Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

A Sarnico si possono ammirare la torre dell'orologio (XV sec), con base di grosse pietre, resti del castello posto a difesa del ponte che la collegava alla sponda bresciana del lago. La vicina chiesa di S.Paolo presenta affreschi del '400 e '500 e una lapide che ne ricorda la fondazione nel 1423. Il Museo Civico "G. Bellini", collocato nel palazzo Gervasoni, un tempo convento, offre opere di pittura devozionale e primitiva, di scuola lombarda, veneta, bergamasca e dell'Italia centrale.

2

Lovere e i suoi dintorni

plus.google.com

A 30km da Lovere si trova Iseo, importante centro turistico sulla sponda sud-orientale del lago d'Iseo. Nel suo territorio si trova la Riserva naturale Torbiere del Sebino. Rientra inoltre nella zona vitivinicola della Franciacorta. Delle origini medievali, Iseo conserva ancora tracce di alcuni edifici del centro storico, mentre il lungolago è stato risistemato nell'Ottocento.

1

Lovere e i suoi dintorni

plus.google.com

Bellissima la chiesa di S.Giorgio che è' la prima chiesa chi si incontra provenendo da Sarnico. Piccola del XIII sec. in tipico stile romanico. La struttra a capanna presenta un tozzo campanile a due livelli e due campana. Ad unica navata conserva un San Giorgio e una Madonna del XV sec

1

Aggiunto ai Pin da

plus.google.com

La chiesa Parrocchiale di Predore sorge nel centro di Predore vicino il palazzo municipale. Il portale d'ingresso è sormontato da un timpano sostenuto da colonne longilinee e si colloca armoniosamente nel chiaro prospetto principale della Chiesa. All'interno si trova la raffigurazione del 1600 della Madonna con S. Felice da Cantalice, opera di Francesco Zucco.

1

Aggiunto ai Pin da

plus.google.com

Predore, località con forte vocazione turistica, offre numerosi itinerari naturalistici sia per esperti che per neofiti del trekking, come il Sentiero del Corno, che inizia nel centro di Predore, e si sviluppa tra la vegetazione. Superata la galleria che porta a Tavernola, si raggiunge l’imboccatura del “Pozzo Glaciale di Predore”. Più impegnativo è il percorso di 11 Km per il Santuario della Madonna della Neve (200 m. s.lm.), da dove fotografare il bellissimo panorama sottostante.

1

Aggiunto ai Pin da

plus.google.com

Da non perdere la chiesa di S. Giovanni Battista, costruita intorno all'anno mille nel vecchio nucleo a lago e che subì diverse modifiche nel corso dei tempi. La facciata orientata verso il lago è semplice nella forma, la pianta è ad unica navata di stile barocco, la copertura attuale è a capriate e sostituisce la volta che è crollata.

1

Aggiunto ai Pin da

plus.google.com

All'estremo sud del lago, sorge Sarnico. Resti di villaggi su palafitte provano come quest'area fosse abitata già in epoca preistorica. Il fatto di essere un punto di passaggio obbligato nei percorsi via acqua fece di Sarnico un centro fortificato. Restano ricche testimonianze del borgo medioevale, stretto attorno al castello, edificato ove oggi sorge la torre comunale dell'Orologio. Resti delle mura medioevali si possono trovare in via Scaletta, all’interno del nucleo antico della…

1

Aggiunto ai Pin da

plus.google.com

Il Castello Carmagnola di Clusane è un massiccio edificio quadrato con corte interna, circondato da un fossato difensivo con ponti ad arcata in pietra, del XIV sec costruito agli Oldofredi. Nel 1412 passò ai Malatesta e nel 1427 alla Repubblica Veneta. Fu poi donato a Francesco di Bussone detto il Carmagnola per i servizi prestati come comandante dell’esercito. Il castello fu poi acquistato dai nobili bresciani Sala, che intrapresero lavori per trasformarlo in residenza in stile…

1

Lovere e i suoi dintorni

plus.google.com

Ed infine, in riva al lago, all’interno di una villa si trova la Torre Dimezzata del XII sec., questa faceva parte della fortificazione di Predore. le credenze popolari raccontano di due fratelli l’uno guelfo e l’altro ghibellino, venuti a contesa, vollero uno lasciare in piedi l’altro abbattere la torre. In realtà è stato il cedimento del terreno a provocare il crollo del mastio.

1

Aggiunto ai Pin da

plus.google.com

Rimaniamo a Iseo e dal Monastero di S. Pietro in Lamosa percorriamo un percorso immerso in uno degli ecosistemi palustri più interessanti della Lombardia, la Riserva delle Torbiere del Sebino. Piccoli sentieri e ponticelli in legno, sospesi sull’acqua, consentono di compiere un percorso circolare di 4 Km. L’ingresso alla riserva è gratuito fino ad un massimo di 5 persone. Per i gruppi è obbligatoria la visita guidata, a pagamento, previa prenotazione.

1
1

Aggiunto ai Pin da

plus.google.com