Explore Fede, Terra, and more!

Un Mozart che conosce il dolore, e che tuttavia sa attivare la speranza, la fede e la fiducia. “Un compositore che sa guardare al cielo proprio mentre è infangato dal mondo e dalle esperienze dure di questa terra. E per questo egli ha una particolare efficacia terapeutica poiché ogni malattia è dolore e per entrare nel dolore di ciascuno e in quello del mondo occorre conoscerlo e saperlo partecipare”.

Un Mozart che conosce il dolore, e che tuttavia sa attivare la speranza, la fede e la fiducia. “Un compositore che sa guardare al cielo proprio mentre è infangato dal mondo e dalle esperienze dure di questa terra. E per questo egli ha una particolare efficacia terapeutica poiché ogni malattia è dolore e per entrare nel dolore di ciascuno e in quello del mondo occorre conoscerlo e saperlo partecipare”.

Il 12 agosto 1480 le navi turche comandate da Akmed Pascià espugnano la città di Otranto. Il sangue corre per la città con una violenza senza pari. Ottocento uomini di Otranto vengono portati sulla collina più alta della città e vengono tutti decapitati. “I demoni di Otranto” parte proprio da qui. E riprende alcune pagine di “Otranto”, il romanzo di Roberto Cotroneo uscito nel 1997.

Il 12 agosto 1480 le navi turche comandate da Akmed Pascià espugnano la città di Otranto. Il sangue corre per la città con una violenza senza pari. Ottocento uomini di Otranto vengono portati sulla collina più alta della città e vengono tutti decapitati. “I demoni di Otranto” parte proprio da qui. E riprende alcune pagine di “Otranto”, il romanzo di Roberto Cotroneo uscito nel 1997.

Frutto di un lungo lavoro di composizione, queste poesie sono figlie del disincanto ma anche della speranza, della musica come del silenzio, e creano un luogo della mente in cui tutto vive sospeso, protetto e inalterato. La memoria separa la vita in tanti freddi tasselli, come coriandoli di neve dentro una boccia di vetro; la poesia li accende con la parola e rende la lo ro verità comunicabile, universale.

Frutto di un lungo lavoro di composizione, queste poesie sono figlie del disincanto ma anche della speranza, della musica come del silenzio, e creano un luogo della mente in cui tutto vive sospeso, protetto e inalterato. La memoria separa la vita in tanti freddi tasselli, come coriandoli di neve dentro una boccia di vetro; la poesia li accende con la parola e rende la lo ro verità comunicabile, universale.

Con la sua scrittura da grande avvocato Cicerone smonta con abilità le accuse contro la vecchiaia, e rivendica la capacità dell’anziano di dare un contributo positivo alla società e alle generazioni future.  E lo fa a tal punto che il lettore, pagina dopo pagina, viene portato a pensare che la vecchiaia possa essere davvero bella come la prosa ciceroniana: una stagione tersa e misurata, grave e gentile, meditata e tranquilla, con una punta di nobile alterità.

Con la sua scrittura da grande avvocato Cicerone smonta con abilità le accuse contro la vecchiaia, e rivendica la capacità dell’anziano di dare un contributo positivo alla società e alle generazioni future. E lo fa a tal punto che il lettore, pagina dopo pagina, viene portato a pensare che la vecchiaia possa essere davvero bella come la prosa ciceroniana: una stagione tersa e misurata, grave e gentile, meditata e tranquilla, con una punta di nobile alterità.

Filosofo, scrittore, maestro, dopo quasi due millenni Seneca torna, con le sue parole, a rammentarci il valore del tempo. Un valore relativo, personale, soggettivo che cambia a seconda delle scelte di ognuno di noi. Ma è davvero nel tempo che si misura la durata di una vita? O nella capacità di fare tesoro di ogni momento? Di astrarsi dalle contingenze del mondo per raggiungere la consapevolezza di ciò che è davvero importante?

Filosofo, scrittore, maestro, dopo quasi due millenni Seneca torna, con le sue parole, a rammentarci il valore del tempo. Un valore relativo, personale, soggettivo che cambia a seconda delle scelte di ognuno di noi. Ma è davvero nel tempo che si misura la durata di una vita? O nella capacità di fare tesoro di ogni momento? Di astrarsi dalle contingenze del mondo per raggiungere la consapevolezza di ciò che è davvero importante?

Arthur Conan Doyle è passato alla storia non solo letteraria, ma anche del costume – come inventore del personaggio di Sherlock Holmes. Era quanto di peggio Doyle potesse augurarsi, visto che il suo sogno era di passare ai posteri come autore di poderosi romanzi storici, saggi sulla Grande Guerra o autore di trattati sullo spiritismo. Per questo in vita cercò più volte di ucciderlo...

Arthur Conan Doyle è passato alla storia non solo letteraria, ma anche del costume – come inventore del personaggio di Sherlock Holmes. Era quanto di peggio Doyle potesse augurarsi, visto che il suo sogno era di passare ai posteri come autore di poderosi romanzi storici, saggi sulla Grande Guerra o autore di trattati sullo spiritismo. Per questo in vita cercò più volte di ucciderlo...

Gianfranco Ravasi firma la prefazione di Amare, Riflessioni sul fondamento della vita, le più belle pagine di Sant'Agostino su tutte le iridescenze dell'amore. C'è l'amore materno puro e assoluto e c'è la freschezza dell'amore matrimoniale, c'è l'amicizia delicata e fragile e la carità verso il prossimo. E c'è naturalmente l'amore per il Bene immutabile e sommo, segreta anima di ogni amore concreto  e contingente.

Gianfranco Ravasi firma la prefazione di Amare, Riflessioni sul fondamento della vita, le più belle pagine di Sant'Agostino su tutte le iridescenze dell'amore. C'è l'amore materno puro e assoluto e c'è la freschezza dell'amore matrimoniale, c'è l'amicizia delicata e fragile e la carità verso il prossimo. E c'è naturalmente l'amore per il Bene immutabile e sommo, segreta anima di ogni amore concreto e contingente.

L’antologia Mia dolcissima madre, a cura di Gianni Rizzoni, racchiude le più belle poesie d’amore italiane dedicate alla mamma. Dai versi immortali di Dante nel canto XXXIII dell’Inferno alle dolenti elegie dei poeti dell’Ottocento e Novecento.

L’antologia Mia dolcissima madre, a cura di Gianni Rizzoni, racchiude le più belle poesie d’amore italiane dedicate alla mamma. Dai versi immortali di Dante nel canto XXXIII dell’Inferno alle dolenti elegie dei poeti dell’Ottocento e Novecento.

Perché Johann Joachim Winckelmann, archeologo e studioso di fama mondiale, Prefetto delle Antichità di Roma, interrompe a Vienna il suo viaggio nelle capitali del Nord per ritornare precipitosamente in Italia? Che cosa gli hanno comunicato nei colloqui segreti al castello di Schönbrunn il principe von Kaunitz e la stessa imperatrice Maria Teresa? Perché viaggia in incognito? Perché viene brutalmente assassinato in una stanza della Locanda Grande di Trieste?

Perché Johann Joachim Winckelmann, archeologo e studioso di fama mondiale, Prefetto delle Antichità di Roma, interrompe a Vienna il suo viaggio nelle capitali del Nord per ritornare precipitosamente in Italia? Che cosa gli hanno comunicato nei colloqui segreti al castello di Schönbrunn il principe von Kaunitz e la stessa imperatrice Maria Teresa? Perché viaggia in incognito? Perché viene brutalmente assassinato in una stanza della Locanda Grande di Trieste?

Secondo me non è vero che gli italiani sono antifemministi. Per loro la donna è troppo importante, specialmente la mamma.  (Gaber)    Guido Harari (a cura di), Quando parla Gaber - Pensieri e provocazioni per l’Italia di oggi, Chiarelettere.

Secondo me non è vero che gli italiani sono antifemministi. Per loro la donna è troppo importante, specialmente la mamma. (Gaber) Guido Harari (a cura di), Quando parla Gaber - Pensieri e provocazioni per l’Italia di oggi, Chiarelettere.

Amore è un fuoco è una raccolta di poesie italiane di amore e di passione, frutto della selezione delle più belle poesie di 73 poeti che da Petrarca, Dante, Cavalcanti, Angiolieri, Petrarca, Leopardi, Ariosto, Poliziano, attraversa otto secoli per arrivare ai giorni nostri.

Amore è un fuoco è una raccolta di poesie italiane di amore e di passione, frutto della selezione delle più belle poesie di 73 poeti che da Petrarca, Dante, Cavalcanti, Angiolieri, Petrarca, Leopardi, Ariosto, Poliziano, attraversa otto secoli per arrivare ai giorni nostri.

Juan Pablo Escobar, Pablo Escobar. Gli ultimi segreti dei Narcos raccontati da suo figlio – EvidenziaLibri

Juan Pablo Escobar, Pablo Escobar. Gli ultimi segreti dei Narcos raccontati da suo figlio – EvidenziaLibri

La passione per la politica nel nuovo libro di Massimo Dadea | Evidenzia Libri

La passione per la politica nel nuovo libro di Massimo Dadea | Evidenzia Libri

Federico Pedrocchi, Parole per il futuro. Piccolo vocabolario per il prossimo decennio, Edizioni Ambiente - Verde Nero

Parole per il futuro. Piccolo vocabolario per il prossimo decennio

L'Agenda Letteraria 2015 è dedicata, oltre che al 750° anniversario della nascita di Dante Alighieri, al tema della Grande Guerra. Pagina dopo pagina si ricordano scrittori e artisti che vi hanno direttamente partecipato, che sono caduti al fronte, rimasti feriti o fatti prigionieri.

L'Agenda Letteraria 2015 è dedicata, oltre che al 750° anniversario della nascita di Dante Alighieri, al tema della Grande Guerra. Pagina dopo pagina si ricordano scrittori e artisti che vi hanno direttamente partecipato, che sono caduti al fronte, rimasti feriti o fatti prigionieri.

Thierry Bizot, Cattolico anonimo, Castelvecchi editore – (scheda libro) | Evidenzia Libri

Thierry Bizot, Cattolico anonimo, Castelvecchi editore – (scheda libro) | Evidenzia Libri

Pinterest
Search