Margherita Hack (Firenze, 12 giugno 1922 – Trieste, 29 giugno 2013) astrofisica e divulgatrice scientifica italiana, professore ordinario di astronomia all'Università di Trieste e prima donna italiana a dirigere l'Osservatorio Astronomico di Trieste dal 1964 al 1987, portandolo a rinomanza internazionale

Una scienziata per amica: Margherita Hack vincitrice del Premio Andersen 2006

Annamaria Vezzani, scienziata e ricercatrice. Ha scoperto la molecola all'origine dell'epilessia.

Annamaria Vezzani, scienziata e ricercatrice. Ha scoperto la molecola all'origine dell'epilessia.

Marina Cavazzana Calvo. Pioniera "audace" e "appassionata" delle terapie geniche, ha ricevuto a Parigi il premio Irène-Joliot-Curie di "scienziata dell'anno" (2012). Pediatra che in Francia ha sviluppato bioterapie "innovatrici" per trattare le malattie genetiche del bambino e dell'adulto. Il premio, scrive Le Monde nel farne il ritratto, fa di lei «un emblema dell'ascesa ardua – ma ardita – delle donne alle più alte vette della ricerca e della medicina».

Marina Cavazzana-Calvo Treatment of life-threatening immunodeficiencies relies on allogeneic haematopoietic stem cell transplantation (HSCT).

Ilaria Cacciotti ha vinto il premio Unesco 2011 per la sua ricerca di cura del morbo di Parkinson. «Senza il premio sarebbe stato difficile andare avanti con la ricerca»

Ilaria Cacciotti ha vinto il premio Unesco 2011 per la sua ricerca di cura del morbo di Parkinson. «Senza il premio sarebbe stato difficile andare avanti con la ricerca»

Rita Levi Montalcini

Physician and cell biologist. And 103 years old.

Ilaria Capua (1966), virologa, veterinaria e politica italiana. In campo puramente scientifico ha contribuito in maniera determinante alla comprensione della influenza aviaria, il suo più grande contributo si è avuto nello sviluppo della cosiddetta scienza open-source con la sua decisione di rendere pubblica la sequenza genetica del virus dell'aviaria nel 2006. Per questo Seed l'ha eletta “mente rivoluzionaria” ed è entrata fra i 50 scienziati top di Scientific American.

Ilaria Capua (1966), virologa, veterinaria e politica italiana. In campo puramente scientifico ha contribuito in maniera determinante alla comprensione della influenza aviaria, il suo più grande contributo si è avuto nello sviluppo della cosiddetta scienza open-source con la sua decisione di rendere pubblica la sequenza genetica del virus dell'aviaria nel 2006. Per questo Seed l'ha eletta “mente rivoluzionaria” ed è entrata fra i 50 scienziati top di Scientific American.

Miriam Serena Vitiello, fisica. Prima donna a vincere il premio della SIF (Società di Fisica Italiana) per la fotonica

Miriam Serena Vitiello, fisica. Prima donna a vincere il premio della SIF (Società di Fisica Italiana) per la fotonica

Elena Cattaneo (Milano, 1962). Ricercatrice di fama internazionale, è la più giovane senatrice a vita nominata dal Presidente della Repubblica per meriti scientifici

Elena Cattaneo (Milano, 1962). Ricercatrice di fama internazionale, è la più giovane senatrice a vita nominata dal Presidente della Repubblica per meriti scientifici

Cristiana Rastellini, quattro figlie, ricercatrice, figura di riferimento mondiale nel campo dei trapianti.

Cristiana Rastellini, quattro figlie, ricercatrice, figura di riferimento mondiale nel campo dei trapianti.

Eva Buiatti (Firenze, 1944 – 2009). Figura di riferimento nell’epidemiologia italiana

Eva Buiatti (Firenze, 1944 – 2009). Figura di riferimento nell’epidemiologia italiana

Irene Bonadies

Irene Bonadies

Valentina Bosetti (1973, tre figli). Associate professor di Economia Ambientale e Economia dei Cambiamenti Climatici, all’Università Bocconi. È ricercatrice presso il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici e alla Fondazione Enrico Mattei. È Lead Author del Quinto Rapporto dell’IPCC.

Valentina Bosetti (1973, tre figli). Associate professor di Economia Ambientale e Economia dei Cambiamenti Climatici, all’Università Bocconi. È ricercatrice presso il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici e alla Fondazione Enrico Mattei. È Lead Author del Quinto Rapporto dell’IPCC.

Alessandra Luchini. I suoi studi hanno permesso di realizzare una sorta di trappola chimica fatta di nanoparticelle che consente di catturare e preservare i biomarcatori indispensabili per la diagnosi precoce dei tumori.

Alessandra Luchini. I suoi studi hanno permesso di realizzare una sorta di trappola chimica fatta di nanoparticelle che consente di catturare e preservare i biomarcatori indispensabili per la diagnosi precoce dei tumori.

Cristina Alberini

Cristina Alberini

Stefania Mondello

Stefania Mondello

Pinterest
Search