Sceneggiatura francese

L'arte della scrittura secondo Robert Louis Stevenson

L'arte della scrittura secondo Robert Louis Stevenson

Abbiamo parlato di lui poco tempo fa per la sua separazione da Monica Bellucci, ma torniamo ora a pensare al Vincent Cassel attore.  Una delle icone del cinema francese sarà Gregori, folle leader di un culto, in Partisan, debutto alla regia di Ariel Kleiman, che ha anche collaborato alla sceneggiatura del film.

Abbiamo parlato di lui poco tempo fa per la sua separazione da Monica Bellucci, ma torniamo ora a pensare al Vincent Cassel attore. Una delle icone del cinema francese sarà Gregori, folle leader di un culto, in Partisan, debutto alla regia di Ariel Kleiman, che ha anche collaborato alla sceneggiatura del film.

ROMA – Mamma ho perso l’aereo è un grande classico natalizio. Spunta però un dettaglio nella sceneggiatura e nelle immagini che potrebbe aiutare a guardarlo diversamente.  Il sito francese Konbini fa infatti

ROMA – Mamma ho perso l’aereo è un grande classico natalizio. Spunta però un dettaglio nella sceneggiatura e nelle immagini che potrebbe aiutare a guardarlo diversamente. Il sito francese Konbini fa infatti

Black Butterfly il Trailer Italiano del nuovo thriller con Banderas Vi presentiamo il primo Trailer Italiano del thriller Black Butterfly, con Antonio Banderas. Il film è basato sul film francese per la tv Papillon Noir, scritto da Hervé Korian. Justin Stanley e Marc Frydman ne hanno riscritto la sceneggiatura per l’adattamento cinematografico. In questo teso …

Black Butterfly il Trailer Italiano del nuovo thriller con Banderas Vi presentiamo il primo Trailer Italiano del thriller Black Butterfly, con Antonio Banderas. Il film è basato sul film francese per la tv Papillon Noir, scritto da Hervé Korian. Justin Stanley e Marc Frydman ne hanno riscritto la sceneggiatura per l’adattamento cinematografico. In questo teso …

2 GIORNI A NEW YORK Julie Delpy torna a fare ciò che le riesce meglio - o, più probabilmente, ciò che preferisce fare - ovvero quella romedy urbana, verbosa e francese, che ha fatto la fortuna della trilogia di Linklater. Peccato che lei non sia Linklater e, nonostante una buona sceneggiatura e uno sviluppo a tratti spumeggiante, risultano troppi i passaggi forzati e alquanto banali le questioni proposte. RSVP: “2 giorni a Parigi”, “Before Midnight”. Voto: 6,5.

2 GIORNI A NEW YORK (2012)

2 GIORNI A NEW YORK Julie Delpy torna a fare ciò che le riesce meglio - o, più probabilmente, ciò che preferisce fare - ovvero quella romedy urbana, verbosa e francese, che ha fatto la fortuna della trilogia di Linklater. Peccato che lei non sia Linklater e, nonostante una buona sceneggiatura e uno sviluppo a tratti spumeggiante, risultano troppi i passaggi forzati e alquanto banali le questioni proposte. RSVP: “2 giorni a Parigi”, “Before Midnight”. Voto: 6,5.

ERNEST & CELESTINE Un cartone semplice e tenero - che non significa banale e sdolcinato - di quelli come non ne fanno più, grazie anche alla sceneggiatura sapiente di Pennac in persona. E i messaggi - la cultura del diverso, la ricerca di un’identità, il superamento dei pregiudizi - passano anche ai più piccini, nonostante l’apparente complessità. Ennesima grande prova della scuola d’animazione francese. RSVP: “Une vie de chat”, “Arrietty”. Voto: 8.

ERNEST & CELESTINE (2012)

ERNEST & CELESTINE Un cartone semplice e tenero - che non significa banale e sdolcinato - di quelli come non ne fanno più, grazie anche alla sceneggiatura sapiente di Pennac in persona. E i messaggi - la cultura del diverso, la ricerca di un’identità, il superamento dei pregiudizi - passano anche ai più piccini, nonostante l’apparente complessità. Ennesima grande prova della scuola d’animazione francese. RSVP: “Une vie de chat”, “Arrietty”. Voto: 8.

Spy Games è il titolo del fumetto realizzato da Kim Jung Gi per la sceneggiatura del francese Jean David Morvan (Spirou et Fantasio, Sir Pyle e Merlin). L’albo è pubblicato da Glénat. La notizia...

Spy Games è il titolo del fumetto realizzato da Kim Jung Gi per la sceneggiatura del francese Jean David Morvan (Spirou et Fantasio, Sir Pyle e Merlin). L’albo è pubblicato da Glénat. La notizia...

Suite Francese (Suite Française, 2014, Francia/GB/Belgio) di Saul Dibb con Michelle Williams, Matthias Schoenaerts, Kristin Scott Thomas, Ruth Wilson, Sam Riley, Margot Robbie, Lambert Wilson, Tom Schilling, Eileen Atkins, Deborah Findlay  Sceneggiatura di Saul Dibb e Matt Charman, dal romanzo omonimo di Irène Némirovsky (ed. Adelphi)  Drammatico, 1h 47′, Videa, in uscita il 12 marzo 2015  Voto: 6 su 10

Suite Francese (Suite Française, 2014, Francia/GB/Belgio) di Saul Dibb con Michelle Williams, Matthias Schoenaerts, Kristin Scott Thomas, Ruth Wilson, Sam Riley, Margot Robbie, Lambert Wilson, Tom Schilling, Eileen Atkins, Deborah Findlay Sceneggiatura di Saul Dibb e Matt Charman, dal romanzo omonimo di Irène Némirovsky (ed. Adelphi) Drammatico, 1h 47′, Videa, in uscita il 12 marzo 2015 Voto: 6 su 10

True Lies è un film del 1994 diretto da James Cameron, e interpretato da Arnold Schwarzenegger, Jamie Lee Curtis, Tia Carrere ed Eliza Dushku. Si tratta del terzo ed ultimo film figurante il duo Cameron-Schwarzenegger. La sceneggiatura prende spunto dalla storia di spionaggio francese (inedita in Italia) La Totale!, del 1991.

True Lies è un film del 1994 diretto da James Cameron, e interpretato da Arnold Schwarzenegger, Jamie Lee Curtis, Tia Carrere ed Eliza Dushku. Si tratta del terzo ed ultimo film figurante il duo Cameron-Schwarzenegger. La sceneggiatura prende spunto dalla storia di spionaggio francese (inedita in Italia) La Totale!, del 1991.

una pagina del fumetto francese " Lulu e Fred " Colori: Mariacristina Federico disegni: Cécile Brosseau sceneggiatura: J.J. Taylor / Robin N. édition : Le Lombar

una pagina del fumetto francese " Lulu e Fred " Colori: Mariacristina Federico disegni: Cécile Brosseau sceneggiatura: J.J. Taylor / Robin N. édition : Le Lombar

LES HOMMES DU PORT,  di ALAIN TANNER,  Svizzera-Francia, 1994, 64’, DVD, v.o.,  italiano/francese, sottotitoli in inglese,   Sceneggiatura: Alain Tanner,  Fotografia: Denis Jutzeler,  Suono: Henri Maïkoff,  Montaggio: Monica Goux,  Musica: Arvo Pärt

LES HOMMES DU PORT, di ALAIN TANNER, Svizzera-Francia, 1994, 64’, DVD, v.o., italiano/francese, sottotitoli in inglese, Sceneggiatura: Alain Tanner, Fotografia: Denis Jutzeler, Suono: Henri Maïkoff, Montaggio: Monica Goux, Musica: Arvo Pärt

LA TELA ANIMATA Film d’animazione velleitario e un po’ fuori fuoco: l’idea di trasformare i concetti di base dell’arte moderna in una favola surreale indirizzata ai più piccini è davvero nobile, ma i personaggi sono troppo piatti e la storia troppo poco avvincente per non annoiarli. Dalla grande scuola francese è lecito attendersi di più, soprattutto in termini di sceneggiatura. RSVP: “A cat in Paris“, “Appuntamento a Belleville“. Voto: 6.

LA TELA ANIMATA Film d’animazione velleitario e un po’ fuori fuoco: l’idea di trasformare i concetti di base dell’arte moderna in una favola surreale indirizzata ai più piccini è davvero nobile, ma i personaggi sono troppo piatti e la storia troppo poco avvincente per non annoiarli. Dalla grande scuola francese è lecito attendersi di più, soprattutto in termini di sceneggiatura. RSVP: “A cat in Paris“, “Appuntamento a Belleville“. Voto: 6.

MICROBO E GASOLINA Un racconto di formazione intimo e delicato, in perfetto stile Gondry: personaggi poetici, sceneggiatura al limite del surrealismo e tanto emo-artigianato di contorno. Alla prova dei fatti, dopo una serie di passi falsi notevole, il regista francese dimostra di dare il meglio di sé lavorando con budget ridotti, attori semi-sconosciuti e aspettative molto basse, senza calcare troppo la mano sulla componente onirica. RSVP: “Be Kind Rewind“, “Mood Indigo". Voto: 7.

MICROBO E GASOLINA Un racconto di formazione intimo e delicato, in perfetto stile Gondry: personaggi poetici, sceneggiatura al limite del surrealismo e tanto emo-artigianato di contorno. Alla prova dei fatti, dopo una serie di passi falsi notevole, il regista francese dimostra di dare il meglio di sé lavorando con budget ridotti, attori semi-sconosciuti e aspettative molto basse, senza calcare troppo la mano sulla componente onirica. RSVP: “Be Kind Rewind“, “Mood Indigo". Voto: 7.

True Lies è un film del 1994 diretto da James Cameron, e interpretato da Arnold Schwarzenegger, Jamie Lee Curtis, Tia Carrere ed Eliza Dushku.  Si tratta del terzo ed ultimo film figurante il duo Cameron-Schwarzenegger. La sceneggiatura prende spunto dalla storia di spionaggio francese (inedita in Italia) La Totale!, del 1991.

True Lies è un film del 1994 diretto da James Cameron, e interpretato da Arnold Schwarzenegger, Jamie Lee Curtis, Tia Carrere ed Eliza Dushku. Si tratta del terzo ed ultimo film figurante il duo Cameron-Schwarzenegger. La sceneggiatura prende spunto dalla storia di spionaggio francese (inedita in Italia) La Totale!, del 1991.

dieci figli che la signora Ming non ha mai avuto è un racconto leggero, piacevole, ma insieme profondo, che si legge  in un paio di sere. Lo scrittore francese, già noto per la sceneggiatura di Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano  e molti romanzi tra cui “Il visitatore”, ambienta la storia nella provincia cinese del Guangdong. Più precisamente la vicenda si svolge in un unico ambiente, nella toilette per uomini del Grand Hotel di Yunhai..  http://www.gliamantideilibri.it/archives/13949

dieci figli che la signora Ming non ha mai avuto è un racconto leggero, piacevole, ma insieme profondo, che si legge in un paio di sere. Lo scrittore francese, già noto per la sceneggiatura di Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano e molti romanzi tra cui “Il visitatore”, ambienta la storia nella provincia cinese del Guangdong. Più precisamente la vicenda si svolge in un unico ambiente, nella toilette per uomini del Grand Hotel di Yunhai.. http://www.gliamantideilibri.it/archives/13949

Ernest Hemingway e il principio dell'iceberg

Ernest Hemingway e il principio dell'iceberg

Pinterest
Cerca