Esplora queste idee e molte altre!

X In vecchiaia concederò licenza al fumo delle sigarette bionde, ai vuoti di bottiglia e ad ogni assenza, le amarezze ai flutti delle onde  lascio, pesci che han rotto la lenza, se ne vanno come sassi da fionde. Ogni cos’avrà la sua attinenza, gli enti torneranno alle tonde  essenze. Ma i vuoti di bottiglia insistono nel loro canto d’aria, ottuso e costante dire muto  che shakera l’anima in poltiglia. In questa dura vita da paria d’uscire a schiena dritta arduo puto.

X In vecchiaia concederò licenza al fumo delle sigarette bionde, ai vuoti di bottiglia e ad ogni assenza, le amarezze ai flutti delle onde lascio, pesci che han rotto la lenza, se ne vanno come sassi da fionde. Ogni cos’avrà la sua attinenza, gli enti torneranno alle tonde essenze. Ma i vuoti di bottiglia insistono nel loro canto d’aria, ottuso e costante dire muto che shakera l’anima in poltiglia. In questa dura vita da paria d’uscire a schiena dritta arduo puto.

#trova l'#intruso !!! #voloconlerondini è uno dei #libri #finalisti del concorso #ilmioesordio2016 . @ilmiolibro.it Sappiate che ad ogni cuoricino ricevuto, la mia #influenza passa più velocemente... quindi aiutatemi altrimenti consumerò due platani di #fazzoletti  Ecco il link del libro: http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/poesia/267661/volo-con-le-rondini-3/

#trova l'#intruso !!! #voloconlerondini è uno dei #libri #finalisti del concorso #ilmioesordio2016 . @ilmiolibro.it Sappiate che ad ogni cuoricino ricevuto, la mia #influenza passa più velocemente... quindi aiutatemi altrimenti consumerò due platani di #fazzoletti Ecco il link del libro: http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/poesia/267661/volo-con-le-rondini-3/

alberi di pane ha concimato il vento fuori dai serramenti - e a farne ghirlande ha sollevato ogni angolo di commozione - ci vuole estinti forse questo dio - se così facile è deridere - e così complicato incantarsi

alberi di pane ha concimato il vento fuori dai serramenti - e a farne ghirlande ha sollevato ogni angolo di commozione - ci vuole estinti forse questo dio - se così facile è deridere - e così complicato incantarsi

XXVIII E dentro m’arde questo fuoco cui parole dare per certo non posso, come fiamma che per luoghi tetr’ e bui illumina e riscalda, ora smosso  che ho la brace del camino. Vui sapite  quanto in questo m’arrosso come tizzone? Come lava sui crinali di un vulcano, se posso,  a voi venir vorrei, brace a brace e divampare oltre questo silenzio meridiano che nel gelo s’attarda.  Ora, che ogni cosa dorm’ e tace e anche il tufo in ogni scarda infiamma, datemi il vostro assenzio.

XXVIII E dentro m’arde questo fuoco cui parole dare per certo non posso, come fiamma che per luoghi tetr’ e bui illumina e riscalda, ora smosso che ho la brace del camino. Vui sapite quanto in questo m’arrosso come tizzone? Come lava sui crinali di un vulcano, se posso, a voi venir vorrei, brace a brace e divampare oltre questo silenzio meridiano che nel gelo s’attarda. Ora, che ogni cosa dorm’ e tace e anche il tufo in ogni scarda infiamma, datemi il vostro assenzio.

Parole senza fissa dimoraMentre rubo ogni orizzonte    un tutto spaccato fa cornice    alle sbarre del rosso che inonda    le mie mete senza arrivi.    Vorrei che mi venisse data sorpresa    ad ogni attimo di incontro con il destino    ma non vesto di fili d'oro la mia forza    rassegnata tra gli spaghi che chiudono    un pacco chiamato cuore.    Ci sono follie che portano    alle porte della pace    pronte a scorgere soggettive visioni    date dall'ordinario scorrere.    Imparo dal…

Parole senza fissa dimoraMentre rubo ogni orizzonte un tutto spaccato fa cornice alle sbarre del rosso che inonda le mie mete senza arrivi. Vorrei che mi venisse data sorpresa ad ogni attimo di incontro con il destino ma non vesto di fili d'oro la mia forza rassegnata tra gli spaghi che chiudono un pacco chiamato cuore. Ci sono follie che portano alle porte della pace pronte a scorgere soggettive visioni date dall'ordinario scorrere. Imparo dal…

momenti che fuggono  il giorno che se ne va, giorno qualunque di questo tempo che fugge, come nuvole vorticose nell'emozione nascosta nel cuore,  fugge la luce all'orizzonte, mentre il buio arriva dietro il freddo che pizzica sulla faccia, l'inverno partirà presto con la sua silenziosa dolcezza, di cui noi abbiamo goduto  l'orologio continua con il suo tic-tac......il tempo è il padrone di ogni momento  daniela cesta@2016

momenti che fuggono il giorno che se ne va, giorno qualunque di questo tempo che fugge, come nuvole vorticose nell'emozione nascosta nel cuore, fugge la luce all'orizzonte, mentre il buio arriva dietro il freddo che pizzica sulla faccia, l'inverno partirà presto con la sua silenziosa dolcezza, di cui noi abbiamo goduto l'orologio continua con il suo tic-tac......il tempo è il padrone di ogni momento daniela cesta@2016

Sonetto 12 Se al canto dei sonetti di Dante Beatrice avesse risposto sfatta: “Lasciami in pace! Ho, tra le tante cose da stilare, ché son matta, le note, l’appunto, le slide, ma quante so’ le vie che alla casamatta del destino conducono? Sfibrante è tutto. Se solo la tua gatta fossi!”. Qui l’esterrefatto poeta avrebbe riposto tutto il plico  in un remoto cantuccio e ‘l desco avrebbe guardato senza più meta. Lo so per certo e a voi lo dico, questo di ogni cosa è l’affresco.

Sonetto 12 Se al canto dei sonetti di Dante Beatrice avesse risposto sfatta: “Lasciami in pace! Ho, tra le tante cose da stilare, ché son matta, le note, l’appunto, le slide, ma quante so’ le vie che alla casamatta del destino conducono? Sfibrante è tutto. Se solo la tua gatta fossi!”. Qui l’esterrefatto poeta avrebbe riposto tutto il plico in un remoto cantuccio e ‘l desco avrebbe guardato senza più meta. Lo so per certo e a voi lo dico, questo di ogni cosa è l’affresco.

GENESI DELLA MIA OPERA (scrivevo così nel 1998)Ho già scritto di come prende vita la mia poesia; sento un fuoco, una forza che arde, che modella e che sgorga da ogni mio senso. Parte una fiamma da infondo al cuore che seguendo strani recessi e febbrili vie tocca i miei sensi. Prende vita un pensiero impossibile da fermare e l’unico mezzo per contenerlo è inciderlo tramite segni che diventano parole. La mia passione non è controllata, è un’esigenza dettata da sensazioni che tutte insieme…

GENESI DELLA MIA OPERA (scrivevo così nel 1998)Ho già scritto di come prende vita la mia poesia; sento un fuoco, una forza che arde, che modella e che sgorga da ogni mio senso. Parte una fiamma da infondo al cuore che seguendo strani recessi e febbrili vie tocca i miei sensi. Prende vita un pensiero impossibile da fermare e l’unico mezzo per contenerlo è inciderlo tramite segni che diventano parole. La mia passione non è controllata, è un’esigenza dettata da sensazioni che tutte insieme…

Come raccontare poeti e poesie nel digitale. Il bello della faccenda, e ciò che crediamo renderà straordinaria la nostra bacheca, è che tutti potranno partecipare. Come fare? tutti i partecipanti potranno aggiungere una foto della propria copertina, il selfie con il proprio libro, il video in cui si legge una delle proprie poesie, una cartolina con una poesia e ogni altro oggetto multimediale che possa raccontare l’autore e le poesie che ha scritto.

ILMIOLIBRO - ilmioesordio, la poesia diventa social - Poesia 2014

Come raccontare poeti e poesie nel digitale. Il bello della faccenda, e ciò che crediamo renderà straordinaria la nostra bacheca, è che tutti potranno partecipare. Come fare? tutti i partecipanti potranno aggiungere una foto della propria copertina, il selfie con il proprio libro, il video in cui si legge una delle proprie poesie, una cartolina con una poesia e ogni altro oggetto multimediale che possa raccontare l’autore e le poesie che ha scritto.

Emoziona>te><mi< @ TARGA - 031 Marco Musso tratto dal libro Twittami - di Marco Musso Non ci sono tristezze cosi insormontabili, perchè da sole raccontano la profondità che ogni cuore è pronto a raggiungere, per continuare a pulsare, ad amare..  da http://www.facebook.com/notes/marco-choosy-musso/quel-che-non-puoi-comprendere-di-marco-musso/10151268394625522

Emoziona>te><mi< @ TARGA - 031 Marco Musso tratto dal libro Twittami - di Marco Musso Non ci sono tristezze cosi insormontabili, perchè da sole raccontano la profondità che ogni cuore è pronto a raggiungere, per continuare a pulsare, ad amare.. da http://www.facebook.com/notes/marco-choosy-musso/quel-che-non-puoi-comprendere-di-marco-musso/10151268394625522

Pinterest
Cerca