Avocado. È senza dubbio un frutto ricco di grassi, ma fortunatamente sono tutti “buoni” perché appartengono alla famiglia degli omega-3, utili per innalzare le HDL (il colesterolo “buono”) e abbassare le LDL (quello “cattivo”), Oltre al rame, questo alimento è una buona fonte di potassio, betacarotene e vitamina E. Un cibo ideale per gli sportivi e per coloro impegnati in attività che richiedono attenzione e concentrazione

Avocado. È senza dubbio un frutto ricco di grassi, ma fortunatamente sono tutti “buoni” perché appartengono alla famiglia degli omega-3, utili per innalzare le HDL (il colesterolo “buono”) e abbassare le LDL (quello “cattivo”), Oltre al rame, questo alimento è una buona fonte di potassio, betacarotene e vitamina E. Un cibo ideale per gli sportivi e per coloro impegnati in attività che richiedono attenzione e concentrazione

Uvetta. senza additivi. Utilizziamola la mattina a colazione nello yogurt naturale, aggiungiamola nella macedonia in sostituzione dello zucchero, consumiamola come spuntino insieme a frutta fresca quando abbiamo bisogno di un immeditato surplus di energia fisica o mentale. Abbinata a cereali integrali, legumi e verdure ricche di fibre (carote, cavoli, finocchi, ecc) innalza la glicemia più lentamente, evitando i picchi di insulina e  assicurando una lenta e costante produzione di energia.

Uvetta. senza additivi. Utilizziamola la mattina a colazione nello yogurt naturale, aggiungiamola nella macedonia in sostituzione dello zucchero, consumiamola come spuntino insieme a frutta fresca quando abbiamo bisogno di un immeditato surplus di energia fisica o mentale. Abbinata a cereali integrali, legumi e verdure ricche di fibre (carote, cavoli, finocchi, ecc) innalza la glicemia più lentamente, evitando i picchi di insulina e assicurando una lenta e costante produzione di energia.

Noci. Consumiamole tutto l’anno. Intere come spuntino insieme alla frutta fresca, tritate nello yogurt o nelle macedonie, frullate nei dolci o nell’impasto di pane, focacce e pizza. A pezzetti nei sughi di verdura o come condimento di insalate e pesce. Insomma le noci sono un vero jolly in cucina!

Noci. Consumiamole tutto l’anno. Intere come spuntino insieme alla frutta fresca, tritate nello yogurt o nelle macedonie, frullate nei dolci o nell’impasto di pane, focacce e pizza. A pezzetti nei sughi di verdura o come condimento di insalate e pesce. Insomma le noci sono un vero jolly in cucina!

Germe di grano. Acquistatelo in scaglie e utilizzatelo nello yogurt, macedonie, insalata, piatti a base di verdure cotte o crude, sui cereali integrali, sulla pasta abbinato o in sostituzione del grana, sui legumi o sul pesce. Ricordatevi di aggiungerlo sempre a fine cottura (fornelli spenti) per beneficiare di tutti i suoi preziosi nutrienti, tra cui il rame. L’olio extravergine d’oliva ne esalta l’aroma.

Germe di grano. Acquistatelo in scaglie e utilizzatelo nello yogurt, macedonie, insalata, piatti a base di verdure cotte o crude, sui cereali integrali, sulla pasta abbinato o in sostituzione del grana, sui legumi o sul pesce. Ricordatevi di aggiungerlo sempre a fine cottura (fornelli spenti) per beneficiare di tutti i suoi preziosi nutrienti, tra cui il rame. L’olio extravergine d’oliva ne esalta l’aroma.

I 12 cibi più ricchi di rame - Casa di vita

I 12 cibi più ricchi di rame - Casa di vita

Molluschi. Potete sbizzarrirvi tra calamari, cozze, vongole, seppie, polpi, chiocciole, lumache di mare, ostriche. Assicuratevi prodotti freschi, privilegiate cotture rapide e serviteli con il loro liquido di cottura per non disperdere il rame. L’assenza delle spine rende questi alimenti adatti all’alimentazione di bambini e anziani. Insieme al rame apportano ferro e preziose proteine.

Molluschi. Potete sbizzarrirvi tra calamari, cozze, vongole, seppie, polpi, chiocciole, lumache di mare, ostriche. Assicuratevi prodotti freschi, privilegiate cotture rapide e serviteli con il loro liquido di cottura per non disperdere il rame. L’assenza delle spine rende questi alimenti adatti all’alimentazione di bambini e anziani. Insieme al rame apportano ferro e preziose proteine.

Salmone. In Italia non è sempre facile trovare il salmone fresco selvaggio. Se scegliete quello di allevamento assicuratevi che i mangimi siano biologici e di qualità. Potete utilizzare anche il salmone selvaggio affumicato. In questo caso l’apporto di rame è inferiore rispetto al prodotto fresco.

Salmone. In Italia non è sempre facile trovare il salmone fresco selvaggio. Se scegliete quello di allevamento assicuratevi che i mangimi siano biologici e di qualità. Potete utilizzare anche il salmone selvaggio affumicato. In questo caso l’apporto di rame è inferiore rispetto al prodotto fresco.

Orzo. Per garantirvi un ottimale apporto di rame utilizzate l’orzo semiperlato oppure “il mondo”. Quest’ultimo è il più “grezzo”, deve essere tenuto in ammollo per almeno 6 ore prima della cottura; per abbreviare i tempi di cottura utilizzate la pentola a pressione. Può essere usato per preparare insalate fredde, oppure zuppe, sformati o come alternativa alla pasta o al riso.

Orzo. Per garantirvi un ottimale apporto di rame utilizzate l’orzo semiperlato oppure “il mondo”. Quest’ultimo è il più “grezzo”, deve essere tenuto in ammollo per almeno 6 ore prima della cottura; per abbreviare i tempi di cottura utilizzate la pentola a pressione. Può essere usato per preparare insalate fredde, oppure zuppe, sformati o come alternativa alla pasta o al riso.

Avena. In fiocchi, in chicchi, in farina, provate a utilizzare l’avena più spesso in cucina. Oltre a garantirvi un buon apporto di rame, vi aiuterà a combattere la stanchezza fisica e soprattutto mentale e a tenere sotto controllo lo stress.

Avena. In fiocchi, in chicchi, in farina, provate a utilizzare l’avena più spesso in cucina. Oltre a garantirvi un buon apporto di rame, vi aiuterà a combattere la stanchezza fisica e soprattutto mentale e a tenere sotto controllo lo stress.

Lenticchie. Piccoli scrigni di ferro e rame. Le lenticchie sono alimenti utilissimi per prevenire l’anemia nelle donne in età fertile. Utili per chi trascorre molte ore al computer impegnato in attività che richiedono attenzione e concentrazione. Ottimi alimenti per potenziare il sistema immunitario non solo in inverno, ma anche in primavera quando gli sbalzi di temperatura possono contribuire a sviluppare riniti, faringiti o tracheiti.

Lenticchie. Piccoli scrigni di ferro e rame. Le lenticchie sono alimenti utilissimi per prevenire l’anemia nelle donne in età fertile. Utili per chi trascorre molte ore al computer impegnato in attività che richiedono attenzione e concentrazione. Ottimi alimenti per potenziare il sistema immunitario non solo in inverno, ma anche in primavera quando gli sbalzi di temperatura possono contribuire a sviluppare riniti, faringiti o tracheiti.

Pinterest • il catalogo mondiale delle idee
Cerca