Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Astronomia / astrofisica da Tachyon Beam

Immagini astronomiche dal blog Tachyon Beam, dedicato ad astronomia / astrofisica e missioni spaziali
312 Pin89 Follower

L'ipotesi dell'esistenza di un oceano sotterraneo sul pianeta nano Plutone è stata riportata in auge da alcune ricerche basate sui dati raccolti dalla sonda spaziale New Horizons della NASA durante il volo ravvicinato del 14 luglio 2015. Generalmente l'ipotesi riguarda un oceano d'acqua ma William McKinnon, tra gli autori di diverse ricerche su Plutone, ha suggerito che l'oceano contenga molta ammoniaca. Leggi i dettagli nell'articolo!

1

Un articolo pubblicato sulla rivista "Nature" descrive una ricerca che suggerisce una rapida formazione del grande bacino di Sputnik Planitia, una parte della regione a forma di cuore sul pianeta nano Plutone, nelle prime fasi della sua vita. Un team di ricercatori guidato da Douglas Hamilton dell'Università del Maryland ha concluso che le sue caratteristiche potrebbero essere le inevitabili conseguenze dei processi che hanno determinato la sua evoluzione. Leggi i dettagli nell'articolo!

1

Un articolo pubblicato sulla rivista "The Astrophysical Journal" descrive le osservazioni dei luoghi di nascita della maggior parte delle stelle odierne. Un team di astronomi guidato da Wiphu Rujopakam ha utilizzato i radiotelescopi VLA e ALMA per studiare galassie talmente distanti che le vediamo com'erano circa 10 miliardi di anni fa, quando nell'universo ci fu il periodo di picco della formazione stellare. Leggi i dettagli nell'articolo!

Un articolo pubblicato sulla rivista "Astrophysical Journal Letters" descrive una ricerca, presentata anche nei giorni scorsi al meeting della American Astronomical Society, sulla pulsar PSR J1119-6127. Scoperta oltre 16 anni fa, recentemente ha manifestato comportamenti tipici di una magnetar, un altro tipo di stella di neutroni. Questa stranezza potrebbe aiutare a comprendere il legame tra pulsar e magnetar e l'evoluzione delle stelle di neutroni. Leggi i dettagli nell'articolo!

Un articolo pubblicato sulla rivista "Monthly Notices of the Royal Astronomical Society" descrive la scoperta di una galassia di un tipo molto raro, con un nucleo centrale circondato da una coppia di anelli. Chiamata PGC 1000714, è stata scoperta da un gruppo di ricercatori della University of Minnesota a Duluth e del North Carolina Museum of Natural Sciences che l'ha riconosciuta come simile all'oggetto di Hoag, una galassia ad anello. Leggi i dettagli nell'articolo!

Un articolo pubblicato sulla rivista "Astronomy & Astrophysics" descrive la vista più dettagliata della nube molecolare chiamata Orione A, una delle due gigantesche nubi molecolari nel complesso nebuloso molecolare di Orione. Un team di ricercatori l'ha creata mettendo assieme immagini agli infrarossi ottenute dall'indagine VISION con il telescopio VISTA dell'ESO rivelando molte giovani stelle e altri oggetti in genere nascosti all'interno delle nubi di polvere. Leggi i dettagli…

L'ESA ha pubblicato una nuova immagine della rete di filamenti interstellari visti dal telescopio spaziale Herschel nell'area di spazio attorno a Polaris, la stella polare, che in realtà è un sistema multiplo. Conosciuta per questo motivo anche come Polaris Flare, si tratta di una nube interstellare in cui si sono formati filamenti in cui ci sono gas e polveri visibili soprattutto agli infrarossi. Leggi i dettagli nell'articolo!

Un articolo pubblicato sulla rivista "Icarus" descrive le nuove prove della presenza di antichissime attività idrotermali nel cratere Auki su Marte. Un team di scienziati guidato da Filippo Giacomo Carrozzo dell'INAF-IAPS di Roma ha usato immagini e dati spettroscopici raccolti dalla sonda spaziale Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) della NASA per individuare strutture geologiche e minerali idrati che confermano quell'ipotesi. Leggi i dettagli nell'articolo!

Un articolo pubblicato sulla rivista "Physical Review Letters" descrive una ricerca su Sagittarius A*, il buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea. Un team di scienziati dell'Università di Princeton e del Princeton Plasma Physics Laboratory (PPPL) del Dipartimento dell'Energia americano hanno sviluppato un nuovo metodo per creare un modello del disco di accrescimento che alimenta Sagittarius A*. Leggi i dettagli nell'articolo!

Un'immagine ottenuta grazie alle osservazioni effettuate dal telescopio spaziale Hubble mostra una galassia davvero peculiare. Chiamata IRAS 16399-0937, è un megamaser, cioè un maser astronomico che emette microonde con un'intensità circa cento milioni di volte maggiore di quella dei maser astronomici trovati in galassie come la Via Lattea. Ciò perché praticamente tutta la galassia è un maser. Leggi i dettagli nell'articolo!