Bruno Munari - opere

Uno dei massimi esponenti del design e della grafica del XX secolo, Bruno Munari, una figura poliedrica e pluripremiata (quattro Compassi d’Oro). Grafico, art director, designer, creativo eclettico, ha inventato e continuamente sperimentato i laboratori per l'infanzia, col metodo di progettista giocoso. Dalle celebri sculture agli originali elementi d’arredamento, dai saggi tecnici ai libri artistici, i suoi lavori sono sempre stati animati da un forte impulso di ricerca e sperimentazione.
7 Pin71 Follower
Fa parte della storia del design la lampada Capri datata 1961, frutto della collaborazione tra il designer Bruno Munari e la milanese Danese. Riproposta dalla stessa azienda nel 2006 in veste rinnovata nei materiali e nelle dimensioni, è composta da tre lastre in vetroresina semitrasparente smussate agli angoli e collegate tra loro da anelli metallici.

Fa parte della storia del design la lampada Capri datata 1961, frutto della collaborazione tra il designer Bruno Munari e la milanese Danese. Riproposta dalla stessa azienda nel 2006 in veste rinnovata nei materiali e nelle dimensioni, è composta da tre lastre in vetroresina semitrasparente smussate agli angoli e collegate tra loro da anelli metallici.

Caratterizzata da un diffusore di forma cubica, la lampada Bali è un oggetto di estrema leggerezza realizzato con materiali innovativi e con ottime qualità luminose. Progetto del 1958 per Danese, la firma Bruno Munari che sperimenta con questo lume da tavolo modulare la sua vocazione all’autocostruzione.

Caratterizzata da un diffusore di forma cubica, la lampada Bali è un oggetto di estrema leggerezza realizzato con materiali innovativi e con ottime qualità luminose. Progetto del 1958 per Danese, la firma Bruno Munari che sperimenta con questo lume da tavolo modulare la sua vocazione all’autocostruzione.

Cubovo è un contenitore con struttura in legno laccato e piano d’appoggio superiore in vetro, prodotto da Porro. Il progetto del 1962 si deve all’affermato designer Bruno Munari. Nel 2008 l’azienda ha proposto una riedizione di Cubovo, sentendo forte l’attualità che questo oggetto ancora mantiene.

Cubovo è un contenitore con struttura in legno laccato e piano d’appoggio superiore in vetro, prodotto da Porro. Il progetto del 1962 si deve all’affermato designer Bruno Munari. Nel 2008 l’azienda ha proposto una riedizione di Cubovo, sentendo forte l’attualità che questo oggetto ancora mantiene.

Comodino/Tavolino in vetro Biplano firmato da Bruno Munari per Robots. Anno di produzione 1972 (re-edition 2007) e vincitore del compasso d'Oro nel 1979.

Comodino/Tavolino in vetro Biplano firmato da Bruno Munari per Robots. Anno di produzione 1972 (re-edition 2007) e vincitore del compasso d'Oro nel 1979.

Bruno Munari presentava il suo “Abitacolo” nel 1971. Realizzato con l’idea di disegnare un nuovo spazio per i ragazzi, prodotto da Robots, raggiunse l’intento di permettere ai più giovani di lasciare tutto in uno stato di ‘ordinato disordine’ per sentirsi protetti dai giochi, dai libri, dagli oggetti familiari durante il sonno.  Premiato nel 1979 con il prestigioso Compasso d’Oro, è stato poi incluso nella collezione del Moma.

Bruno Munari presentava il suo “Abitacolo” nel 1971. Realizzato con l’idea di disegnare un nuovo spazio per i ragazzi, prodotto da Robots, raggiunse l’intento di permettere ai più giovani di lasciare tutto in uno stato di ‘ordinato disordine’ per sentirsi protetti dai giochi, dai libri, dagli oggetti familiari durante il sonno. Premiato nel 1979 con il prestigioso Compasso d’Oro, è stato poi incluso nella collezione del Moma.

Al designer, inventore e poeta Bruno Munari si deve l’ideazione di Singer, raffinato oggetto d’arte a forma di sedia. Pezzo originalissimo del 1945, si colloca al confine tra artigianato e pratica artistica. Definita dallo stesso Munari come una sedia per visite brevissime, si presenta come una seduta in versione prospetticamente deformata dove in realtà è impossibile accomodarsi per l’inclinazione del sedile. Prodotta in serie limitata per la collezione Zanotta Edizioni.

Al designer, inventore e poeta Bruno Munari si deve l’ideazione di Singer, raffinato oggetto d’arte a forma di sedia. Pezzo originalissimo del 1945, si colloca al confine tra artigianato e pratica artistica. Definita dallo stesso Munari come una sedia per visite brevissime, si presenta come una seduta in versione prospetticamente deformata dove in realtà è impossibile accomodarsi per l’inclinazione del sedile. Prodotta in serie limitata per la collezione Zanotta Edizioni.

Danese Lampada Falkland firmata da Bruno Munari

Danese Lampada Falkland firmata da Bruno Munari


Altre idee
Seeking comfort in an uncomfortable chair, Bruno Munari, ca. 1950

Seeking comfort in an uncomfortable chair, Bruno Munari, ca. 1950

Bruno Munari - Filipeso

Bruno Munari - Filipeso

Zizì by Bruno Munari for Pigomma (1954)

Zizì by Bruno Munari for Pigomma (1954)

Nella nebbia di Milano

Nella nebbia di Milano

libro illeggibile MN 1

libro illeggibile MN 1

supplemento al dizionario della lingua italiana

supplemento al dizionario della lingua italiana

libro illeggibile MN 1

libro illeggibile MN 1

Donna aeroplanino, Bruno Munari

Donna aeroplanino, Bruno Munari

Collezione - Munari

Collezione - Munari

Bruno Munari | Zanotta screen

Bruno Munari | Zanotta screen

Pinterest
Cerca