LA RESTAURAZIONE DELL'ITALIA

Dal 1825 al 1831, moti del '20, del '30, congresso di Vienna, santa alleanza, quadruplice alleanza, liberalismo, Metternich, zar Alessandro I, Talleyrand..e altro ancora sulla RESTAURAZIONE.
31 Pins4 Followers
Schema della ripartizione dei poteri costituzionali.

Schema della ripartizione dei poteri costituzionali.

"Addio mia bella addio",la canzone è attribuita a Bosi, volontario nella prima guerra di indipendenza del 1848 e a quel periodo dovrebbe risalire la canzone, che divenne una delle più popolari del Risorgimento, si tratterebbe dunque del canto dei volontari della prima guerra di indipendenza che andavano a combattere in Lombardia contro gli austriaci.

"Addio mia bella addio",la canzone è attribuita a Bosi, volontario nella prima guerra di indipendenza del 1848 e a quel periodo dovrebbe risalire la canzone, che divenne una delle più popolari del Risorgimento, si tratterebbe dunque del canto dei volontari della prima guerra di indipendenza che andavano a combattere in Lombardia contro gli austriaci.

Torino, Piazza Palazzo di Città, Carlo Alberto di Savoia (Town Hall, Monument to Carlo Alberto di Savoia).

Torino, Piazza Palazzo di Città, Carlo Alberto di Savoia (Town Hall, Monument to Carlo Alberto di Savoia).

LO STATUTO ALBERTINO - La fonte del diritto del nascente Stato liberale italiano fu lo Statuto del Regno o Statuto Fondamentale della Monarchia di Savoia.

LO STATUTO ALBERTINO - La fonte del diritto del nascente Stato liberale italiano fu lo Statuto del Regno o Statuto Fondamentale della Monarchia di Savoia.

Curiosità & Arte: Grande piazza con cripta e monumento dedicati ai caduti dei moti del 1830.

Grande piazza con cripta e monumento dedicati ai caduti dei moti del

Semplice riassunto sulla Restaurazione in Europa.

Semplice riassunto sulla Restaurazione in Europa.

Talleyrand (1754-1838): vescovo di Autun, nel 1789 è rappresentante del clero negli stati generali, poi è membro dell'assemblea nazionale costituente. Ministro degli esteri del direttorio e poi di Napoleone. Nel 1814 capo del governo che depone Napoleone e proclama Luigi XVIII re di Francia. Ministro degli esteri francese durante il congresso di Vienna.

Talleyrand (1754-1838): vescovo di Autun, nel 1789 è rappresentante del clero negli stati generali, poi è membro dell'assemblea nazionale costituente. Ministro degli esteri del direttorio e poi di Napoleone. Nel 1814 capo del governo che depone Napoleone e proclama Luigi XVIII re di Francia. Ministro degli esteri francese durante il congresso di Vienna.

Dopo la fine dell'esperienza rivoluzionaria, Carlo Cattaneo scrisse un saggio dal titolo Dell'insurrezione di Milano nel 1848 e della successiva guerra. A più riprese, nel corso dell'opera, espose le sue severe critiche nei confronti della figura e della politica di Carlo Alberto di Savoia. A suo giudizio il modello da assumere era quello FEDERALISTA.

Dopo la fine dell'esperienza rivoluzionaria, Carlo Cattaneo scrisse un saggio dal titolo Dell'insurrezione di Milano nel 1848 e della successiva guerra. A più riprese, nel corso dell'opera, espose le sue severe critiche nei confronti della figura e della politica di Carlo Alberto di Savoia. A suo giudizio il modello da assumere era quello FEDERALISTA.

La prima guerra d'Indipendenza è un capitolo del Risorgimento italiano. Essa si sviluppa in due fasi, dal marzo 1848 al marzo '49. Coinvolge gran parte degli Stati che formano all'epoca la penisola italiana, e si articola in numerose battaglie contro l'Impero austriaco.

La prima guerra d'Indipendenza è un capitolo del Risorgimento italiano. Essa si sviluppa in due fasi, dal marzo 1848 al marzo '49. Coinvolge gran parte degli Stati che formano all'epoca la penisola italiana, e si articola in numerose battaglie contro l'Impero austriaco.

il Re era e restava capo supremo dello Stato e la sua persona rimaneva sacra ed inviolabile, anche se questo non significava che non dovesse rispettare le leggi, ma solo che non poteva essere oggetto di sanzioni penali. Nella foto: Il Re Carlo Alberto che firma lo Statuto Albertino.

il Re era e restava capo supremo dello Stato e la sua persona rimaneva sacra ed inviolabile, anche se questo non significava che non dovesse rispettare le leggi, ma solo che non poteva essere oggetto di sanzioni penali. Nella foto: Il Re Carlo Alberto che firma lo Statuto Albertino.

«Legge fondamentale perpetua ed irrevocabile della Monarchia sabauda». Fu la costituzione adottata dal Regno sardo-piemontese il 4 marzo 1848 a Torino che divenne la carta fondamentale della nuova Italia unita e rimase formalmente tale, pur con modifiche, fino al biennio 1944-1946.

«Legge fondamentale perpetua ed irrevocabile della Monarchia sabauda». Fu la costituzione adottata dal Regno sardo-piemontese il 4 marzo 1848 a Torino che divenne la carta fondamentale della nuova Italia unita e rimase formalmente tale, pur con modifiche, fino al biennio 1944-1946.

Riassunto sulla Restaurazione e sull'Europa delle classi e delle nazioni, dal congresso di Vienna alla prima guerra d'indipendenza in Italia.

Riassunto sulla Restaurazione e sull'Europa delle classi e delle nazioni, dal congresso di Vienna alla prima guerra d'indipendenza in Italia.

Pinterest
Search