Olio su tela. Firmato M. Acerbi e datato 1923 in basso a destra. L'autore, figlio del più noto Ezechiele, fu esponente di spicco della cultura artistica pavese, lavorando come ritrattista sia a Pavia che a Milano. In questo caso la figura è ritratta intenta nei lavori di cucito, seduta alla finestra aperta sul giardino. Cornice in stile.

Olio su tela. Firmato M. Acerbi e datato 1923 in basso a destra. L'autore, figlio del più noto Ezechiele, fu esponente di spicco della cultura artistica pavese, lavorando come ritrattista sia a Pavia che a Milano. In questo caso la figura è ritratta intenta nei lavori di cucito, seduta alla finestra aperta sul giardino. Cornice in stile.

Montalto Pavese dellaprovincia di PaviainLombardia. Per la sua posizione dominante le prime colline sopraCasteggio il bel castello con il giardino all'italiana e per la sua produzione di vino è chiamata la "regina dell'Oltrepò Pavese". In questa foto di @chiara.castelli_ ne vediamo gli splendidi vigneti.  #igerspavia #browsingitaly #igerslombardia #provinciapavese #whatitalyis by lacronacaitaliana

Montalto Pavese dellaprovincia di PaviainLombardia. Per la sua posizione dominante le prime colline sopraCasteggio il bel castello con il giardino all'italiana e per la sua produzione di vino è chiamata la "regina dell'Oltrepò Pavese". In questa foto di @chiara.castelli_ ne vediamo gli splendidi vigneti. #igerspavia #browsingitaly #igerslombardia #provinciapavese #whatitalyis by lacronacaitaliana

Cesare Pavese.

Cesare Pavese.

ESISTE UN GIARDINO, LA FUORI, DA IMMAGINARE ?

ESISTE UN GIARDINO, LA FUORI, DA IMMAGINARE ?

Milano: 10 ristoranti per mangiare all’aperto

Milano: 10 ristoranti per mangiare all’aperto

Avevo tredici anni [...] Fu la prima volta che vidi dei fiori, dei veri fiori, come quelli che c'erano in chiesa. Sotto i tigli, dalla parte del cancello c'era il giardino, pieno di zinie, di gigli, di stelline, di dalie -capii che i fiori sono una pianta come la frutta- facevano il fiore invece del frutto e si raccoglievano, servivano alla signora, alle figlie, che [...] quando stavano in casa li aggiustavano nei vasi. LunaFalò/14/Crescere/Scoprire

Avevo tredici anni [...] Fu la prima volta che vidi dei fiori, dei veri fiori, come quelli che c'erano in chiesa. Sotto i tigli, dalla parte del cancello c'era il giardino, pieno di zinie, di gigli, di stelline, di dalie -capii che i fiori sono una pianta come la frutta- facevano il fiore invece del frutto e si raccoglievano, servivano alla signora, alle figlie, che [...] quando stavano in casa li aggiustavano nei vasi. LunaFalò/14/Crescere/Scoprire

Che il vuoto é il pieno e il sereno é la più diffusa delle nubi.

Che il vuoto é il pieno e il sereno é la più diffusa delle nubi.

Giardino botanico alpino di Pietra Corva - Romagnese PV - Oltrepò Pavese www.provincia.pv.it/pietracorva

Giardino botanico alpino di Pietra Corva - Romagnese PV - Oltrepò Pavese www.provincia.pv.it/pietracorva

www.ilgiornoperfetto.it

www.ilgiornoperfetto.it

E non era una stupida,sapeva quello che voleva...solamente,voleva delle cose impossibili.   •Cesare Pavese•

E non era una stupida,sapeva quello che voleva...solamente,voleva delle cose impossibili. •Cesare Pavese•

Pinterest
Cerca