Monologo interiore

La rabbia: un’emozione che seduce il nostro monologo interiore.  La #rabbia è un’emozione che seduce il nostro #monologo interiore, che #sequestra i nostri pensieri, le nostre #parole e le nostre #azioni.

La rabbia: un’emozione che seduce il nostro monologo interiore. La #rabbia è un’emozione che seduce il nostro #monologo interiore, che #sequestra i nostri pensieri, le nostre #parole e le nostre #azioni.

Quando pensiamo che ci siano capitate cose terribili, in realtà quest’affermazione non è di certo vera, non è la fine del mondo.

Quando pensiamo che ci siano capitate cose terribili, in realtà quest’affermazione non è di certo vera, non è la fine del mondo.

La rabbia: un’emozione che seduce il nostro monologo interiore.  La rabbia è un’emozione che #seduce il nostro #monologo interiore, che sequestra i nostri pensieri, le nostre #parole e le nostre #azioni.

La rabbia: un’emozione che seduce il nostro monologo interiore. La rabbia è un’emozione che #seduce il nostro #monologo interiore, che sequestra i nostri pensieri, le nostre #parole e le nostre #azioni.

"Scena n. 3. Monologo interiore".    	Sono qui, da solo, come sempre. Quasi non mi interessa che abbiano allestito questo piccolo palco tutto per me, con uno sfondo di palazzi di periferia, questo marciapiede qualsiasi, le luci taglienti che lasciano ombre da tutte le parti.... (di Bruno Magnolfi - illustrazione di Giulia Tesoro).

"Scena n. 3. Monologo interiore". Sono qui, da solo, come sempre. Quasi non mi interessa che abbiano allestito questo piccolo palco tutto per me, con uno sfondo di palazzi di periferia, questo marciapiede qualsiasi, le luci taglienti che lasciano ombre da tutte le parti.... (di Bruno Magnolfi - illustrazione di Giulia Tesoro).

La rabbia: un’emozione che seduce il nostro monologo interiore – La Mente è Meravigliosa

La rabbia: un’emozione che seduce il nostro monologo interiore – La Mente è Meravigliosa

Italo Svevo e la tecnica del monologo interiore.

Italo Svevo.

Italo Svevo e la tecnica del monologo interiore.

Le nostre emozioni e il monologo interiore che le alimenta: prendiamone consapevolezza.

Le nostre emozioni e il monologo interiore che le alimenta: prendiamone consapevolezza.

Monologo interiore sulla complicata storia d'amore di Velia in un contesto di maltrattamenti e violenza fisica e psicologica. Intrecciata a musiche, immagini ed altre invenzioni musico-teatrali la narrazione si cala in una metrica surreale ed energica poggiata sulle radici culturali dei ritmi percussivi da cui la musica di sottofondo prende le mosse. ...è una storia vera!  Quello che va in scena é un reading-monologo musicato...

Monologo interiore sulla complicata storia d'amore di Velia in un contesto di maltrattamenti e violenza fisica e psicologica. Intrecciata a musiche, immagini ed altre invenzioni musico-teatrali la narrazione si cala in una metrica surreale ed energica poggiata sulle radici culturali dei ritmi percussivi da cui la musica di sottofondo prende le mosse. ...è una storia vera! Quello che va in scena é un reading-monologo musicato...

Carteggio e chiacchierata con Alessandro Cinquegrani, autore di "cacciatori di frodo": "Una prosa di grande originalità, ma sempre presente a se stessa. Una durezza di contenuti che nel ritmo ossessivo e circolare si stempera di crudezza senza perdere di intensità. Un monologo interiore che riesce a riprodurre, senza diventare mimetico ma conservando la sua esemplarità, i tic dei pensieri ripetitivi"... (a cura di Giuditta).

Carteggio e chiacchierata con Alessandro Cinquegrani, autore di "cacciatori di frodo": "Una prosa di grande originalità, ma sempre presente a se stessa. Una durezza di contenuti che nel ritmo ossessivo e circolare si stempera di crudezza senza perdere di intensità. Un monologo interiore che riesce a riprodurre, senza diventare mimetico ma conservando la sua esemplarità, i tic dei pensieri ripetitivi"... (a cura di Giuditta).

Bianca è una giornalista che per mestiere ha sempre raccontato le vite degli altri, con passione e coinvolgimento. Si è sempre immersa in vicende e drammi non suoi, così completamente, fino a viverli ogni volta come propri. Anche se poi, all’atto della scrittura, ha potuto liberarsene e rimanere indenne. Ha difatti accantonato per anni la sua vita finché un giorno, forse per il solo sospetto di una malattia, è costretta ad accorgersi di sé, del suo corpo, ed è chiamata a fare i conti con la…

Bianca è una giornalista che per mestiere ha sempre raccontato le vite degli altri, con passione e coinvolgimento. Si è sempre immersa in vicende e drammi non suoi, così completamente, fino a viverli ogni volta come propri. Anche se poi, all’atto della scrittura, ha potuto liberarsene e rimanere indenne. Ha difatti accantonato per anni la sua vita finché un giorno, forse per il solo sospetto di una malattia, è costretta ad accorgersi di sé, del suo corpo, ed è chiamata a fare i conti con la…

Pinterest
Cerca