mito solare”: sono queste le operazioni che il poeta predilige. Tramite un’ampia gamma di infrazioni al corso naturale degli eventi, Mallarmé immagina di poter rimuovere le origini dei suoi dolori: il lutto, l’assenza, l’amore mancato.

La diagnosi di una complessità sempre maggiore del mondo, della vita, dei fenomeni che toccano la nostra esistenza, e hanno la possibilità di deciderne il futuro, è ormai divenuta un luogo comune. Così facendo, però, sfugge all'attenzione il fatto cruciale, cioè che non disponiamo di un linguaggio e di un pensiero in grado di esprimere la realtà che le teorie vanno elaborando.

La diagnosi di una complessità sempre maggiore del mondo, della vita, dei fenomeni che toccano la nostra esistenza, e hanno la possibilità di deciderne il futuro, è ormai divenuta un luogo comune. Così facendo, però, sfugge all'attenzione il fatto cruciale, cioè che non disponiamo di un linguaggio e di un pensiero in grado di esprimere la realtà che le teorie vanno elaborando.

Introduzione alla Divina Commedia

Introduzione alla Divina Commedia

© ANSA

© ANSA

La lingua batte dove il dente duole

La lingua batte dove il dente duole

Borutti e Heidmann riflettono sulla mediazione – tra lingue, sistemi simbolici complessi, intere culture – come paradigma di conoscenza. Se esiste un compito elettivo della traduzione, è permettere alle differenze di rompere il loro isolamento, percorrere la distanza che le divide, esporsi alla metamorfosi. Altrimenti il mondo non sarebbe vivibile.

Borutti e Heidmann riflettono sulla mediazione – tra lingue, sistemi simbolici complessi, intere culture – come paradigma di conoscenza. Se esiste un compito elettivo della traduzione, è permettere alle differenze di rompere il loro isolamento, percorrere la distanza che le divide, esporsi alla metamorfosi. Altrimenti il mondo non sarebbe vivibile.

Pinterest
Cerca