La Resurrezione, Tisi Benvenuto detto Garofalo (1476 ca./ 1559)

La Resurrezione, Tisi Benvenuto detto Garofalo (1476 ca./ 1559)

GIAN BATTISTA BASSI (Massa Lombarda, 1784 - Roma, 1852)  Ninfeo del lago di Albano  Olio su tela, (cm 36 x 47)  Collezione Annarita Cucci Trinca

GIAN BATTISTA BASSI (Massa Lombarda, 1784 - Roma, 1852) Ninfeo del lago di Albano Olio su tela, (cm 36 x 47) Collezione Annarita Cucci Trinca

Chiesa del Carmine-madonna-del-carmine di Desubleo-PRIMA-DEL-CROLLO

Chiesa del Carmine-madonna-del-carmine di Desubleo-PRIMA-DEL-CROLLO

1950 – 4 giugno – Massa Lombarda- Inaugurazione monumento ai caduti in Piazza Umberto Ricci

1950 – 4 giugno – Massa Lombarda- Inaugurazione monumento ai caduti in Piazza Umberto Ricci

Panoramio - Photo of Massa Lombarda

Panoramio - Photo of Massa Lombarda

Barbara Cotignoli, EquiLibri instabili acquerelli 18x13

Barbara Cotignoli, EquiLibri instabili acquerelli 18x13

Porta Celletta. Lungo il corso principale, via Tiglio, vennero costruite due porte: ad ovest, del Molino e, ad est, Celletta. Presso ciascuna porta venne edificata una chiesa. Quella del Molino era a protezione dalle pestilenze, mentre la chiesa presso Porta Celletta aveva lo scopo di preservare la comunità dalle inondazioni del fiume Santerno e sulle cui rovine fu costrita la chiesa di San Salvatore. Nel 1630, nel corso della "peste manzoniana" fu innalzato il il cancello per impedire…

Porta Celletta. Lungo il corso principale, via Tiglio, vennero costruite due porte: ad ovest, del Molino e, ad est, Celletta. Presso ciascuna porta venne edificata una chiesa. Quella del Molino era a protezione dalle pestilenze, mentre la chiesa presso Porta Celletta aveva lo scopo di preservare la comunità dalle inondazioni del fiume Santerno e sulle cui rovine fu costrita la chiesa di San Salvatore. Nel 1630, nel corso della "peste manzoniana" fu innalzato il il cancello per impedire…

LA CENTURIAZIONE ROMANA

LA CENTURIAZIONE ROMANA

Fiume Santerno, alluvione del 1959. Le piene e le rotte del fiume rappresentarono un incubo costante per le popolazioni circostanti. Lo storico di Massa Lombarda Luigi Quadri, ricorda come nel secolo che va dal 1679 al 1778 il Santerno ruppe gli argini ben quattordici volte e le sue acque allagarono le campagne circostanti. L'ultima alluvione registrata avvenne alla metà del XX secolo: il 5 dicembre 1959 il fiume Santerno ruppe l'argine in due punti e l'acqua invase i paesi sulla riva di…

Fiume Santerno, alluvione del 1959. Le piene e le rotte del fiume rappresentarono un incubo costante per le popolazioni circostanti. Lo storico di Massa Lombarda Luigi Quadri, ricorda come nel secolo che va dal 1679 al 1778 il Santerno ruppe gli argini ben quattordici volte e le sue acque allagarono le campagne circostanti. L'ultima alluvione registrata avvenne alla metà del XX secolo: il 5 dicembre 1959 il fiume Santerno ruppe l'argine in due punti e l'acqua invase i paesi sulla riva di…

Francesco d’Este (1550-1578) -  Bianco della zecca di Massa Lombarda

Francesco d’Este (1550-1578) - Bianco della zecca di Massa Lombarda

Pinterest
Cerca