Valerio Valentini - Coppa del mondo

Valerio Valentini - Coppa del mondo

“MTS” di Salvatore Pireddu

“MTS” di Salvatore Pireddu

Trauma schiaccia trauma di Adalgisa Marrocco

Trauma schiaccia trauma di Adalgisa Marrocco

L'amore non c'entra - Luca Martini.- Edizioni LaGru (2015)

L'amore non c'entra - Luca Martini.- Edizioni LaGru (2015)

Roberto Marzano come un pandoro a ferragosto - Rogas Edizioni (2015)

Roberto Marzano come un pandoro a ferragosto - Rogas Edizioni (2015)

"Era davvero ripugnante pensare che il suono provocato da un essere vivente giunto al tempo ultimo della sua esistenza fosse replicato con tanta indifferenza dai bulloni e dai perni dell’impianto di areazione."  “Il Dio di vetro” di Luca Saltini

"Era davvero ripugnante pensare che il suono provocato da un essere vivente giunto al tempo ultimo della sua esistenza fosse replicato con tanta indifferenza dai bulloni e dai perni dell’impianto di areazione." “Il Dio di vetro” di Luca Saltini

Il sogno si era presentato pochi giorni dopo che avevo cominciato a dormire sul divano.  "Tarlo" di Massimiliano Maestrello

Il sogno si era presentato pochi giorni dopo che avevo cominciato a dormire sul divano. "Tarlo" di Massimiliano Maestrello

Recensione di "Ingrid e Riccione" di Pee Gee Daniel

Recensione di "Ingrid e Riccione" di Pee Gee Daniel

Tutti l’aspettavano nel grande casale di famiglia, un enorme ammasso di cemento bianco come la neve immerso nella campagna arida e secca, un viale a separarlo dal mare. http://www.rivistaunaspecie.com/2015/05/08/impronte-valerio-valentini/

Tutti l’aspettavano nel grande casale di famiglia, un enorme ammasso di cemento bianco come la neve immerso nella campagna arida e secca, un viale a separarlo dal mare. http://www.rivistaunaspecie.com/2015/05/08/impronte-valerio-valentini/

Così riattraversò di corsa tutto il giardino, poi il salone e salì le scale fino alla camera di suo padre, chiuse a chiave la porta e si sdraiò sul letto tenendo stretto il cuscino sulla faccia quasi a soffocarsi. Urlò, urlò con tutto il fiato che aveva in gola, urlò fino a non sentire più nemmeno il suono del suo pianto. http://www.rivistaunaspecie.com/2015/05/08/impronte-valerio-valentini/

Così riattraversò di corsa tutto il giardino, poi il salone e salì le scale fino alla camera di suo padre, chiuse a chiave la porta e si sdraiò sul letto tenendo stretto il cuscino sulla faccia quasi a soffocarsi. Urlò, urlò con tutto il fiato che aveva in gola, urlò fino a non sentire più nemmeno il suono del suo pianto. http://www.rivistaunaspecie.com/2015/05/08/impronte-valerio-valentini/

Pinterest
Cerca