Pinterest

La scrittura come 'phàrmacon' - Guarire il disordine del mondo.

9 Pin166 Follower
Guarire il disordine del mondo. Prosatori italiani tra Otto e Novecento di Maria Panetta (Collana LetterePersiane)
Un altro dei "maestri" di Maria Panetta, in "Guarire il disordine del mondo" #letterepersiane è Corrado Alvaro, con la sua Calabria, "tempo-luogo dell'anima":  «Ho sentito dire da molti stranieri che [la Calabria] è una delle più belle [terre] d’Italia. Io non lo so, perché l’amo».

Un altro dei "maestri" di Maria Panetta, in "Guarire il disordine del mondo" #letterepersiane è Corrado Alvaro, con la sua Calabria, "tempo-luogo dell'anima": «Ho sentito dire da molti stranieri che [la Calabria] è una delle più belle [terre] d’Italia. Io non lo so, perché l’amo».

Corrado Alvaro

Corrado Alvaro

Sciascia secondo Pericoli

Sciascia secondo Pericoli

Un'altra presenza importante è quella di Guido Morselli:  "il romanziere-saggista, che non riuscì mai a scindere la propria vocazione affabulatoria, la propensione al racconto di storie, dalla propria tormentata tensione intellettualistica e che, all’affannosa ricerca di una risposta alle eterne domande dell’essere umano, chiese ragione del Male prima agli uomini e poi a Dio, rifugiandosi prima nella razionalità e poi nella fede, per poi approdare, infine, sconfitto, al Nulla."

Un'altra presenza importante è quella di Guido Morselli: "il romanziere-saggista, che non riuscì mai a scindere la propria vocazione affabulatoria, la propensione al racconto di storie, dalla propria tormentata tensione intellettualistica e che, all’affannosa ricerca di una risposta alle eterne domande dell’essere umano, chiese ragione del Male prima agli uomini e poi a Dio, rifugiandosi prima nella razionalità e poi nella fede, per poi approdare, infine, sconfitto, al Nulla."

"Guarire il disordine del mondo" è un titolo che ci rimanda a Gesualdo Bufalino, autore con il quale Panetta lambisce la fine del XX secolo; e non credo si tratti di una scelta casuale: Bufalino forse non è stato l’ultimo, ma certamente uno tra gli ultimi scrittori fedeli a un’idea umanistica di letteratura, materiata di un umanesimo che non ignora, anzi cerca, la lotta con l’angelo della modernità e delle sue inquietudini..."

"Guarire il disordine del mondo" è un titolo che ci rimanda a Gesualdo Bufalino, autore con il quale Panetta lambisce la fine del XX secolo; e non credo si tratti di una scelta casuale: Bufalino forse non è stato l’ultimo, ma certamente uno tra gli ultimi scrittori fedeli a un’idea umanistica di letteratura, materiata di un umanesimo che non ignora, anzi cerca, la lotta con l’angelo della modernità e delle sue inquietudini..."

«Bisogna che parta […] troppo tempo ho perduto fra i morti, simulandomi morto, scordandomi dell’ironia». (Diceria dell'untore, G. Bufalino)

«Bisogna che parta […] troppo tempo ho perduto fra i morti, simulandomi morto, scordandomi dell’ironia». (Diceria dell'untore, G. Bufalino)

Fino allora egli era avanzato per la spensierata età della prima giovinezza, una strada che da bambini sembra infinita, dove gli anni scorrono lenti e con passo lieve, così che nessuno nota la loro partenza. […] si assapora la vigilia delle cose meravigliose che ci attendono più avanti; ancora non si vedono, no, ma è certo, assolutamente certo che un giorno ci arriveremo... D. Buzzati, Il deserto dei tartari.

Fino allora egli era avanzato per la spensierata età della prima giovinezza, una strada che da bambini sembra infinita, dove gli anni scorrono lenti e con passo lieve, così che nessuno nota la loro partenza. […] si assapora la vigilia delle cose meravigliose che ci attendono più avanti; ancora non si vedono, no, ma è certo, assolutamente certo che un giorno ci arriveremo... D. Buzzati, Il deserto dei tartari.

"Il cavaliere e la morte" è un romanzo sulla Verità: che resta sempre inaccessibile e lontana, seppur intravista attraverso il diradarsi del fogliame intricato della boscaglia. Come il castello a cui il Cavaliere, stanco di cercare, forse non giungerà mai («La morte; e quel castello lassù, irraggiungibile»: il castello non è emblema del mistero della Morte). E insieme è un invito alla Quête: a non abbandonare mai la propria lucida “ricerca”, fino allo stremo delle forze fisiche e…

"Il cavaliere e la morte" è un romanzo sulla Verità: che resta sempre inaccessibile e lontana, seppur intravista attraverso il diradarsi del fogliame intricato della boscaglia. Come il castello a cui il Cavaliere, stanco di cercare, forse non giungerà mai («La morte; e quel castello lassù, irraggiungibile»: il castello non è emblema del mistero della Morte). E insieme è un invito alla Quête: a non abbandonare mai la propria lucida “ricerca”, fino allo stremo delle forze fisiche e…

«C’è ancora, per fortuna, chi crede che fare critica letteraria sia un atto di responsabilità. Maria Panetta è tra costoro, come dimostrano gli studi raccolti in questo volume, frutto di anni alacri e dedicati a un segmento di storia letteraria che coincide con quella “letteratura dell’Italia unita” cara a Contini ma che, per un buon tratto, ci riporta, non soltanto per motivi cronologici, alla “letteratura della nuova Italia” di crociana memoria» (Giuseppe Traina, dalla Prefazione).

«C’è ancora, per fortuna, chi crede che fare critica letteraria sia un atto di responsabilità. Maria Panetta è tra costoro, come dimostrano gli studi raccolti in questo volume, frutto di anni alacri e dedicati a un segmento di storia letteraria che coincide con quella “letteratura dell’Italia unita” cara a Contini ma che, per un buon tratto, ci riporta, non soltanto per motivi cronologici, alla “letteratura della nuova Italia” di crociana memoria» (Giuseppe Traina, dalla Prefazione).


Altre idee
La collana PICCOLE CONFERENZE si arricchisce con altre firme importanti:  HASSO HOFMANN uno dei massimi costituzionalisti in Germania, con un lavoro che affronta il tema dei rapporti tra diritto e politica nello Stato costituzionale in un’ottica non convenzionale...  PIERLUIGI CHIASSONI, filosofo del diritto che si misura con il tema del positivismo giuridico.

La collana PICCOLE CONFERENZE si arricchisce con altre firme importanti: HASSO HOFMANN uno dei massimi costituzionalisti in Germania, con un lavoro che affronta il tema dei rapporti tra diritto e politica nello Stato costituzionale in un’ottica non convenzionale... PIERLUIGI CHIASSONI, filosofo del diritto che si misura con il tema del positivismo giuridico.

Novità per la collana Strumenti Nuova Serie

Novità per la collana Strumenti Nuova Serie

Prose dal dissesto. Antiromanzo e avanguardia negli anni sessanta di Massimiliano Borelli, collana LetterePersiane

Prose dal dissesto. Antiromanzo e avanguardia negli anni sessanta di Massimiliano Borelli, collana LetterePersiane

Paul Klee Gallery- Southern Fields (Tunisia)

Paul Klee Gallery- Southern Fields (Tunisia)

Prove d'autire. Genetica e tematiche strutturanti nell'officina di Italo Svevo, di Graziana Francone (#LetterePersiane3). Con una prefazione di Mario Sechi

Prove d'autire. Genetica e tematiche strutturanti nell'officina di Italo Svevo, di Graziana Francone (#LetterePersiane3). Con una prefazione di Mario Sechi

Media Mutations. Gli ecosistemi narrativi nello scenario mediale contemporaneo. Spazi, modelli, usi sociali. (Uscita prevista: maggio 2013)    AA. VV., Claudio Bisoni, Veronica Innocenti (a cura di).  Collana Prismi

Media Mutations. Gli ecosistemi narrativi nello scenario mediale contemporaneo. Spazi, modelli, usi sociali. (Uscita prevista: maggio 2013) AA. VV., Claudio Bisoni, Veronica Innocenti (a cura di). Collana Prismi

"Atti e contratti tipizzati. Introduzione allo studio" a cura di Andrea Mora

"Atti e contratti tipizzati. Introduzione allo studio" a cura di Andrea Mora

Il trovatore Peire Cardenal / Sergio Vatteroni  - Modena : Mucchi, 2013 - 2 Vol.

Il trovatore Peire Cardenal / Sergio Vatteroni - Modena : Mucchi, 2013 - 2 Vol.

Nuovo progetto collettivo di filosofia: la collana OFFICINE FILOSOFICHE (a cura di Manlio Iofrida) e il suo primo n., CRISI. CONDIZIONE E PROGETTO::  ... il discorso si estende alla situazione storico-politica, dato che – e questa sarà una delle caratteristiche della linea di questa proposta di elaborazione collettiva – il tipo di filosofia che esso cercherà di rilanciare non si colloca in una dimensione teoretica e astorica, ma, al contrario, intende rivendicare la sua appartenenza alla…

Nuovo progetto collettivo di filosofia: la collana OFFICINE FILOSOFICHE (a cura di Manlio Iofrida) e il suo primo n., CRISI. CONDIZIONE E PROGETTO:: ... il discorso si estende alla situazione storico-politica, dato che – e questa sarà una delle caratteristiche della linea di questa proposta di elaborazione collettiva – il tipo di filosofia che esso cercherà di rilanciare non si colloca in una dimensione teoretica e astorica, ma, al contrario, intende rivendicare la sua appartenenza alla…

MEDIA MUTATIONS. Gli ecosistemi narrativi nello scenario mediale contemporaneo. Spazi, modelli, usi sociali. (Prismi)  a cura di Claudio Bisoni e Veronica Innocenti.

MEDIA MUTATIONS. Gli ecosistemi narrativi nello scenario mediale contemporaneo. Spazi, modelli, usi sociali. (Prismi) a cura di Claudio Bisoni e Veronica Innocenti.

La famiglia di #letterepersiane cresce con "Guarire il disordine del mondo" di Maria Panetta

La famiglia di #letterepersiane cresce con "Guarire il disordine del mondo" di Maria Panetta

GRAMSCIANA Saggi su Antonio Gramsci di Angelo d'Orsi IN ARRIVO!!

GRAMSCIANA Saggi su Antonio Gramsci di Angelo d'Orsi IN ARRIVO!!

Lettere Persiane - collana di saggistica letteraria, a cura di Luigi Weber  "Come nel capolavoro di Montesquieu che in qualche misura inaugura l'età dell'Illuminismo, la critica è una "lettera persiana", un messaggio che viene da un altrove rispetto alla pratica della letteratura e alla rete delle convenzioni sociali del presente, illuminando entrambe grazie a un felice straniamento..."

Lettere Persiane - collana di saggistica letteraria, a cura di Luigi Weber "Come nel capolavoro di Montesquieu che in qualche misura inaugura l'età dell'Illuminismo, la critica è una "lettera persiana", un messaggio che viene da un altrove rispetto alla pratica della letteratura e alla rete delle convenzioni sociali del presente, illuminando entrambe grazie a un felice straniamento..."

"Tre saggi sul tradurre" di Theo Hermans A cura di Alessandra Savona. In questi saggi, per la prima volta pubblicati in italiano, Theo Hermans sottolinea il carattere riflessivo del tradurre. Dalla sociologia al diritto internazionale, dagli studi letterari alla teologia, questo libro ci invita a osservare i traduttori, la traduzione e il processo traduttivo nel loro divenire testuale, storico e sociale, chiarendo vecchi problemi e aprendo strade nuove e originali per la ricerca…

"Tre saggi sul tradurre" di Theo Hermans A cura di Alessandra Savona. In questi saggi, per la prima volta pubblicati in italiano, Theo Hermans sottolinea il carattere riflessivo del tradurre. Dalla sociologia al diritto internazionale, dagli studi letterari alla teologia, questo libro ci invita a osservare i traduttori, la traduzione e il processo traduttivo nel loro divenire testuale, storico e sociale, chiarendo vecchi problemi e aprendo strade nuove e originali per la ricerca…

Tradurre lingue dei segni. Un'analisi multidimensionale di Sabina Fontana per la collana di traduttologia STRUMENTI Nuova serie.

Tradurre lingue dei segni. Un'analisi multidimensionale di Sabina Fontana per la collana di traduttologia STRUMENTI Nuova serie.

A Natale regala Lettere Persiane ;)

A Natale regala Lettere Persiane ;)