Cavallino votivo, che risale al VIII secolo a.C. (750-725 a.C. circa). E' fatto di  bronzo. E' conservato al Staatliche Museen Antikenabteilung, Berlino.

Cavallino votivo, che risale al VIII secolo a.C. (750-725 a.C. circa). E' fatto di bronzo. E' conservato al Staatliche Museen Antikenabteilung, Berlino.

Questo vaso rappresenta ''il Sonno e la Morte'' che sollevano il corpo di Sarpedonte per ordine di Hermes. L'autore fu probabilmente Euphronios.  Risale al 515-510 a.C. E' un cratere a calice, dipinto a figure rosse. Attualmente non è posizionato in nessun museo.

Questo vaso rappresenta ''il Sonno e la Morte'' che sollevano il corpo di Sarpedonte per ordine di Hermes. L'autore fu probabilmente Euphronios. Risale al 515-510 a.C. E' un cratere a calice, dipinto a figure rosse. Attualmente non è posizionato in nessun museo.

Anfora del Dipylon, risale al VII secolo a.C. (760-750 a.C. circa).E' fatto in ceramica dipinta. E' stato ritrovato nella necropoli del Dipylon, ad Atene. Attualmente è conservata nel Museo Archeologico Nazionale di Atene. L'anfora del Dipylon, ritrovata vicino ad una delle due porte che caratterizzavano il cimitero omonimo, aveva funzione funeraria, si trattava del segnacolo di una tomba.

Anfora del Dipylon, risale al VII secolo a.C. (760-750 a.C. circa).E' fatto in ceramica dipinta. E' stato ritrovato nella necropoli del Dipylon, ad Atene. Attualmente è conservata nel Museo Archeologico Nazionale di Atene. L'anfora del Dipylon, ritrovata vicino ad una delle due porte che caratterizzavano il cimitero omonimo, aveva funzione funeraria, si trattava del segnacolo di una tomba.

Questo vaso rappresenta Achille e Aiace che giocano a dadi. L'autore fu probabilmente Exechias. Risale al 550-525 a.C.  E' un'anfora dipinta a figure nere. Attualmente è conservata al Museo Etrusco-Gregoriano, in Città del Vaticano.

Questo vaso rappresenta Achille e Aiace che giocano a dadi. L'autore fu probabilmente Exechias. Risale al 550-525 a.C. E' un'anfora dipinta a figure nere. Attualmente è conservata al Museo Etrusco-Gregoriano, in Città del Vaticano.

''Era di Samo'', il nome è improprio considerando che non rappresenta una divinità, ma la kore, ossia l'ideale di donna. Risale al VI secolo a.C. E' una statua votiva. Il vestito rappresentato era il vestito tipico femminile in ambito ionico. E' conservata al Louvre.

''Era di Samo'', il nome è improprio considerando che non rappresenta una divinità, ma la kore, ossia l'ideale di donna. Risale al VI secolo a.C. E' una statua votiva. Il vestito rappresentato era il vestito tipico femminile in ambito ionico. E' conservata al Louvre.

''Kore di Antenor'', è realizzata in marmo, e risale al 525 a.C. circa. L'autore fu Antenore. Fa parte della serie di statue votive femminili che fu in uso collocare sull'acropoli di Atene all'incirca tra il 570 e il 490 a.C. Attualmente è conservata al Museo dell'acropoli di Atene.

''Kore di Antenor'', è realizzata in marmo, e risale al 525 a.C. circa. L'autore fu Antenore. Fa parte della serie di statue votive femminili che fu in uso collocare sull'acropoli di Atene all'incirca tra il 570 e il 490 a.C. Attualmente è conservata al Museo dell'acropoli di Atene.

Cleobi e Bitone, sono attribuiti a Polimede di Argo . Risalgono al 610-590 a.C. E' realizzata completamente in marmo a tutto tondo. Hanno una funzione votiva. Presentano ancora tratti egizi, ossia hanno i piedi uno di fronte all'altro, le bracca sono lungo i fianchi e i capelli hanno la stessa forma dei copricapi dei sovrani nelle statue egizie. Sono conservati al Museo archeologico di Delfi.

Cleobi e Bitone, sono attribuiti a Polimede di Argo . Risalgono al 610-590 a.C. E' realizzata completamente in marmo a tutto tondo. Hanno una funzione votiva. Presentano ancora tratti egizi, ossia hanno i piedi uno di fronte all'altro, le bracca sono lungo i fianchi e i capelli hanno la stessa forma dei copricapi dei sovrani nelle statue egizie. Sono conservati al Museo archeologico di Delfi.

Vaso François, chiamato cosi dal nome dell'archeologo che l'ha scoperto. E' un cratere,cioè un grande vaso utilizzato per mescolare vino e acqua nel simposio, durante il quale era collocato al centro della stanza. Datato intorno al 570 a.C.  Gli autori furono Kleitias ed Ergotimos.  I numerosi frammenti del vaso furono rinvenuti nella necropoli etrusca di "Fonte Rotella" a Chiusi. Ora è collocato al Museo archeologico di Firenze.

Vaso François, chiamato cosi dal nome dell'archeologo che l'ha scoperto. E' un cratere,cioè un grande vaso utilizzato per mescolare vino e acqua nel simposio, durante il quale era collocato al centro della stanza. Datato intorno al 570 a.C. Gli autori furono Kleitias ed Ergotimos. I numerosi frammenti del vaso furono rinvenuti nella necropoli etrusca di "Fonte Rotella" a Chiusi. Ora è collocato al Museo archeologico di Firenze.


Altre idee
proportion by NEMA

proportion by NEMA

elements of art. Good first page to the elements section. I can take out the bottom and the ABC's of art thing in photoshop

elements of art. Good first page to the elements section. I can take out the bottom and the ABC's of art thing in photoshop

Learn to draw people using shapes. This is a good lesson for beginners learning how to draw.

Learn to draw people using shapes. This is a good lesson for beginners learning how to draw.

Pin art work

Pin art work

The ABCs of Art-Learn about shapes in design and art.

The ABCs of Art-Learn about shapes in design and art.

Principles of Design

Principles of Design

The Winged Victory of Samothrace - Google Search

The Winged Victory of Samothrace - Google Search

Ribbons interwoven with a common thread -collaborative project

Ribbons interwoven with a common thread -collaborative project

This took me forever but was very therapeutic :-) Done with Pitt pens and Sharpies.

This took me forever but was very therapeutic :-) Done with Pitt pens and Sharpies.

Pinterest
Cerca