Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Bahman Ghobadi

15 Pin335 Follower
Bahman Ghobadi (Baneh, 1 febbraio 1969) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico iraniano di etnia curda.
Turtles can fly - / English sub/  Turtles Can Fly (2004) vince svariati premi nei festival internazionali, tra cui il Peace Film Award al Festival di Berlino, la Concha d'oro per il miglior film al Festival di San Sebastian, il premio del pubblico al Rotterdam International Film Festival.

Turtles can fly - / English sub/ Turtles Can Fly (2004) vince svariati premi nei festival internazionali, tra cui il Peace Film Award al Festival di Berlino, la Concha d'oro per il miglior film al Festival di San Sebastian, il premio del pubblico al Rotterdam International Film Festival.

pin 2
Monica Bellucci / Rhino Season / BAHMAN GHOBADI

Monica Bellucci / Rhino Season / BAHMAN GHOBADI

pin 2
Aiuto regista di Abbas Kiarostami per il film Il vento ci porterà via (Bad ma ra khahad bord) (1999) e attore per Samira Makhmalbaf per il film Lavagne (Takhté siah), dopo aver realizzato diversi cortometraggi esordisce alla regia di un lungometraggio nel 2000 con Il tempo dei cavalli ubriachi (Zamani barayé masti asbha). Il film, presentato nella Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2000, vince la Caméra d'or per la miglior opera prima[1] e il premio FIPRESCI.

Aiuto regista di Abbas Kiarostami per il film Il vento ci porterà via (Bad ma ra khahad bord) (1999) e attore per Samira Makhmalbaf per il film Lavagne (Takhté siah), dopo aver realizzato diversi cortometraggi esordisce alla regia di un lungometraggio nel 2000 con Il tempo dei cavalli ubriachi (Zamani barayé masti asbha). Il film, presentato nella Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2000, vince la Caméra d'or per la miglior opera prima[1] e il premio FIPRESCI.

pin 1
Filmografia :  Il tempo dei cavalli ubriachi (Zamani barayé masti asbha) (2000)/ Marooned in Iraq (Gomgashtei dar Aragh) (2002)/ Turtles Can Fly (Lakposhtha parvaz mikonand) (2004)/ Half moon (Niwemang) (2006)/ I gatti persiani (Kasi az gorbehaye irani khabar nadaresh) (2009)/ Rhino Season (Fasle kargadan ) (2012)/ 60 Seconds of Us (2013)

Filmografia : Il tempo dei cavalli ubriachi (Zamani barayé masti asbha) (2000)/ Marooned in Iraq (Gomgashtei dar Aragh) (2002)/ Turtles Can Fly (Lakposhtha parvaz mikonand) (2004)/ Half moon (Niwemang) (2006)/ I gatti persiani (Kasi az gorbehaye irani khabar nadaresh) (2009)/ Rhino Season (Fasle kargadan ) (2012)/ 60 Seconds of Us (2013)

pin 1
I gatti persiano / trailer / italiano ;)

I gatti persiano / trailer / italiano ;)

pin 1
Rhino Season

Rhino Season

pin 1
Bahman Ghobadi

Bahman Ghobadi

pin 1
During the war between Iran and Iraq, a group of Iranian Kurd musicians set off on an almost impossible mission. They will try to find Hanareh, a singer with a magic voice who crossed the border and may now be in danger in the Iraqi Kurdistan. As in his previous films, this Kurdish director is again focusing on the oppression of his people.

During the war between Iran and Iraq, a group of Iranian Kurd musicians set off on an almost impossible mission. They will try to find Hanareh, a singer with a magic voice who crossed the border and may now be in danger in the Iraqi Kurdistan. As in his previous films, this Kurdish director is again focusing on the oppression of his people.

Il tempo dei cavalli ubriachi è un film del 2000 diretto da Bahman Ghobadi, vincitore della Caméra d'or per la miglior opera prima al 53º Festival di Cannes.

Il tempo dei cavalli ubriachi è un film del 2000 diretto da Bahman Ghobadi, vincitore della Caméra d'or per la miglior opera prima al 53º Festival di Cannes.

il premio del pubblico al Rotterdam International Film Festival. Due anni dopo, con Half Moon, Ghobadi vince nuovamente il premio maggiore a San Sebastian, mentre nel 2009 è per la terza volta a Cannes, con I gatti persiani, vincendo il premio speciale della giuria del Certain Regard.

il premio del pubblico al Rotterdam International Film Festival. Due anni dopo, con Half Moon, Ghobadi vince nuovamente il premio maggiore a San Sebastian, mentre nel 2009 è per la terza volta a Cannes, con I gatti persiani, vincendo il premio speciale della giuria del Certain Regard.