Le sale del Museo

20 Pins
 9mo
an intricate carving on the side of a wall in a room with marble walls and flooring
Stemma araldico: l'origine dello "status symbol" di grandi famiglie
A chi non è mai capitato di cercare di interpretare i simboli delle grandi famiglie? L'attenzione che ci rubano gli araldi diventa a volte anche un gioco con noi stessi, pronti ad intuire o decifrare il piccolo enigma. Ma a cosa serve lo stemma di una casata, come nasce? Vediamolo insieme. La sua funzione primaria è quella del riconoscimento. Si tratta generalmente di uno scudo sul quale simboli e figure vanno #@museitaliani ##acquapendente#museodellacittà#art#italianart #
this is an old drawing of the battle
Il passaggio di Papa Pio VII ad Acquapendente
Quando il Papa Pio VII (Barnaba Niccolò Maria Luigi Chiaramonti), era in fuga dalle truppe francesi, soggiornò ad Acquapendente ospite del Vescovo Florido Pierleoni. "(...) La sera del 23 ad un'ora di notte giunse in Acquapendente . Fu con ogni onore accolto dalla città, e particolarmente da M.r Pierleoni. Si fermò nell'Episcopio la notte, e la mattina appresso prosegui per la Toscana. #@Mibact@museoacquapendente ##acquapendente#art#italianart ##pioVII#italianart#museodellacittà
Qui sono esposti la collezione di paramenti sacri del museo e i sei reliquiari a ostensorio appartenuti ai vescovi aquesiani. Saree
Qui sono esposti la collezione di paramenti sacri del museo e i sei reliquiari a ostensorio appartenuti ai vescovi aquesiani.
an old wall with some cracks in it and the word love written on it's side
Graffiti nelle carceri
Le carceri del Palazzo Vescovile fanno un pò pensare alla situazione che stiamo vivendo, pareti strette intorno a delle vite che stanno espiando i loro peccati, in attesa di un giudizio finale.. Un' anteprima dei loro particolari si possono già scorgere in questa foto che mette in evidenza i graffiti che le contraddistinguono #@Mibact@museoacquapendente ##italianart#museodellacittà#acquapendente#museodellacittà#art#italianart#arte#art#masterpieces@Mibact@museoacquapendente
a display case with a green cloth on top of it and other items around it
La pianeta del vescovo Leti e gli altri abiti sacri
Cos'è una pianeta? Indumento sacro, adoperato dai ministri dell'altare nella celebrazione della messa, e in altre poche occasioni. Deve essere di seta, e in genere porta degli ornamenti. Se ne conoscono due tipi; uno ampio, a mantello (cosiddetta pianeta gotica) ; l'altro, tagliato ai lati con un'apertura in alto per farvi passare la testa (le dimensioni sono 70*110 cm.). #@Mibact@museoacquapendente ##acquapendente#museodellacittà#art#italianart ##arte#art#masterpieces#vescovo
a statue of an old man with a beard
Il busto di Papa Innocenzo X
Il volto di Giovanni Battista Pamphilj ritratto in quest'opera dell'Algardi intorno al 1650, è scolpito riprendendo moltissimi dettagli e rappresenta un'opera di pregevole fattura. Gli occhi infossati stanchi e sospettosi, il grande naso carnoso dalla radice molto marcata, le sopracciglia aggottate, la barba rada sul mento pronunciato da allungato. Le gote morbide e sulla carne flaccida e senile si distendono #@palazzovescovile ##AlessandroAlgardi ##bustoalgardi ##innocenzox
an intricately carved white marble sculpture on display
SCULTURE DI ALESSANDRO ALGARDI
Alessandro Algardi nasce a Bologna nel 1598 e si forma nell’accademia di Ludovico Carracci come scultore. Lavora principalmente a Roma, affacciandosi al panorama dell’arte barocca. Appena eletto papa Innocenzo X Pamphili, lo scultore entra in concorrenza con Bernini, ostacolato dal papa per essere stato il protetto del suo nemico, il precedente papa Barberini. #@palazzovescovile ##AlessandroAlgardi #Acquapendente #Bernini #museodellacitta
a statue of an old man with a beard
Busto di Innocenzo X Pamphilj
Alessandro Algardi, Busto marmoreo di papa Innocenzo X Pamphilj, marmo scolpito, 1650 circa (palazzo vescovile) Realizzato dallo scultore Alessandro Algardi come modello da utilizzare per alcuni busti del pontefice realizzati a partire dal 1650. Trattasi di una scultura originale, la cui copia è riprodotta sulla facciata della cattedrale del Santo Sepolcro duomo della città, dove era in principio collocata. #Acquapendente #AlessandroAlgardi #InnocenzoXPamphili
the painting on the wall depicts several different people
Girolamo di Benvenuto del Guasta, Cristo in Pietà tra gli angeli
an oil painting of birds flying over the ocean near a rock outcropping
Una delle sale del palazzo vescovile, porta il nome di Salottino delle vedute.
a room filled with lots of different types of glass and stoneware on display in front of a window
Il #weekend é alle porte e il #palazzovescovile vi aspetta con arte, storia del territorio e laboratori! #museodellacitta #acquapendente
a group of people standing in front of a display case filled with plastic wrap and bags
Home - L'Ape Regina cooperativa
Vogliamo ringraziare tutti coloro che ieri sera hanno rallegrato le stanze del nostro museo con la loro presenza in occasione dell'evento "Una notte al museo"!! Siete stati tantissimi e noi siamo stati davvero contenti di ospitarvi!! Ritorneremo presto con altre novità....STAY TUNED!! #museodellacittà #halloween2018 #palazzovescovile #culturaedivertimento
an old tunnel with graffiti on the walls and wood flooring is lit by light
museo della città civico e diocesano di acquapendente - L'Ape Regina cooperativa
Le carceri vescovili del Museo della città di Acquapendente
a crucifix is displayed in front of a red wall
Cappella vescovile
È la cappella privata del vescovo, precedentemente ubicata all’interno dell’area centrale di Palazzo Oliva. L’aspetto attuale è principalmente frutto delle ricostruzioni conseguenti ai danni provocati dalla seconda guerra mondiale. La decorazione ad affresco sulle pareti e sul soffitto risale infatti al 1944 ed è opera del pittore aquesiano Alfredo Consoli su commissione del vescovo Giuseppe Pronti di Assisi ( #Acquapendente #Museodellacittàdiacquapendente #palazzovescovile