Esplora queste idee e molte altre!

Esplora argomenti correlati

Siamo stati a Bassano del Grappa da Franco Tottene, fondatore del concessionario Honda Moto più grande d'Italia e fautore del successo di Parker ai mondiali del 91. Scatoloni pieni di guarnizioni, stivali, pistoni e tante tute in pelle degli anni 70. Tante hanno ancora l'etichetta.

Siamo stati a Bassano del Grappa da Franco Tottene, fondatore del concessionario Honda Moto più grande d'Italia e fautore del successo di Parker ai mondiali del 91. Scatoloni pieni di guarnizioni, stivali, pistoni e tante tute in pelle degli anni 70. Tante hanno ancora l'etichetta.

La natura è violenta, prevaricazione del più forte sul più debole. E invece Edoardo Bennato sogna un mondo in cui siano tutti uguali e non ci sia la sofferenza: «Adesso l’isola che non c’è dobbiamo conquistarcela, non sognarla». Piena di amarezza la nostra intervista, leggetela sul nuovo Riders in edicola.

La natura è violenta, prevaricazione del più forte sul più debole. E invece Edoardo Bennato sogna un mondo in cui siano tutti uguali e non ci sia la sofferenza: «Adesso l’isola che non c’è dobbiamo conquistarcela, non sognarla». Piena di amarezza la nostra intervista, leggetela sul nuovo Riders in edicola.

Carmelo Ezpeleta: non c'è alcun dubbio che sia lui a comandare in MotoGP, Superbike, campionato spagnolo, Rookies e Asia Talent Cup. E ora è tornato alla ribalta per la scena con Rossi a Valencia. Noi, comunque, l'avevamo messo in copertina a marzo.

Carmelo Ezpeleta: non c'è alcun dubbio che sia lui a comandare in MotoGP, Superbike, campionato spagnolo, Rookies e Asia Talent Cup. E ora è tornato alla ribalta per la scena con Rossi a Valencia. Noi, comunque, l'avevamo messo in copertina a marzo.

Nel 1985 fu l’ultimo a vincere il Mondiale in 250 e 500. Poi il buio, le voci, il passaggio da Fast Freddie a Fat Freddie. Ora vive di comparsate, ha una scuola guida e un bodyguard molto particolare. E con noi ha dovuto fare i conti, con passato e presente. Su Riders di settembre.

Nel 1985 fu l’ultimo a vincere il Mondiale in 250 e 500. Poi il buio, le voci, il passaggio da Fast Freddie a Fat Freddie. Ora vive di comparsate, ha una scuola guida e un bodyguard molto particolare. E con noi ha dovuto fare i conti, con passato e presente. Su Riders di settembre.

Dopo aver smesso soffrì di depressione. Ma ora è felice, e tutto intero. Brad Lackey era un capellone di talento di San Francisco, e si è trovato ad essere il primo americano a correre per la squadra ufficiale di un paese comunista e a vincere il mondiale 500 di motocross. Una vera icona.

Dopo aver smesso soffrì di depressione. Ma ora è felice, e tutto intero. Brad Lackey era un capellone di talento di San Francisco, e si è trovato ad essere il primo americano a correre per la squadra ufficiale di un paese comunista e a vincere il mondiale 500 di motocross. Una vera icona.

DP#26. Lions ;-)

DP#26. Lions ;-)

Unforgettables Riders people. Diego Bosis.

Unforgettables Riders people. Diego Bosis.

Anni Settanta, Regolarità, mulattiere. E lui, Stefano Zardini, c’era. Sempre. Dentro la gara ad inseguire i piloti con reflex e cinepresa: «Perché volevo raccontare uno sport per uomini veri, gli altri al massimo erano piloti che rischiavano».

Anni Settanta, Regolarità, mulattiere. E lui, Stefano Zardini, c’era. Sempre. Dentro la gara ad inseguire i piloti con reflex e cinepresa: «Perché volevo raccontare uno sport per uomini veri, gli altri al massimo erano piloti che rischiavano».

Zanardi's spirit.

Zanardi's spirit.

Brothers Robert and Joey Dunlop

Brothers Robert and Joey Dunlop

Pinterest
Cerca