Explore Thrash Metal, Metal Artwork, and more!

RECENSIONE: SLAYER ((Postmortem, single)) Il singolo di Postmorten anticipa quanto di li a poco gli Slayer ci avrebbero regalato nel 1986: il capolavoro indiscusso del Thrash Metal "Reign In Blood". Tra sole tracce che nell'esigua quantità riassumono perfettamente tutta l'attitudine di Tom Araya e soci. Cliccando sull'immagine si apre la recensione, buona lettura! (Michele Met Alluigi)

RECENSIONE: SLAYER ((Postmortem, single)) Il singolo di Postmorten anticipa quanto di li a poco gli Slayer ci avrebbero regalato nel 1986: il capolavoro indiscusso del Thrash Metal "Reign In Blood". Tra sole tracce che nell'esigua quantità riassumono perfettamente tutta l'attitudine di Tom Araya e soci. Cliccando sull'immagine si apre la recensione, buona lettura! (Michele Met Alluigi)

Google Image Result for http://www.tartareandesire.com/reviews/covers/belphegor2.jpg

Google Image Result for http://www.tartareandesire.com/reviews/covers/belphegor2.jpg

RECENSIONE: SLAYER (( Criminally Insane )) Con "Criminally Insane" si concludel la campagna promozionale di quel capolavoro thrash Metal che è "Reign In Blood" degli Slayer. Due sole tracce che si presentano come un biglietto da visita che non ci giunge per le mani ma dritto in faccia come un treno. Cliccando sull'immagine si apre la recensione, buona lettura! (Michele Met Alluigi)

RECENSIONE: SLAYER (( Criminally Insane )) Con "Criminally Insane" si concludel la campagna promozionale di quel capolavoro thrash Metal che è "Reign In Blood" degli Slayer. Due sole tracce che si presentano come un biglietto da visita che non ci giunge per le mani ma dritto in faccia come un treno. Cliccando sull'immagine si apre la recensione, buona lettura! (Michele Met Alluigi)

RECENSIONE: METALLICA Singolo (( King Nothing )) Da grande imperatore a mendicante per le strade durante il gelido inverno. I Metallica ripercorrono l ascesa ed il declino del monarca nella title-track del singolo "King Nothing", che insieme ad Aint My Bitch ci propone il meglio estratto dal "Load". Cliccando sull immagine si apre la recensione, buona lettura! (Michele)

RECENSIONE: METALLICA Singolo (( King Nothing )) Da grande imperatore a mendicante per le strade durante il gelido inverno. I Metallica ripercorrono l ascesa ed il declino del monarca nella title-track del singolo "King Nothing", che insieme ad Aint My Bitch ci propone il meglio estratto dal "Load". Cliccando sull immagine si apre la recensione, buona lettura! (Michele)

RECENSIONE: Slayer ((Implode, single)) Il 24 Aprile del 2014 gli Slayer rilasciano in free download il singolo "Implode", apripista di "Repentless", album che proprio all'epoca stava terminando il suo periodo di genesi. Una canzone che ci presenta dunque una formazione rimaneggiata ed apre un nuovo corso. Fino ad ora, è il caso di dirlo, non certo molto esaltante a livelli massimi. (Marek)

RECENSIONE: Slayer ((Implode, single)) Il 24 Aprile del 2014 gli Slayer rilasciano in free download il singolo "Implode", apripista di "Repentless", album che proprio all'epoca stava terminando il suo periodo di genesi. Una canzone che ci presenta dunque una formazione rimaneggiata ed apre un nuovo corso. Fino ad ora, è il caso di dirlo, non certo molto esaltante a livelli massimi. (Marek)

Cirith Ungol, Frost and Fire, 1981 | Recensione canzone per canzone, review track by track #Rock & Metal In My Blood

Cirith Ungol, Frost and Fire, 1981 | Recensione canzone per canzone, review track by track #Rock & Metal In My Blood

RECENSIONE: Saxon (( Rock the Nations)) Una poco ispirata band, già reduce dal mezzo passo falso di Innocence, si appresta a far uscire il nuovo lavoro. Rock The Nations esce fra difficoltà, cambi di formazione, ed una band che risulta essere sempre più stanca e alla deriva rispetto ai suoi gloriosi esordi.

Rock the nations CD - Acquista ora su EMP - Band disponibili online – A prezzo imbattibile!

RECENSIONE: Arthemis ((Church of the Holy Ghost)) Era il 1999 ed un gruppo di giovani metalheads veneti stava per presentare alla scena italiana il suo primo disco autoprodotto. "Church of the Holy Ghost" è l'inizio della fortunata saga degli Arthemis, guidati dal sempiterno Andrea Martongelli e nell'arco di questi sedici anni divenuti una vera e propria punta di diamante del Metal tricolore. In questo particolare debutto percepiamo appieno la foga giovanile di una band che,

Arthemis, Church of the Holy Ghost, independent

LIVE REPORT: Deathless Legacy (( The Gathering Release Party)) Il 26 Febbraio 2016, in quel di Pisa è tempo di Horror Metal; infatti i Deathless Legacy hanno deciso di sfruttare al meglio il fattore campo e presentare in anteprima il loro nuovo disco al Borderline, uno dei pub storici di Pisa, il migliore per chi vi scrive. I nostri artisti del brivido musicale hanno foraggiato il male con il loro nuovo disco, uscito nella stessa data del concerto per Scarlet Records.

LIVE REPORT: Deathless Legacy (( The Gathering Release Party)) Il 26 Febbraio 2016, in quel di Pisa è tempo di Horror Metal; infatti i Deathless Legacy hanno deciso di sfruttare al meglio il fattore campo e presentare in anteprima il loro nuovo disco al Borderline, uno dei pub storici di Pisa, il migliore per chi vi scrive. I nostri artisti del brivido musicale hanno foraggiato il male con il loro nuovo disco, uscito nella stessa data del concerto per Scarlet Records.

RECENSIONE: Anthrax ((Fistful Of Metal)) Con oggi inauguriamo un'altra discografia storica; era il 1984, ed alcuni ragazzi misero insieme le loro forze, dopo svariati cambi di formazione, per dare vita ad un progetto che di lì a poco sarebbe entrato di diritto nei cosiddetti "Big 4 del Thrash Metal". Gli Anthrax si formarono sui banchi di scuola ad opera di Scott Ian e Dan Lilker, e nel febbraio del 1984 si presentarono ufficialmente al mondo, dopo alcune demo, col loro primo full lenght

Song: Subjugator Band: Anthrax Album: Fistful Of Metal Year: 1984 Out in the streets Were fighting tonight Were dirty and mean So run for you lives .

RECENSIONE: Dead Twilight ((Endless Torment)) Dopo due demo, i palermitani Dead Twilight giungono al loro debutto in Full-Length. "Endless Torment", uscito proprio lo scorso 14 Settembre, ci propone un Death Metal potente e brutale, un assalto musicale che sicuramente farà felici i fan della vecchia scuola (e non solo loro). Fra testi ispirati e riff possenti, i Nostri fanno centro realizzando un esordio con gli attributi giusti per potersi imporre in una scena estrema

RECENSIONE: Dead Twilight ((Endless Torment)) Dopo due demo, i palermitani Dead Twilight giungono al loro debutto in Full-Length. "Endless Torment", uscito proprio lo scorso 14 Settembre, ci propone un Death Metal potente e brutale, un assalto musicale che sicuramente farà felici i fan della vecchia scuola (e non solo loro). Fra testi ispirati e riff possenti, i Nostri fanno centro realizzando un esordio con gli attributi giusti per potersi imporre in una scena estrema

RECENSIONE: Strana Officina ((Ritual, EP)) Svolta "british" per i livornesi Strana Officina, che in occasione del loro secondo EP mutano pelle, decidendo di donarsi ad un tipo di Heavy dalle tinte più classiche e furiose, a tratti sfocianti nello Speed. Questo è "Ritual", EP del 1987, il quale abbandona gli stilemi tipici dell'esordio di tre anni prima; per consegnarci una band più diretta, massiccia e concreta. Il risultato, nemmeno a dirlo, è stratosferico a dire poco. (Fabio Forgione)

RECENSIONE: Strana Officina ((Ritual, EP)) Svolta "british" per i livornesi Strana Officina, che in occasione del loro secondo EP mutano pelle, decidendo di donarsi ad un tipo di Heavy dalle tinte più classiche e furiose, a tratti sfocianti nello Speed. Questo è "Ritual", EP del 1987, il quale abbandona gli stilemi tipici dell'esordio di tre anni prima; per consegnarci una band più diretta, massiccia e concreta. Il risultato, nemmeno a dirlo, è stratosferico a dire poco. (Fabio Forgione)

Pinterest
Search