Esplora queste idee e molte altre!

Bambino innocente, uno scatto di Mohammad, 15 anni.  "E` nato in una terra diversa da quella dove sono nati sua madre, suo padre, tutta la sua famiglia. E` innocente e non conosce il dolore che vivono tutte le persone che gli sono attorno".

Bambino innocente, uno scatto di Mohammad, 15 anni. "E` nato in una terra diversa da quella dove sono nati sua madre, suo padre, tutta la sua famiglia. E` innocente e non conosce il dolore che vivono tutte le persone che gli sono attorno".

Protester in Julie Bishop's office strip searched for asylum seeker protests.

Protester in Julie Bishop's office strip searched for asylum seeker protests.

Straight Outta Brooklyn

Straight Outta Brooklyn

(Long and Medina)

(Long and Medina)

#DuckFace (Berman, Detter, and Hummel)

#DuckFace (Berman, Detter, and Hummel)

“Le persone si aspettano che le ragazze stiano ferme in silenzio. E’ quello che chiamano comportarsi da donna, no? Ma io non sono d’accordo. Io penso che le donne possano parlare, dire quello che pensano, fare domande e al tempo stesso essere femminili. Anche se dici una cosa sbagliata, va bene. E’ così che si impara.”  Israa, 13 anni, è una rifugiata siriana nel campo di Zaatari, in Giordania. Da grande vuole diventare un bravo medico e aiutare chi non può permettersi le cure.

“Le persone si aspettano che le ragazze stiano ferme in silenzio. E’ quello che chiamano comportarsi da donna, no? Ma io non sono d’accordo. Io penso che le donne possano parlare, dire quello che pensano, fare domande e al tempo stesso essere femminili. Anche se dici una cosa sbagliata, va bene. E’ così che si impara.” Israa, 13 anni, è una rifugiata siriana nel campo di Zaatari, in Giordania. Da grande vuole diventare un bravo medico e aiutare chi non può permettersi le cure.

We bring you a selection of 10 famous black and white photojournalists/photographers that ever lived.

We bring you a selection of 10 famous black and white photojournalists/photographers that ever lived.

Scott Morrison won't apologise after claims detainees coached to self-harm  Former immigration minister says Doogan review’s finding of ‘no evidence’ to justify removal of nine staff from Nauru a matter for Peter Dutton

Scott Morrison won't apologise after claims detainees coached to self-harm

Scott Morrison won't apologise after claims detainees coached to self-harm Former immigration minister says Doogan review’s finding of ‘no evidence’ to justify removal of nine staff from Nauru a matter for Peter Dutton

"Ho usato la mia cornice per guardare il cielo, l'elettricità, bottiglie di acqua, succo d'arancia, negozi, telefoni, strade, giocattoli, perfino le persone che consegnano il pane. Ma quello che vorrei veramente è essere in Siria a fare delle belle foto belle nel mio paese. "  Natheer, 13 anni, è uno dei 12 bambini che partecipano al nostro workshop di fotografia nel campo profughi di Za'atari. Questa è stata scattata durante la loro prima lezione su come comporre l'immagine perfetta

"Ho usato la mia cornice per guardare il cielo, l'elettricità, bottiglie di acqua, succo d'arancia, negozi, telefoni, strade, giocattoli, perfino le persone che consegnano il pane. Ma quello che vorrei veramente è essere in Siria a fare delle belle foto belle nel mio paese. " Natheer, 13 anni, è uno dei 12 bambini che partecipano al nostro workshop di fotografia nel campo profughi di Za'atari. Questa è stata scattata durante la loro prima lezione su come comporre l'immagine perfetta

“Vedere l’ansia volare via dalla finestra e la confidenza crescere è una delle gioie immediate dei workshop di fotografia. Quando tutto va bene è difficile ricordare un tempo in cui non conoscevamo i nostri nomi e le nostre storie” Segui i progressi di questo gruppo di bambini nel campo rifugiati di Za’atari in Giordania mentre esplorano il loro mondo attraverso la fotografia e ti invitano a vedere ciò che vedono.

“Vedere l’ansia volare via dalla finestra e la confidenza crescere è una delle gioie immediate dei workshop di fotografia. Quando tutto va bene è difficile ricordare un tempo in cui non conoscevamo i nostri nomi e le nostre storie” Segui i progressi di questo gruppo di bambini nel campo rifugiati di Za’atari in Giordania mentre esplorano il loro mondo attraverso la fotografia e ti invitano a vedere ciò che vedono.

Pinterest
Cerca