Procacciate la carità, non lasciando però di ricercare i doni spirituali, e principalmente il dono di profezia. (1 Corinzi 14:1)

Procacciate la carità, non lasciando però di ricercare i doni spirituali, e principalmente il dono di profezia. (1 Corinzi 14:1)

Il coraggio di guardare il cielo: I vizi capitali: presenti in ogni uomo.

Il coraggio di guardare il cielo: I vizi capitali: presenti in ogni uomo.

Quando verrà il tempo che avrò fissato, io giudicherò dirittamente. (Salmo 75:2)

Quando verrà il tempo che avrò fissato, io giudicherò dirittamente. (Salmo 75:2)

Siate benedetti dall’Eterno, che ha fatto il cielo e la terra. (Salmo 115:15)

Siate benedetti dall’Eterno, che ha fatto il cielo e la terra. (Salmo 115:15)

Chiunque manda via la moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio; e chiunque sposa una donna mandata via dal marito, commette adulterio. (Luca 16:18)

Chiunque manda via la moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio; e chiunque sposa una donna mandata via dal marito, commette adulterio. (Luca 16:18)

Che vi par egli? Se un uomo ha cento pecore e una di queste si smarrisce, non lascerà egli le novantanove sui monti per andare in cerca della smarrita? E se gli riesce di ritrovarla, in verità vi dico ch’ei si rallegra più di questa che delle novantanove che non si erano smarrite. Così è voler del Padre vostro che è nei cieli, che neppure un solo di questi piccoli perisca. (Matteo 18:12-14)

Che vi par egli? Se un uomo ha cento pecore e una di queste si smarrisce, non lascerà egli le novantanove sui monti per andare in cerca della smarrita? E se gli riesce di ritrovarla, in verità vi dico ch’ei si rallegra più di questa che delle novantanove che non si erano smarrite. Così è voler del Padre vostro che è nei cieli, che neppure un solo di questi piccoli perisca. (Matteo 18:12-14)

Nessuno, quand’è tentato, dica: Io son tentato da Dio; perché Dio non può esser tentato dal male, né Egli stesso tenta alcuno; ma ognuno è tentato dalla propria concupiscenza che lo attrae e lo adesca. Poi la concupiscenza avendo concepito, partorisce il peccato; e il peccato, quand’è compiuto, produce la morte. (Giacomo 1:13-15)

Nessuno, quand’è tentato, dica: Io son tentato da Dio; perché Dio non può esser tentato dal male, né Egli stesso tenta alcuno; ma ognuno è tentato dalla propria concupiscenza che lo attrae e lo adesca. Poi la concupiscenza avendo concepito, partorisce il peccato; e il peccato, quand’è compiuto, produce la morte. (Giacomo 1:13-15)

A voi ora, o ricchi; piangete e urlate per le calamità che stanno per venirvi addosso! Le vostre ricchezze son marcite, e le vostre vesti son rôse dalle tignuole. Il vostro oro e il vostro argento sono arrugginiti, e la loro ruggine sarà una testimonianza contro a voi, e divorerà le vostre carni a guisa di fuoco. Avete accumulato tesori negli ultimi giorni. (Giacomo 5:1-3)

A voi ora, o ricchi; piangete e urlate per le calamità che stanno per venirvi addosso! Le vostre ricchezze son marcite, e le vostre vesti son rôse dalle tignuole. Il vostro oro e il vostro argento sono arrugginiti, e la loro ruggine sarà una testimonianza contro a voi, e divorerà le vostre carni a guisa di fuoco. Avete accumulato tesori negli ultimi giorni. (Giacomo 5:1-3)

Or Stefano, pieno di grazia e di potenza, faceva gran prodigî e segni fra il popolo. (Atti 6:8)

Or Stefano, pieno di grazia e di potenza, faceva gran prodigî e segni fra il popolo. (Atti 6:8)

Ma quanto alle quistioni stolte, alle genealogie, alle contese, e alle dispute intorno alla legge, stattene lontano, perché sono inutili e vane. (Tito 3:9)

Ma quanto alle quistioni stolte, alle genealogie, alle contese, e alle dispute intorno alla legge, stattene lontano, perché sono inutili e vane. (Tito 3:9)

Nelle sue mani stanno le profondità della terra, e le altezze de’ monti son sue. Suo è il mare perch’egli l’ha fatto, e le sue mani han formato la terra asciutta. (Salmo 95:4,5)

Nelle sue mani stanno le profondità della terra, e le altezze de’ monti son sue. Suo è il mare perch’egli l’ha fatto, e le sue mani han formato la terra asciutta. (Salmo 95:4,5)

E da quel giorno in poi la casa d’Israele conoscerà che io sono l’Eterno, il suo Dio; e le nazioni conosceranno che la casa d’Israele è stata menata in cattività a motivo della sua iniquità, perché m’era stata infedele; ond’io ho nascosto a loro la mia faccia, e li ho dati in mano de’ loro nemici; e tutti quanti son caduti per la spada. Io li ho trattati secondo la loro impurità e secondo le loro trasgressioni, e ho nascosto loro la mia faccia. (Ezechiele 39:22-24)

E da quel giorno in poi la casa d’Israele conoscerà che io sono l’Eterno, il suo Dio; e le nazioni conosceranno che la casa d’Israele è stata menata in cattività a motivo della sua iniquità, perché m’era stata infedele; ond’io ho nascosto a loro la mia faccia, e li ho dati in mano de’ loro nemici; e tutti quanti son caduti per la spada. Io li ho trattati secondo la loro impurità e secondo le loro trasgressioni, e ho nascosto loro la mia faccia. (Ezechiele 39:22-24)

Or il fratello d’umil condizione si glorî della sua elevazione; e il ricco, della sua umiliazione, perché passerà come fior d’erba. Il sole si leva col suo calore ardente e fa seccare l’erba, e il fiore d’essa cade, e la bellezza della sua apparenza perisce; così anche il ricco appassirà nelle sue imprese. (Giacomo 1:9-11)

Or il fratello d’umil condizione si glorî della sua elevazione; e il ricco, della sua umiliazione, perché passerà come fior d’erba. Il sole si leva col suo calore ardente e fa seccare l’erba, e il fiore d’essa cade, e la bellezza della sua apparenza perisce; così anche il ricco appassirà nelle sue imprese. (Giacomo 1:9-11)

Il marito renda alla moglie quel che le è dovuto; e lo stesso faccia la moglie verso il marito. (1 Corinzi 7:3)

Il marito renda alla moglie quel che le è dovuto; e lo stesso faccia la moglie verso il marito. (1 Corinzi 7:3)

Son io dunque divenuto vostro nemico dicendovi la verità? (Galati 4:16)

Son io dunque divenuto vostro nemico dicendovi la verità? (Galati 4:16)

Ma questo dico per concessione, non per comando; perché io vorrei che tutti gli uomini fossero come son io; ma ciascuno ha il suo proprio dono da Dio; l’uno in un modo, l’altro in un altro. (1 Corinzi 7:6,7)

Ma questo dico per concessione, non per comando; perché io vorrei che tutti gli uomini fossero come son io; ma ciascuno ha il suo proprio dono da Dio; l’uno in un modo, l’altro in un altro. (1 Corinzi 7:6,7)

Pinterest
Cerca