Stop and think

14 Pin2 Follower
Curious as to what’s in store for social media in 2016? If so, you're in luck - Carlos Gil has compiled a list of predictions from 50 top social media marketing minds.

Curious as to what’s in store for social media in 2016? If so, you're in luck - Carlos Gil has compiled a list of predictions from 50 top social media marketing minds.

Come Twitter potrebbe migliorare ancora, aggiungendo alcune funzionalità

Come Twitter potrebbe migliorare ancora, aggiungendo alcune funzionalità

He’s doing his very best. And Mark Zuckerberg, at his best, is pretty formidable.

He’s doing his very best. And Mark Zuckerberg, at his best, is pretty formidable.

Mi piacerebbe parlarvi della violenza in rete. Non quella dei terroristi o dei fanatici di professione, ma quella delle “persone normali”. Proverò a offrire qualche spunto di riflessione partendo da due casi di cronaca, vi racconterò di un mio infortunio privato, infine spero di avere abbastanza forza da spingere il discorso verso un azzardo e una scommessa. Leggi

Mi piacerebbe parlarvi della violenza in rete. Non quella dei terroristi o dei fanatici di professione, ma quella delle “persone normali”. Proverò a offrire qualche spunto di riflessione partendo da due casi di cronaca, vi racconterò di un mio infortunio privato, infine spero di avere abbastanza forza da spingere il discorso verso un azzardo e una scommessa. Leggi

Qualche anno fa, il mondo dell'informazione online credeva di aver trovato l’uovo di Colombo; il mezzo grazie al quale garantirsi per gli anni a venire un costante e massiccio afflusso di traffico verso il proprio sito, dovendo in cambio affrontare solo un investimento iniziale più o meno on

Qualche anno fa, il mondo dell'informazione online credeva di aver trovato l’uovo di Colombo; il mezzo grazie al quale garantirsi per gli anni a venire un costante e massiccio afflusso di traffico verso il proprio sito, dovendo in cambio affrontare solo un investimento iniziale più o meno on

Twitter è sempre più il salotto della nuova borghesia digitale che lì si esprime connessa attorno ad hashtag, re-tweet e mezioni che mostrano la rete di una sfera pubblica connessa che si esprime c...

Twitter, il salotto della borghesia digitale degli influencer

Twitter è sempre più il salotto della nuova borghesia digitale che lì si esprime connessa attorno ad hashtag, re-tweet e mezioni che mostrano la rete di una sfera pubblica connessa che si esprime c...

“La gente se ne frega”, dice la signora praghese commentando l’allergia dei romani alla raccolta differenziata. “Io lavoro, capito?”, risponde una seconda signora per giustificarsi. Un cattivo modo per affrontare un problema così complicato è pretendere di risolverlo in fretta e in un colpo solo. Leggi

“La gente se ne frega”, dice la signora praghese commentando l’allergia dei romani alla raccolta differenziata. “Io lavoro, capito?”, risponde una seconda signora per giustificarsi. Un cattivo modo per affrontare un problema così complicato è pretendere di risolverlo in fretta e in un colpo solo. Leggi

E-  Robot-giornalisti, la battaglia tra editori e pubblicitari attorno agli adblocker, smartphone che si piegano e social media pensati ad hoc per il posto di lavoro; il Reuters Insitute for the Study of Journalism (Risj) ha lanciato il suo nuovo Digital News Project con un set di previsioni sulla tecnologia …

E- Robot-giornalisti, la battaglia tra editori e pubblicitari attorno agli adblocker, smartphone che si piegano e social media pensati ad hoc per il posto di lavoro; il Reuters Insitute for the Study of Journalism (Risj) ha lanciato il suo nuovo Digital News Project con un set di previsioni sulla tecnologia …

Il lato oscuro degli ad blocker: una guerra tra i giganti del web che sta mettendo in discussione la sostenibilità dell'editoria.

Il lato oscuro degli ad blocker: una guerra tra i giganti del web che sta mettendo in discussione la sostenibilità dell'editoria.

Chiunque abbia confidenza anche minima con l’architettura della rete Internet sa che il progetto di Mark Zuckerberg per portare la rete nelle zone più povere del pianeta, sfruttando in molti casi la pre-esistente rete di telefonia cellulare, è un progetto

Chiunque abbia confidenza anche minima con l’architettura della rete Internet sa che il progetto di Mark Zuckerberg per portare la rete nelle zone più povere del pianeta, sfruttando in molti casi la pre-esistente rete di telefonia cellulare, è un progetto


Altre idee
Pinterest
Cerca