Lo Sport è Cultura

Calcio, pallavolo, nuoto, corsa: pensate a uno sport qualsiasi e con molta probabilità scoprirete che lo praticavano già gli antichi greci! Salti nella storia alla scoperta delle radici antiche degli sport moderni per testimoniare lo stretto legame tra il mondo della cultura e quello dello sport, perché come dicevano gli antichi Romani, mens sana in corpore sano!
12 Pin34 Follower
La storia ci spiega che l’azzurro fu scelto in onore dei Savoia, in quanto rappresentava il colore ufficiale (Blu Savoia) della famiglia reale italiana fin dal 1360. I primi a indossare questa maglia furono gli atleti della nazionale di calcio nel 1911 e fu soltanto ai giochi di Los Angeles del 1932 che tutti gli atleti italiani adottarono il colore azzurro per le loro maglie.

La storia ci spiega che l’azzurro fu scelto in onore dei Savoia, in quanto rappresentava il colore ufficiale (Blu Savoia) della famiglia reale italiana fin dal 1360. I primi a indossare questa maglia furono gli atleti della nazionale di calcio nel 1911 e fu soltanto ai giochi di Los Angeles del 1932 che tutti gli atleti italiani adottarono il colore azzurro per le loro maglie.

Il nuoto è un sport recente? Niente affatto! Su una tomba etrusca del VII secolo a.C., detta della Caccia e della Pesca, si trova una delle più antiche raffigurazioni di un tuffatore che dopo essersi lanciato da una rupe si sta per inoltrare tra le onde del mare.

Il nuoto è un sport recente? Niente affatto! Su una tomba etrusca del VII secolo a.C., detta della Caccia e della Pesca, si trova una delle più antiche raffigurazioni di un tuffatore che dopo essersi lanciato da una rupe si sta per inoltrare tra le onde del mare.

"Citius!, Altius!, Fortius!" è l'espressione in latino che significa "Più veloce!, più in alto!, più forte!". Costituisce il motto olimpico ufficiale ed è, assieme ai cinque cerchi e alla fiamma olimpica, uno dei principali simboli olimpici. Si tratta di una esortazione originariamente rivolta a ogni atleta perché tendesse sempre al superamento agonistico dei propri limiti personali.

"Citius!, Altius!, Fortius!" è l'espressione in latino che significa "Più veloce!, più in alto!, più forte!". Costituisce il motto olimpico ufficiale ed è, assieme ai cinque cerchi e alla fiamma olimpica, uno dei principali simboli olimpici. Si tratta di una esortazione originariamente rivolta a ogni atleta perché tendesse sempre al superamento agonistico dei propri limiti personali.

La maratona, la gara di corsa sulla distanza di 42,195 km, si chiama così perché rievoca un evento epico dell'antica Grecia: la leggenda vuole che nel 490 a.C. Milziade, a capo degli eserciti di Atene, incaricò Fidippide di recare la notizia della vittoria sui persiani da Maratona ad Atene. Fidippide percorse circa 40 km di corsa senza mai fermarsi. Giunto a destinazione riuscì a gridare "Nenikékamen" ("abbiamo vinto"), subito dopo crollò al suolo morto.

La maratona, la gara di corsa sulla distanza di 42,195 km, si chiama così perché rievoca un evento epico dell'antica Grecia: la leggenda vuole che nel 490 a.C. Milziade, a capo degli eserciti di Atene, incaricò Fidippide di recare la notizia della vittoria sui persiani da Maratona ad Atene. Fidippide percorse circa 40 km di corsa senza mai fermarsi. Giunto a destinazione riuscì a gridare "Nenikékamen" ("abbiamo vinto"), subito dopo crollò al suolo morto.

Sapevate di avere le ali della Vittoria ai piedi? Lo Swoosh, il famoso “baffetto” simbolo della Nike è nato nel 1971 dalla fantasia della studentessa Carolyn Davidson per la Blue Ribbon Sports, un’azienda che importava scarpe sportive dal Giappone.  Il logo è ispirato alle ali della famosa statua greca, la Nike, ed ebbe così tanto successo che qualche anno dopo la società cambiò il suo nome in Nike.

Sapevate di avere le ali della Vittoria ai piedi? Lo Swoosh, il famoso “baffetto” simbolo della Nike è nato nel 1971 dalla fantasia della studentessa Carolyn Davidson per la Blue Ribbon Sports, un’azienda che importava scarpe sportive dal Giappone. Il logo è ispirato alle ali della famosa statua greca, la Nike, ed ebbe così tanto successo che qualche anno dopo la società cambiò il suo nome in Nike.

Nasce lo sport ma gli manca la parola! Presso i Greci il momento sportivo era parte essenziale dell'educazione. Tuttavia il termine sport non esisteva nel vocabolario greco. I Greci per indicare le loro attività usavano i termini gymnastique (da gymnos, nudo) perché gli atleti si confrontavano nudi, oppure agon (concorso, lotta, emulazione) o athlon (sforzo, lotta) o ancora athlos (combattimento, exploit) da cui gli aggettivi "agonistico" e "atletico".

Nasce lo sport ma gli manca la parola! Presso i Greci il momento sportivo era parte essenziale dell'educazione. Tuttavia il termine sport non esisteva nel vocabolario greco. I Greci per indicare le loro attività usavano i termini gymnastique (da gymnos, nudo) perché gli atleti si confrontavano nudi, oppure agon (concorso, lotta, emulazione) o athlon (sforzo, lotta) o ancora athlos (combattimento, exploit) da cui gli aggettivi "agonistico" e "atletico".

Pochi passaggi e quanti vetri rotti. Specchio universale di una generazione. Alzi la mano chi, almeno una volta, abbia tirato calci a un “Super Santos”. Inventato dalla ditta Mondo nel 1962, grazie all'intuizione dell'operaio Stefano Seno, il suo nome è ispirato alla vittoria del Brasile nei campionati del mondo.

Pochi passaggi e quanti vetri rotti. Specchio universale di una generazione. Alzi la mano chi, almeno una volta, abbia tirato calci a un “Super Santos”. Inventato dalla ditta Mondo nel 1962, grazie all'intuizione dell'operaio Stefano Seno, il suo nome è ispirato alla vittoria del Brasile nei campionati del mondo.

Il taekwondo, arte marziale coreana nata fra gli anni '50 e '60 del XIX secolo e basato sull'uso di tecniche di calcio, ha come fondamento l'etica, la morale e le norme spirituali attraverso le quali gli uomini possono vivere insieme senza litigare.

Il taekwondo, arte marziale coreana nata fra gli anni '50 e '60 del XIX secolo e basato sull'uso di tecniche di calcio, ha come fondamento l'etica, la morale e le norme spirituali attraverso le quali gli uomini possono vivere insieme senza litigare.

"Il bel danzar che con virtù s'acquista"… Uno dei primi balletti fu eseguito in Italia in occasione del banchetto di nozze fra Gian Galeazzo Maria Sforza e Isabella d'Aragona nel 1489 a Tortona.

"Il bel danzar che con virtù s'acquista"… Uno dei primi balletti fu eseguito in Italia in occasione del banchetto di nozze fra Gian Galeazzo Maria Sforza e Isabella d'Aragona nel 1489 a Tortona.

Forse non tutti sanno che i colori della bandiera con i cinque cerchi, uno dei simboli ufficiali delle Olimpiadi moderne, sono stati scelti accuratamente. Infatti Pierre de Coubertin disegnò personalmente la bandiera e scelse l’azzurro, giallo, nero, verde, rosa, più il bianco dello sfondo, perché all'epoca erano i colori utilizzati in tutte le bandiere del mondo. In questo modo la bandiera olimpica rappresenta tutte le nazioni della Terra.

Forse non tutti sanno che i colori della bandiera con i cinque cerchi, uno dei simboli ufficiali delle Olimpiadi moderne, sono stati scelti accuratamente. Infatti Pierre de Coubertin disegnò personalmente la bandiera e scelse l’azzurro, giallo, nero, verde, rosa, più il bianco dello sfondo, perché all'epoca erano i colori utilizzati in tutte le bandiere del mondo. In questo modo la bandiera olimpica rappresenta tutte le nazioni della Terra.


Altre idee
Pinterest
Cerca