CHAMOIS (VALLE D’AOSTA) – In questo paese da nemmeno cento anime, all’ombra del Cervino, le automobili sono fuorilegge. Qui si arriva solo a piedi con la mulattiera o in funivia, con partenza da Buisson, al costo di un biglietto di un tram. È un Comune pioniere nel turismo a mobilità dolce, fa parte consorzio delle Perle delle Alpi, una trentina di località sparse su sei nazioni che promuovono vacanze ecologiche. Tanti i sentieri di trekking da esplorare. Da non perdere l’escursione al…

CHAMOIS (VALLE D’AOSTA) – In questo paese da nemmeno cento anime, all’ombra del Cervino, le automobili sono fuorilegge. Qui si arriva solo a piedi con la mulattiera o in funivia, con partenza da Buisson, al costo di un biglietto di un tram. È un Comune pioniere nel turismo a mobilità dolce, fa parte consorzio delle Perle delle Alpi, una trentina di località sparse su sei nazioni che promuovono vacanze ecologiche. Tanti i sentieri di trekking da esplorare. Da non perdere l’escursione al…

SAN MINIATO (TOSCANA) – La Toscana più gustosa e fiabesca. Questo borgo arroccato su un colle, che si snoda all’ombra della torre della Rocca di Federico II, regala atmosfere medievali e un pregiato tartufo bianco, da assaggiare soprattutto durante la mostra mercato nazionale che si tiene ogni anno tra metà novembre e inizio dicembre. Info: sanminiatopromozione.it

SAN MINIATO (TOSCANA) – La Toscana più gustosa e fiabesca. Questo borgo arroccato su un colle, che si snoda all’ombra della torre della Rocca di Federico II, regala atmosfere medievali e un pregiato tartufo bianco, da assaggiare soprattutto durante la mostra mercato nazionale che si tiene ogni anno tra metà novembre e inizio dicembre. Info: sanminiatopromozione.it

Al Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento la filosofia “dall’orto alla tavola” è visibile nell’accurata scelta dei prodotti della terra in base alla stagionalità. Nella struttura ci sono alberi secolari di ulivi, aranci e limoni, alberi da frutto come noci, ciliegi e fichi e persino un aranceto

Al Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento la filosofia “dall’orto alla tavola” è visibile nell’accurata scelta dei prodotti della terra in base alla stagionalità. Nella struttura ci sono alberi secolari di ulivi, aranci e limoni, alberi da frutto come noci, ciliegi e fichi e persino un aranceto

CASTELNUOVO MAGRA (LIGURIA) – In provincia di La Spezia, è un suggestivo e antico borgo di crinale sul monte Bastione, in posizione panoramica sulla costa ligure e sulla val di Vara. Da vedere, la parrocchiale di S. Maria Maddalena, che conserva una tela di Peter Brueghel il Giovane, e il castello dei Vescovi Conti di Luni, dove nel 1306 Dante firmò la pace tra i marchesi Malaspina e il vescovo Antonio da Camilla, evento a cui è dedicata, l’ultimo sabato di agosto, la Rievocazione della…

CASTELNUOVO MAGRA (LIGURIA) – In provincia di La Spezia, è un suggestivo e antico borgo di crinale sul monte Bastione, in posizione panoramica sulla costa ligure e sulla val di Vara. Da vedere, la parrocchiale di S. Maria Maddalena, che conserva una tela di Peter Brueghel il Giovane, e il castello dei Vescovi Conti di Luni, dove nel 1306 Dante firmò la pace tra i marchesi Malaspina e il vescovo Antonio da Camilla, evento a cui è dedicata, l’ultimo sabato di agosto, la Rievocazione della…

LAGO TRASIMENO (UMBRIA) – Natura, storia e paesaggi. Si parte da Castiglione del Lago, il borgo principale, per scoprire la Rocca del Leone, dal cui mastio alto 30 metri si gode una vista spettacolare. Poi ci si perde tra i cunicoli e i segreti del Palazzo della Corgna e di altre dimore nobiliari, per finire con una rilassante gita in barca tra le tre isole del lago. L’isola Polvese è la più grande: qui, accanto al monastero dei monaci olivetani, viene prodotto un ottimo olio biologico e si…

LAGO TRASIMENO (UMBRIA) – Natura, storia e paesaggi. Si parte da Castiglione del Lago, il borgo principale, per scoprire la Rocca del Leone, dal cui mastio alto 30 metri si gode una vista spettacolare. Poi ci si perde tra i cunicoli e i segreti del Palazzo della Corgna e di altre dimore nobiliari, per finire con una rilassante gita in barca tra le tre isole del lago. L’isola Polvese è la più grande: qui, accanto al monastero dei monaci olivetani, viene prodotto un ottimo olio biologico e si…

SPERLONGA (LAZIO) – Non fermatevi davanti al fascino delle case bianche affacciate su vicoli e piazzette. Questo borgo marinaro sul Monte Magno,  a strampiombo sul mare, custodisce veri tesori appena fuori dal centro. A cominciare dal complesso archeologico della Villa di Tiberio. Dell’antica residenza imperiale restano rovine dell’edificio, le antiche terme, le piscine per l’itticoltura e la pescheria per le murene. Ma, senza dubbio, il luogo più suggestivo è la grande grotta (nella foto)…

SPERLONGA (LAZIO) – Non fermatevi davanti al fascino delle case bianche affacciate su vicoli e piazzette. Questo borgo marinaro sul Monte Magno, a strampiombo sul mare, custodisce veri tesori appena fuori dal centro. A cominciare dal complesso archeologico della Villa di Tiberio. Dell’antica residenza imperiale restano rovine dell’edificio, le antiche terme, le piscine per l’itticoltura e la pescheria per le murene. Ma, senza dubbio, il luogo più suggestivo è la grande grotta (nella foto)…

Paternoster's vineyards near Barile

Paternoster's vineyards near Barile

les gorges d'heric

les gorges d'heric

Wonderful White Coast of " Scala dei Turchi" - Agrigento, Sicily, Italy

Wonderful White Coast of " Scala dei Turchi" - Agrigento, Sicily, Italy

VILLA DEL BALBIANELLO A LENNO (LOMBARDIA) –  “Fay ce que voudras” (fa’ ciò che vuoi) è la frase, incisa sul pavimento del porticciolo, che accoglie i visitatori di questa villa costruita alla fine del XVIII secolo per volontà del cardinale Angelo Maria Durini. Dopo aver attraversato il giardino a terrazze e la loggia a tre arcate sul punto più alto del promontorio, si entra nella costruzione principale, che ospita una ricca collezione di oggetti d’arte cinese, africana e precolombiana…

VILLA DEL BALBIANELLO A LENNO (LOMBARDIA) – “Fay ce que voudras” (fa’ ciò che vuoi) è la frase, incisa sul pavimento del porticciolo, che accoglie i visitatori di questa villa costruita alla fine del XVIII secolo per volontà del cardinale Angelo Maria Durini. Dopo aver attraversato il giardino a terrazze e la loggia a tre arcate sul punto più alto del promontorio, si entra nella costruzione principale, che ospita una ricca collezione di oggetti d’arte cinese, africana e precolombiana…

Pinterest
Cerca